Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa
Login
or
Register

LEGGE di BILANCIO 2021 e decreto MILLEPROROGHE

legge bilancio

Ecco le principali misure contenute nella LEGGE di BILANCIO 2021 e nel DECRETO MILLEPROROGHE, in vigore dal 1° gennaio 2021.

MISURE FISCALI

Proroga Superbonus 110% e Bonus edilizi

  • Il termine ultimo per l’esecuzione degli interventi destinatari del Superbonus 110% è stato spostato al 30 giugno 2022 (5 rate annuali per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2021 e 4 rate annuali per quelle sostenute nel 2022). Per i condomini la detrazione è concessa anche per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2022, purché entro il mese di giugno sia stato effettuato almeno il 60% dei lavori;
  • Prorogate al 2021 le detrazioni sulle spese sostenute per interventi di:
    • riqualificazione energetica
    • ristrutturazione edilizia
    • acquisto di mobili di arredo e di grandi elettrodomestici a basso consumo energetico finalizzati all’arredo dell’immobile ristrutturato;
  • Proroga per il 2021 del bonus facciate;
  • Proroga per il 2021 del bonus verde

 

Proroga e rafforzamento dei crediti di imposta del Piano Nazionale Transizione 4.0.

  • Esteso a tutto il 2022 il credito d’imposta per gli investimenti in beni strumentali. Tale termine viene spostato fino al 30 giugno 2023 se, entro la fine del 2022, l’ordine risulta accettato dal venditore e sono stati pagati acconti per almeno il 20% del costo di acquisizione. Vengono inoltre aumentate le aliquote agevolative, l’ammontare delle spese ammissibili e inclusi i beni immateriali generici. Le nuove regole si applicano agli investimenti effettuati a partire dal 16 novembre 2020;
  • Il credito d’imposta per gli investimenti in ricerca e sviluppo, in transizione ecologica, in innovazione tecnologica 4.0 e in altre attività innovative, viene confermato fino al 31 dicembre 2022.
  • Il credito d’imposta per la formazione 4.0, viene esteso fino al 2022 con ampliamento dei costi ammissibili.

 

Per le perdite emerse nell’esercizio in corso al 31/12/2020 non viene applicata la causa di scioglimento della società per riduzione o perdita del capitale sociale. Il termine entro il quale la perdita deve ridursi di oltre due terzi è posticipato al quinto esercizio successivo.

 

Vengono inoltre confermati per gli anni 2021 e 2022:

  • il bonus pubblicità pari al 50% degli investimenti pubblicitari effettuati sui giornali quotidiani e periodici, anche online (spesa massima: 50 milioni di euro annui);
  • il credito d’imposta per le edicole e altri rivenditori al dettaglio di quotidiani, riviste e periodici;
  • il credito d’imposta per i servizi digitali riconosciuto alle imprese editrici di quotidiani e di periodici che occupano almeno un dipendente a tempo indeterminato.

 

Il termine previsto per l’utilizzo del Credito d’imposta per l’adeguamento dell’ambiente di lavoro è fruibile dal 1° gennaio al 30 giugno 2021 e non più per tutto il 2021; è possibile esercitare l’opzione della cessione del credito d’imposta entro il 30 giugno 2021.

 

Proroga di un anno per il credito d’imposta per le spese di consulenza relative alla quotazione delle Pmi;

 

Prorogata la possibilità di rideterminare il valore d’acquisto dei terreni e delle partecipazioni non negoziate in mercati regolamentati, posseduti alla data del 1° gennaio 2021, mediante pagamento dell’imposta sostitutiva dell’11%. Il versamento può essere rateizzato fino ad un massimo di 3 rate annuali di pari importo a decorre dalla data del 30 giugno 2021. Entro tale data devono anche essere effettuati la redazione e il giuramento della perizia.

 

Prevista l’esenzione della prima rata IMU 2021 per le seguenti tipologie di immobili:

  • stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali, nonché immobili degli stabilimenti termali;
  • immobili rientranti nella categoria catastale D/2 e relative pertinenze, immobili degli agriturismi, dei villaggi turistici, degli ostelli della gioventù, dei rifugi di montagna, delle colonie marine e montane, degli affittacamere per brevi soggiorni, delle case e appartamenti per vacanze, dei bed and breakfast, dei residence e dei campeggi, a condizione che i relativi soggetti passivi siano anche gestori delle attività in essi esercitate;
  • immobili della categoria catastale D utilizzati da imprese esercenti attività di allestimenti di strutture espositive nell’ambito di fiere o manifestazioni;
  • discoteche, sale da ballo, night club e simili, a condizione che i relativi soggetti passivi, siano anche gestori delle attività in essi esercitate.

 

Rinviata l’entrata in vigore della plastic tax al 1° luglio 2021 e della sugar tax al 1° gennaio 2022.

 

Modifica e proroga fino al 30 giugno 2021 di alcune delle agevolazioni per rafforzamento patrimoniale delle imprese di medie dimensioni. Le novità riguardano in particolare:

  • credito d’imposta sulle perdite risultanti dal bilancio relativo all’esercizio 2020: per gli aumenti di capitale deliberati nel primo semestre del 2021, viene aumentato dal 30 al 50% l’ammontare massimo del credito d’imposta a favore della società. Il credito può essere utilizzato in compensazione successivamente alla data di approvazione del bilancio 2020 ma entro il 30 novembre 2021, ferma restando la data d’inizio.
  • Fondo Patrimonio PMI: fissato a 1 miliardo di euro il limite specifico per le sottoscrizioni da effettuare nell’anno 2021.

 

Il tax credit locazioni relativo agli immobili destinati alle imprese turistico-ricettive viene esteso fino al 30 aprile 2021 e si applicherà anche ad agenzie di viaggio e tour operator.

 

Potenziamento del Fondo di garanzia per le Pmi.

 

Prevista l’erogazione in unica quota del contributo “Nuova Sabatini”, anche in caso di finanziamenti superiori a 200mila euro.

 

Istituzione di nuovi Fondi per sostenere investimenti produttivi ad alto contenuto tecnologico, per il sostegno alle Pmi creative, per il settore aeronautico, per le filiere della chimica verde, della componentistica per la mobilità elettrica e dell’energia da fonti rinnovabili.

 

Previsto esonero contributivo nel 2021 per i lavoratori autonomi e i professionisti più colpiti dalla pandemia Covid-19.

 

Istituita in via sperimentale per il triennio 2021-2023 un’indennità straordinaria di continuità reddituale e operativa (ISCRO), erogata dall’Inps previa domanda, in favore degli iscritti alla Gestione separata, che esercitano per professione abituale attività di lavoro autonomo in presenza di alcuni requisiti.

 

Incentivi per l’acquisto di veicoli elettrici e ibridi

 

MISURE PER IL LAVORO

Nuove Assunzioni a tempo indeterminato o trasformazioni di contratti a tempo indeterminato per il biennio 2021/2022

    • Riconosciuto il 100% dell’esonero contributivo (prima era il 50%)
    • Limite massimo annuale 6mila euro (prima era 3mila)
    • Età massima del lavoratore 36 anni non compiuti (prima era 35)
    • Il lavoratore non deve essere stato occupato a tempo indeterminato con lo stesso o altro datore di lavoro (ad eccezione dell’apprendistato, a determinate condizioni)

 

Contratti a termine

    • Fino al 31 marzo 2021 i contratti a termine possono essere prorogati / rinnovati per un periodo massimo di 12 mesi (24 mesi complessivi) e per una sola volta, anche in assenza delle causali previste dall’articolo 19, comma 1, D.Lgs. 81/Fino al 31 marzo 2021 i contratti a termine possono essere prorogati o rinnovati per un periodo massimo di 12 mesi (e nel limite complessivo di 24 mesi) e per una sola volta anche in assenza delle causali previste dall’articolo 19, comma 1, D.Lgs. 81/2015.

 

Cassa integrazione

    • I datori di lavoro che riducono o sospendono l’attività lavorativa per effetto del Covid possono richiedere trattamento ordinario di integrazione salariale, dell’assegno ordinario e del trattamento di integrazione salariale in deroga per un massimo di 12 settimane nel periodo compreso rispettivamente tra il 1° gennaio e il 31 marzo 2021 (Cigo), tra il 1° gennaio e il 30 giugno 2021 (assegno ordinario e Cigd).

 

Licenziamenti

    • Il divieto di procedere ai licenziamenti è prorogato fino al 31 marzo 2021.

 

MISURE AMBIENTE E SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO

Slitta al 31 dicembre 2021 l’obbligo di etichettatura ambientale degli imballaggi.

 

Prorogato fino alla fine dello stato di emergenza, e comunque non oltre il 31 marzo 2021, l’obbligo per i datori di lavoro che non sono tenuti a nominare un medico competente, di assicurare la sorveglianza sanitaria eccezionale per lavoratori fragili


Per saperne di più sulle misure contenute nella Legge di Bilancio 2021 e nel decreto Milleproroghe contatta i nostri uffici territoriali (consulta qui l’elenco)

Sticky
Gen 08, 2021
Commenti disabilitati su LEGGE di BILANCIO 2021 e decreto MILLEPROROGHE
  • CNA UMBRIA

    Via Angelo Morettini, 7
    06128 Perugia
    Tel: 075 505911 ||
    Fax: 075 5006279
    info@cnaumbria.it
    C.F. 94005590545

  • Generic selectors
    Affina la ricerca
    Cerca nel Titolo
    Cerca nei contenuti
    Cerca in Articoli
    Cerca nelle Pagine
    Cerca per Categorie
    AMBIENTE E SICUREZZA
    Bandi attivi
    BANDI ATTIVI START UP
    BANDI E INCENTIVI
    Bandi scaduti
    BENESSERE
    CINEMA
    CITTADINO
    CNA INFORMA
    CNA PER LE IMPRESE
    CNA RICONVERTITE
    COMUNICAZIONE
    COSTRUZIONI
    CREA LA TUA IMPRESA
    CREDITO
    DIGITALE
    faq ammortizzatori sociali
    FAQ FISCALI
    FAQ SALUTE E SICUREZZA
    FISCO
    FORMAZIONE
    GIOVANI IMPRENDITORI
    INDAGINI
    LEGISLAZIONE LAVORO
    MANIFATTURIERO
    NAZIONALE
    PENSIONATI
    PRATICHE AUTO _ FITACAR
    PROPOSTE CNA
    SERVIZI
    SERVIZI COMUNITÀ
    SERVIZI IMPRESE
    SERVIZI INNOVATIVI
    SISTEMA CNA
    SMART WORKING
    TRASPORTI
    TURISMO E CULTURA
    ULTIME NOVITA'
  • Seguici sui nostri canali social