Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa
Login
or
Register

CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO MULTI ATTIVITÀ SVILUPPUMBRIA

Contributo a fondo perduto in favore dei soggetti destinatari, che hanno subito nel suo complesso nell’anno 2020 :una riduzione del fatturato nella percentuale minima del 15% rispetto all’annualità 2019. Per i destinatari del contributo localizzati nei Comuni del “cratere”, che sono stati interessati dal sisma 2016 e seguenti, gli anni da prendere a riferimento per il calo del fatturato sono quelli del 2020 rispetto al 2015. Ai fini dell’ammissibilità della domanda, la riduzione minima del 15% del fatturato subita nell’ anno 2020 rispetto all’anno 2019 o, nel 2015 per i comuni del “cratere”

Le imprese, che sono risultate idonee ed ammesse in graduatoria per gli avvisi di seguito elencati, non possono presentare domanda di partecipazione:

-Avviso pubblico per l’erogazione di contributi a fondo perduto (ristori) in favore delle imprese turistiche, come definite ai sensi dell’art. 4 del codice di cui all’allegato 1 al d.lgs. 23 maggio 2011, n. 79 localizzate nei comuni ubicati all’interno di comprensori sciistici –

– Avviso per l’erogazione di contributi a fondo perduto (ristori) in favore delle imprese esercenti trasporto turistico di persone mediante autobus coperti, imprese esercenti attività nel settore dei matrimoni e degli eventi privati, organizzazione fiere, imprese esercenti attività di commercio all’ingrosso nel settore alimentare, soggetti operanti nel settore dell’informazione locale, stampa quotidiana e periodica, informazione on line, imprese esercenti attività di edizione libri e imprese esercenti attività di parchi tematici, acquari, parchi geologici e giardini zoologici .

 

SOGGETTI DESTINATARI DEI BENEFICI SONO:

Tipologia A):

Imprese che esercitano come attività economica prevalente una delle seguenti attività, come risultante da

visura camerale (Cod. ATECO prevalente), rientrante nei codici Ateco indicati in una delle seguenti tipologie:

  • 47.78.31 Commercio al dettaglio di oggetti d’arte (incluse le gallerie d’arte)

– punti vendita presso mostre e musei,

  • 47.78.32 Commercio al dettaglio di oggetti d’artigianato,
  • 47.78.33 Commercio al dettaglio di arredi sacri ed articoli religiosi,
  • 47.78.34 Commercio al dettaglio di articoli da regalo e per fumatori,
  • 47.78.35 Commercio al dettaglio di bomboniere,
  • 47.78.36 Commercio al dettaglio di chincaglieria e bigiotteria (inclusi gli oggetti ricordo e gli

articoli di promozione pubblicitaria),

  • 47.78.37 Commercio al dettaglio di articoli per le belle arti.

Tipologia B):

Imprese che svolgano attività artistiche, come risultante da visura camerale (Cod. ATECO prevalente), con sede localizzata nei centri storici stabilmente e continuativamente aperta al pubblico per la vendita diretta di beni e produzioni artistiche.

Imprese artigianali, localizzate nei centri storici, e iscritte nella Albo delle Imprese artigiane presso la competente camera di commercio come risultante da visura camerale (Cod. ATECO prevalente) e non ricomprese nel codice ATECO dell’edilizia e dell’impiantistica.

Per localizzazione nei centri storici si intende che la sede operativa sia ricompresa nella Zona A o limite del Centro Storico come risulta dai vigenti strumenti Urbanistici adottati dai singoli comuni.

Tipologia C):

Imprese della ristorazione che esercitano come attività economica prevalente, come risultante da visura camerale, quella di cui al seguente Codice ATECO: 56.10.11 – Ristorazione con somministrazione.

Tipologia D):

Imprese della ristorazione, ubicate nei centri storici, che esercitano come attività economica prevalente, come risultante da visura camerale, quella di cui al seguente Codice ATECO: 56.10.11 – Ristorazione con somministrazione.

Per localizzazione nei centri storici si intende che la sede operativa sia ricompresa nella Zona A o limite del Centro Storico come risulta dai vigenti strumenti Urbanistici adottati dai singoli comuni.

REQUISITI :

  1. a) essere regolarmente costituite ed iscritte nel registro delle imprese presso la CCIAA competente per territorio;
  1. b) avere sede operativa o unità locale in Umbria, ovvero nei casi richiesti dall’Avviso sede operativa nei centri storici umbri;
  1. c) essere attive al momento della presentazione della domanda e non essere sottoposte a procedure di liquidazione (anche volontaria), fallimento, concordato preventivo, amministrazione controllata o altre procedure concorsuali in corso o nel biennio antecedente la data di presentazione della domanda;
  1. d) non aver presentato richiesta di concordato “in bianco” ex art. 33 Decreto Sviluppo
  2. e) essere attive al momento della presentazione della domanda e non essere sottoposte ad accordi stragiudiziali né a piani asseverati ex art. 67 L.F., né ad accordi di ristrutturazione ex art. 182 bis L.F.;
  1. f) rispettare le norme dell’ordinamento giuridico italiano in materia fiscale, previdenziale, di sicurezza dei lavoratori e dei partecipanti impegnati nelle iniziative approvate, dei contratti collettivi di lavoro e delle normative relative alla tutela dell’ambiente;
  1. g) essere in regola con la normativa antimafia (D. Lgs. n. 159 del 6.09.2011);
  2. h) essere in regola con gli obblighi relativi al pagamento dei contributi previdenziali ed assistenziali a favore dei lavoratori, verificabile attraverso il DURC; ovvero nel caso di non assoggettabilità dell’iscrizione Inps e Inail tramite la compilazione del modello Allegato D) dell’Avviso;
  1. i) non rientrare tra coloro che hanno ricevuto e successivamente non rimborsato o depositato in un conto bloccato gli aiuti che sono stati individuati dalla Commissione Europea quali illegali o incompatibili (c.d. clausola “DEGGENDORF”).

 

MISURA DEL CONTRIBUTO IN DEMINIMIS

Il contributo concedibile viene calcolato per ogni singola Tipologia nella maniera seguente:

  1. a) calcolo del totale delle perdite di fatturato complessivo dei singoli beneficiari ammissibili come stabilito al precedente articolo 2;
  2. b) determinazione del peso della perdita di fatturato del singolo beneficiario rispetto al totale di cui al punto a);
  3. c) determinazione del contributo da assegnare al singolo beneficiario sulla base del peso di cui al punto b) moltiplicato per l’ammontare delle risorse disponibili assegnate per ogni Tipologia di cui all’ art 4 risorse finanziarie.

In ogni caso il contributo concedibile ad ogni singolo beneficiario non può essere superiore alla perdita di fatturato subito dallo stesso.

Si specifica che a favore dei beneficiari degli interventi di cui alle Tipologie A, B, C, D, del presente avviso, per i quali in applicazioni delle sopracitate modalità di calcolo siano assegnatari di un contributo inferiore ad € 1.000,00, si procederà, in applicazione della DGR 553/2022, all’innalzamento dello stesso sino al raggiungimento della soglia minima di €. 1.000,00. Le agevolazioni concesse sono cumulabili con altre agevolazioni / provvidenze / sovvenzioni / contributi concessi per le medesime finalità di cui al presente Bando, fino alla concorrenza dell’effettiva perdita di fatturato.

TERMINI E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Registrazione dell’impresa

  1. Ai fini della compilazione ed invio della domanda di ammissione alle agevolazioni richiedente dovrà disporre:

– dell’accreditamento si uno dei sistemi SPID, CIE o CNS

– di una marca da bollo da € 16,00;

– di un indirizzo di Posta Elettronica Certificata, valido e funzionante;

– del certificato di firma digitale del legale rappresentante, in corso di validità.

Compilazione delle domande di ammissione alle agevolazioni

La compilazione delle domande di ammissione alle agevolazioni potrà essere effettuata a partire dalle ore 10:00:00 del 20/10/2022 e fino alle ore 12:00:00 del 21/11/2022 utilizzando esclusivamente il servizio on line raggiungibile all’indirizzo: https://serviziinrete.regione.umbria.it/.

  1. Durante la compilazione della domanda di ammissione alle agevolazioni dovranno essere obbligatoriamente inseriti, tramite upload nell’apposita sezione, i seguenti allegati:

– Per le società copia dei rispettivi bilanci approvati e riferiti agli anni 2019 e 2020. (Per i Comuni del “cratere”, bilanci riferiti agli anni 2015 e 2020);

  • Dichiarazione DE MINIMIS (Allegato B).

Invio delle richieste di ammissione alle agevolazioni

L’invio della domanda di ammissione alle agevolazioni potrà essere effettuato a partire dalle ore 10:00:00 del 27/10/2022 e fino alle ore 12:00:00 del 21/11/2022 accedendo all’indirizzo http://trasmissione.bandi.regione.umbria.it indicato nella ricevuta di avvenuto completamento della fase di compilazione.

Ai fini dell’invio il sistema richiederà l’inserimento del codice univoco alfanumerico identificativo domanda riportato sulla suddetta ricevuta.

Sticky
Ott 17, 2022
Tags in
Commenti disabilitati su CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO MULTI ATTIVITÀ SVILUPPUMBRIA
  • CNA UMBRIA

    Via Angelo Morettini, 7
    06128 Perugia
    Tel: 075 505911 ||
    Fax: 075 5006279
    info@cnaumbria.it
    C.F. 94005590545

  • Generic selectors
    Affina la ricerca
    Cerca nel Titolo
    Cerca nei contenuti
    Cerca in Articoli
    Cerca nelle Pagine
    Cerca per Categorie
    AMBIENTE E SICUREZZA
    ATTIVITA' SINDACALE
    Bandi attivi
    BANDI ATTIVI START UP
    BANDI E INCENTIVI
    Bandi scaduti
    BENESSERE
    CINEMA
    CITTADINO
    CNA INFORMA
    CNA PER LE IMPRESE
    CNA RICONVERTITE
    COMUNICAZIONE
    COSTRUZIONI
    CREA LA TUA IMPRESA
    CREDITO
    DIGITALE
    DIH
    EVENTI
    faq ammortizzatori sociali
    FAQ FISCALI
    FAQ SALUTE E SICUREZZA
    FISCO
    FORMAZIONE
    GIOVANI IMPRENDITORI
    INDAGINI
    INDAGINI CNA
    INNOVAIMPRESA
    LEGISLAZIONE LAVORO
    MANIFATTURIERO
    NAZIONALE
    PENSIONATI
    PRATICHE AUTO _ FITACAR
    PROPOSTE CNA
    SERVIZI
    SERVIZI COMUNITÀ
    SERVIZI IMPRESE
    SERVIZI INNOVATIVI
    SERVIZIO ENERGIA
    SISTEMA CNA
    SMART ATTACK
    SMART WORKING
    SosCNA
    SUPERBONUS
    TRASPORTI
    TURISMO E CULTURA
    ULTIME NOVITA'
    WEBINAR
  • Seguici sui nostri canali social