Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa
Login
or
Register

Il nuovo presidente di CNA TERNI: le imprese sono costrette a muoversi tra nuove difficoltà

LE IMPRESE SONO COSTRETTE A MUOVERSI TRA NUOVE DIFFICOLTÀ NELL’ACCESSO AL CREDITO E MANCANZA DI PERSONALE QUALIFICATO

“Presto le imprese avranno bisogno di nuove linee di credito bancario per fare fronte alle difficoltà in cui sono costrette a muoversi in questo periodo” ad affermarlo è Mirko Papa, il nuovo presidente della CNA di Terni che ha riorganizzato il proprio direttivo intercomunale del quale fanno parte oltre quaranta imprenditori, le cui aziende sono localizzate a Terni, Narni e Amelia.

Mirko Papa è titolare di un’azienda di costruzioni con circa quindici dipendenti che ha la propria sede operativa ad Amelia e in CNA attualmente è già membro della Presidenza regionale dopo avere ricoperto, in passato, per quattro anni il ruolo di presidente regionale di CNA costruzioni.

“Le imprese – continua Papa – soprattutto quelle manifatturiere, a seguito dei continui aumenti dei costi energetici e delle materie prime, sono costrette a lavorare a pareggio nelle migliori delle ipotesi, quelle delle costruzioni invece hanno i cassetti fiscali pieni di crediti d’imposta e le tasche vuote ed infine le imprese dei servizi sono costrette a subire il continuo calo dei consumi causati dall’aumento dell’inflazione.

Da qui si arriverà presto alla mancanza di liquidità aziendale che presto si tramuterà in nuove esigenze di credito bancario, mentre si stanno riducendo le garanzie rilasciate dal fondo centrale di garanzia alle banche e sono finite le moratorie sugli investimenti e stanno aumentando i tassi d’interesse.

Pertanto servono subito nuove misure regionali tese a sostenere le imprese nell’accesso al credito.

Ma il nuovo direttivo che abbiamo costituito nei giorni passati ha affrontato anche altre tematiche rilevanti per le imprese e per il territorio.  Dalla discussione tra i presenti è emerso che altro problema molto diffuso e che desta molta preoccupazione è la mancanza di personale qualificato”.

I nostri imprenditori – commenta Laura Dimiziani, responsabile territoriale di CNA – concordano sulla necessità di un aumento degli stipendi netti per i proprio dipendenti, fermo restando che il costo del lavoro in Italia è già troppo alto. Sarà pertanto fondamentale che nella prossima legge di bilancio le forze politiche si adoperino per una sostanziale riduzione del cuneo fiscale a vantaggio dei lavoratori: le famiglie devono poter tornare a spendere, perché solo così si può determinare un’inversione di tendenza alla crisi dei consumi ed il rilancio della domanda interna”. Inoltre tutti gli imprenditori hanno bene presente le opportunità che possono derivare dal PNRR e dai nuovi fondi strutturali 2021-2027.

Nel ternano – dichiara Mirko Papa – sono necessarie politiche territoriali allargate che superino inutili campanilismi, anche se Terni esprime delle specificità che devono essere tenute in debita considerazione nella definizione delle politiche regionali.

Ad esempio la nuova stagione di AST è fondamentale per il rilancio del territorio, ma sottolineiamo che anche in questa area sempre più importanza la stanno assumendo le piccole imprese, che sono cresciute negli ultimi anni e l’integrazione tra grande impresa e micro e PMI ci consentono di guardare al futuro con fiducia nonostante le difficoltà del momento, ma sono necessarie politiche di sviluppo differenziate per le diverse tipologie d’imprese.

Lavoreremo sul territorio – conclude il presidente Papa – con un importante e costante coinvolgimento degli imprenditori associati e ricercando sempre una forte sinergia con tutte le forze sociali, le altre associazioni, i sindacati e soprattutto con le istituzioni, riteniamo che solo così si possano superare le difficoltà e i ritardi che interessano l’area Ternana, in questa epoca: si vince o si perde tutti insieme”.

Sticky
Luglio 02, 2022
Commenti disabilitati su Il nuovo presidente di CNA TERNI: le imprese sono costrette a muoversi tra nuove difficoltà

Credito d’imposta per energia elettrica

L’Agenzia dell’Entrate ha pubblicato una circolare che delinea i primi chiarimenti in merito al credito d’imposta per l’acquisto di energia elettrica.

Ecco alcune specifiche:

  • Imprese “non Energivore” e dotate di contatori di energia elettrica di potenza disponibile pari o superiore a 16,5 kW:

Credito di imposta pari al 15% della spesa sostenuta per l’acquisto della componente energetica acquistata ed utilizzata nel secondo trimestre dell’anno 2022, qualora il prezzo della stessa componente, calcolato sulla base della media riferita al primo trimestre 2022, al netto delle imposte e degli eventuali sussidi, abbia subito un incremento del costo per kWh superiore al 30 per cento del corrispondente prezzo medio riferito al medesimo trimestre dell’anno 2019 (D.L. 21/2022, art. 3)

Le aziende clienti assistite dal servizio fiscale potranno rivolgersi direttamente all’ufficio di riferimento al fine di procedere al nuovo servizio di valutazione del diritto all’agevolazione.

Rimaniamo invece a disposizione per supportare tutte le imprese associate nella valutazione del diritto al credito di imposta e al successivo calcolo dello stesso acquistando il servizio nella sezione online del sito: https://www.formazione-cnaumbria.it/prodotto/5209/.

 


 

Se sei cliente rivolgiti alla sede CNA a te più vicina (qui), altrimenti puoi contattare servizioenergia@cnaumbria.it

Sticky
Luglio 01, 2022
Commenti disabilitati su Credito d’imposta per energia elettrica

AUTOTRASPORTATORI: definiti gli importi delle deduzioni forfettarie

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) ha pubblicato l’ammontare delle deduzioni forfetarie per spese non documentate previste a favore degli autotrasportatori per il periodo d’imposta 2021, da indicare nel modello Redditi 2022.

GRAZIE ALL’INCREMENTO DI 10 MILIONI del fondo dedicato ottenuto dalla trattativa con il Governo, le deduzioni per i trasporti effettuati personalmente dall’imprenditore fuori dal comune in cui ha sede l’impresa passano dall’importo di 48,00 euro all’importo di 55,00 euro.

Si ricorda che la deduzione spetta una sola volta per ogni giorno di effettuazione, indipendentemente dal numero dei viaggi.

La deduzione spetta anche per i trasporti effettuati dall’imprenditore all’interno del Comune in cui ha sede l’impresa: in questo caso ammonta al 35% dell’importo riconosciuto per le spese fuori Comune, quindi a 19,25 Euro.

Scarica qui la circolare del MEF

 


 

Per informazioni:

Marina Gasparri – marina.gasparri@cnaumbria.it – 075 5059160

Sticky
Giugno 29, 2022
Commenti disabilitati su AUTOTRASPORTATORI: definiti gli importi delle deduzioni forfettarie

Opportunità per l’export con le Camere di Commercio all’estero

A ottobre si terrà a Perugia la Convention delle CCIE, le Camere di Commercio Italiane all’Estero.

Sarà un’occasione per:

  • capire le potenzialità dei paesi esteri;
  • costruire fin da ora dei progetti di export finalizzati a espandere la propria attività all’estero tramite fiere / eventi / incontri con clienti e operatori;
  • cercare partner tecnologici / investitori.

Le attività concordate con le Camere di Commercio Italiane all’Estero faranno parte delle spese ammissibili nel Voucher Internazionalizzazione della Camera di Commercio dell’Umbria.

In pratica:

  • l’azienda segnala le proprie esigenze, compilando il modulo di manifestazione di interesse (link sotto) entro il 30 giugno;
  • le richieste vengono trasmesse dalla Camera di Commercio dell’Umbria alle Camere di Commercio estere;
  • le Camere di Commercio estere inviano delle proposte di collaborazione che vengono sottoposte alle imprese interessate;
  • qualora le proposte vengano giudicate valide, le aziende possono fare domanda per il voucher;
  • il 10 ottobre imprese e CCIE si incontrano di persona (meeting B2B) in occasione dell’evento di Perugia.

Saranno incentivati anche i raggruppamenti di imprese (es. interessati alla stessa nazione) per ottimizzare costi e risultati.

Non perdere l’occasione, manda subito la tua manifestazione di interesse, qui

Non è vincolante ma c’è tempo solo fino al 30 giugno!


Per informazioni
Barbara Ferrier – barbara.ferrier@cnaumbria.it – 075 5059103

Sticky
Giugno 27, 2022
Commenti disabilitati su Opportunità per l’export con le Camere di Commercio all’estero

NUOVE NORME NEL SETTORE DELLA BIOMASSA

REQUISITI ESSENZIALI DI SICUREZZA DEI SISTEMI DI SCARICO FUMI E ANALISI DI COMBUSTIONE

CNA ha programmato un webinar di approfondimento gratuito per impiantisti termoidraulici sulle nuove norme riferite agli impianti a biomassa con l’obiettivo di fornire una panoramica inerente alla loro applicazione e fornendo utili chiarimenti.

NUOVE NORME NEL SETTORE DELLA BIOMASSA “Requisiti essenziali di sicurezza dei sistemi di scarico fumi e analisi di combustione”

Che si terrà:

Giovedì 07 luglio alle ore 18:00 (registrazioni qui)

 

Tematiche affrontate:

UNI ha pubblicato 2 nuove norme tecniche fondamentali per gli impianti e gli apparecchi alimentati a combustibile liquido e solido.

Si tratta della:

  • UNI 10389-2:2022 “Misurazioni in campo – Generatori di calore – Parte 2: Apparecchi alimentati a biocombustibile solido non polverizzato
  • UNI 11859-1:2022, “Impianti alimentati a combustibile liquido e solido, per uso civile, in esercizio – Linee guida per la verifica dell’idoneità al funzionamento in sicurezza – Parte 1: Sistemi di evacuazione dei prodotti della combustione”

La UNI 10389-2:2022 prescrive le modalità di esecuzione in opera della misurazione del tiraggio per gli apparecchi a biocombustibile solido non polverizzato, l’analisi dei prodotti della combustione e la misurazione del rendimento di combustione per le caldaie (UNI EN 303-5) alimentate con biocombustibile solido non polverizzato e per gli apparecchi a pellet a caricamento automatico,

La UNI 11859-1:2022 definisce invece i criteri per verificare la sussistenza dei requisiti di sicurezza dei sistemi di evacuazione dei prodotti della combustione (SEPC) degli impianti ad uso civile in esercizio alimentati a combustibile liquido e/o solido, indipendentemente dalla data della loro realizzazione, al fine di stabilire se la parte di impianto oggetto di verifica può continuare o meno ad essere utilizzata nello stato in cui si trova, senza pregiudicarne la sicurezza.

Relatori:

  • NADIA POZZATO – Componente del comitato CTI ed esperta del settore
  • MAURO CERETTI – Componente del comitato CTI ed esperto del settore

MODERA

  • GUALTIERO FIORINA – CNA Installazione Impianti e componente comitati CTI

 


 

Per maggiori informazioni contatta:

Sticky
Giugno 23, 2022
Commenti disabilitati su NUOVE NORME NEL SETTORE DELLA BIOMASSA

SUPERBONUS: OLTRE CENTO IMPRESE DI COSTRUZIONI TERNANE RISCHIANO IL FALLIMENTO

SE NON SI SBLOCCA IN TEMPI RAPIDI LA CESSIONE DEL CREDITO

 

Il blocco della cessione del credito e di conseguenza lo stop al Superbonus sta facendo sentire i propri effetti anche nella provincia di Terni.
In base all’indagine condotta dalla CNA nazionale delle oltre 33.000 imprese italiane a rischio fallimento almeno 125 sono ternane.

Nel nostro territorio afferma – Laura Dimiziani – sarebbero devastanti gli effetti negativi oltre che sul sistema delle imprese, già messo a dura prova negli anni passati, anche sul fronte occupazionale con oltre 700 posti di lavoro a rischio.

In questo momento le imprese più in difficoltà – continua Dimiziani – sono quelle che hanno rilasciato ai propri clienti e committenti lo sconto in fattura per tutti i lavori eseguiti in riferimento al Superbonus e a tutti gli altri bonus edilizi.

Le imprese hanno i cassetti fiscali pieni di crediti maturati a seguito dei lavori svolti ma purtroppo le tasche vuote per l’impossibilità, sopraggiunta improvvisamente di cedere il credito alle banche e alle Poste Italiane che fino a pochi giorni fa sono stati i principali interlocutori ai quali si sono rivolte le imprese per la cessione.

Ora le banche hanno comunicato ufficialmente la loro indisponibilità ad acquisire nuovi crediti e stanno rallentando le acquisizioni dei crediti già concordati tra la fine del 2021 ed i primi mesi del 2022, L’ENEA annuncia che sono terminate le risorse disponibili per il 2022 e le imprese, che rappresentano l’anello debole della catena, rischiano di fallire perché hanno creduto e scommesso su un’opportunità prevista dalle norme statali. Sono urgenti interventi immediati da parte del Governo.

Non si possono far fallire tutte imprese che hanno scommesso sulla ripresa, realizzato investimenti importanti e assunto nuovo personale.

Pertanto come CNA stiamo chiedendo un intervento urgente del governo che abbia come obiettivo principale quello di riattivare la cessione del credito almeno per tutti i lavori già avviati e per quelli per i quali sono stati già rilasciati i permessi a costruire. Poi dovranno essere affrontate, per evitare l’insorgere di contenziosi tra i committenti, i tecnici e le imprese, tutte quelle situazioni per le quali sono già stati stipulati contratti d’appalto o realizzati progetti di fattibilità. Solo successivamente magari in sede di discussione della nuova legge di bilancio si potrà ragionare sul futuro rispetto al quale, una volta messe in sicurezza tutte le imprese, siamo disponibili ad un ampio confronto.

Nell’immediato per la nostra associazione le migliori soluzioni potrebbero essere rappresentate dalla possibilità di trasformare i crediti d’imposta in BTP direttamente acquisibili anche dalle imprese, oppure di allungare le tempistiche entro le quali gli intermediari finanziari possono usufruire delle detrazioni portandoli da cinque a dieci anni ampliando così i loro plafond disponibili permettendo di fatto il riavvio della cessione del credito.

Quello che è certo è che la cessione del credito nei prossimi mesi costerà molto di più sia ai committenti privati che alle imprese; d’altronde l’inflazione galoppante, l’incremento degli spread e gli annunci della BCE già stanno provocando l’innalzamento dei tassi d’interesse per tutte le tipologie di finanziamento.

Ad oggi le nostre continue sollecitazioni a livello nazionale e regionale hanno indotto il Senato della Repubblica ad adottare un atto di indirizzo che impegna il Governo a trovare una soluzione accettabile per tutte le parti in causa a partire dalle imprese e dalle banche, ma il tempo non è una variabile indipendente per cui è necessario fare presto.

Da ultimo, ma non per ordine d’importanza, è opportuno un occhio di riguardo soprattutto nei confronti dei cittadini, a partire da quelli meno abbienti, che credendo nelle leggi dello Stato italiano si sono avventurati nella riqualificazione delle proprie abitazioni, senza avere le necessarie risorse finanziarie personali e tantomeno capienza reddituale per portare i crediti in detrazione.

Bene la lotta alle frodi – conclude Dimiziani – ma da parte del governo ora servono tutele per i più deboli: le imprese ed i cittadini, anche quelli ternani.

Sticky
Giugno 23, 2022
Commenti disabilitati su SUPERBONUS: OLTRE CENTO IMPRESE DI COSTRUZIONI TERNANE RISCHIANO IL FALLIMENTO

Bonus Export Digitale

Il Bonus Export Digitale è un contributo a fondo perduto che punta a sostenere le microimprese manifatturiere nelle attività di internazionalizzazione attraverso soluzioni digitali. Il contributo è concesso in regime de minimis per i seguenti importi:

  • 4.000 euro alle microimprese a fronte di spese ammissibili non inferiori a 5.000 euro
  • 22.500 euro alle reti e consorzi a fronte di spese ammissibili non inferiori a 25.000 euro

Soggetti beneficiari

Il contributo è rivolto alle microimprese manifatturiere (con codice ATECO primario compreso tra i codici 10 e 33) con sede in Italia, anche costituite in forma di reti o consorzi (tra micro-imprese) che abbiano avviato da almeno un anno la fatturazione di prodotti commerciali, che siano in regola con il DURC e con gli adempimenti fiscali.

Investimenti ammessi

Il bonus finanzia le spese per l’acquisizione di soluzioni digitali per l’export, fornite da imprese iscritte nell’elenco delle società abilitate.
Le prestazioni puntano a sostenere i processi di internazionalizzazione attraverso:

  • realizzazione di sistemi di e-commerce verso l’estero, siti e/o app mobile
  • realizzazione di sistemi di e-commerce che prevedono l’automatizzazione delle operazioni di trasferimento, aggiornamento e gestione degli articoli da e verso il web
  • realizzazione di servizi accessori all’e-commerce
  • realizzazione di una strategia di comunicazione, informazione e promozione per il canale dell’export digitale
  • digital marketing finalizzato a sviluppare attività di internazionalizzazione
  • servizi di CMS (Content Management System)
  • iscrizione e/o abbonamento a piattaforme SaaS (Software as a Service) per la gestione della visibilità e spese di content marketing
  • servizi di consulenza per lo sviluppo di processi organizzativi e di capitale umano
  • upgrade delle dotazioni di hardware necessarie alla realizzazione dei servizi sopra elencati

Presenta la domanda

Le domande devono essere presentate dal rappresentante legale dei soggetti richiedenti esclusivamente online, tramite il sito https://padigitale.invitalia.it

La presentazione è divisa in due fasi:

  • compilazione della domanda dal 10 maggio al 15 luglio 2022
  • presentazione della domanda dal 16 maggio al 15 luglio 2022

Per richiedere le agevolazioni è necessario essere in possesso di:

  • SPID
  • Casella di posta elettronica certificata (PEC) attiva
  • Firma digitale

Per maggiori informazioni e/o assistenza contatta la nostra Area Bandi e Incentivi:

 

Sticky
Giugno 19, 2022
Commenti disabilitati su Bonus Export Digitale

SPURGHISTI: WEBINAR SUL NUOVO MODELLO DI FORMULARIO OBBLIGATORIO DAL 1° LUGLIO

In vista dell’entrata in vigore il 1° luglio del nuovo modello di formulario (FIR) per gli spurghisti, CNA organizza per martedì 21 giugno dalle ore 11.00 alle ore 12.30 il webinar

Il nuovo modello di formulario (FIR) per i rifiuti derivanti dalle attività di pulizia manutentiva delle reti fognarie

Intervengono:

  • Daniele Gizzi, Presidente Albo Nazionale Gestori Ambientali
  • Maria Carmina Glorioso, Segreteria Tecnica del Comitato Nazionale Gestori Ambientali

Il webinar è gratuito!
Per partecipare clicca qui

Per maggiori informazioni e assistenza sul nuovo formulario per gli spurghisti contatta le nostre sedi territoriali (qui trovi l’elenco degli uffici).

 

Sticky
Giugno 17, 2022
Commenti disabilitati su SPURGHISTI: WEBINAR SUL NUOVO MODELLO DI FORMULARIO OBBLIGATORIO DAL 1° LUGLIO

SOS.tenibilità e Prevenzione con CNA

Presentato in conferenza stampa stamattina 6 giugno il progetto SOS.tenibilità e Prevenzione con CNA”, pensato per fornire supporto ai processi di miglioramento degli standard ambientali delle aziende e a tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.
 

Gli OBIETTIVI del progetto sono quelli di facilitare:

  • la creazione di  un clima favorevole allo svolgimento delle attività d’impresa;
  • l’incremento della sostenibilità ambientale, sociale, economica delle imprese;
  • la conoscenza delle opportunità messe in campo dalle istituzioni per promuovere la crescita sostenibile delle imprese;
  • la diffusione di una maggiore conoscenza degli obblighi normativi in materia di ambiente e sicurezza nei luoghi di lavoro tra gli imprenditori

Metteremo a disposizione delle imprese alcuni servizi GRATUITI quali:

  • Erogazione di 4 ore di formazione e-learning rivolta agli imprenditori in materia di:

– Opportunità per le imprese nel PNRR;

– Opportunità per le imprese nei fondi europei 2021-27 

– Obblighi normativi in materia ambientale;

– Obblighi normativi in materia di sicurezza;

  • Sopralluogo in azienda e verifica tramite check list del rispetto di  tutti gli adempimenti applicabili alle imprese in materia di ambiente e sicurezza nei luoghi di lavoro;
  • Organizzazione di webinar sulle principali opportunità a favore delle imprese;
  • Prima assistenza per la verifica dei requisiti necessari per l’accesso a bandi e incentivi pubblici.

Vai sul sito www.sos-cnaumbria.it o contatta i nostri consulenti nelle sedi territoriali qui

Sticky
Giugno 06, 2022
Commenti disabilitati su SOS.tenibilità e Prevenzione con CNA

La robotica per l’innovazione della Meccanica

Ti invitiamo all’evento “La robotica per l’innovazione della Meccanica”, organizzato in collaborazione con l’Istituto Italiano di tecnologia di Genova e l’Università di Perugia.
Parleremo delle principali ricerche in corso sulla robotica industriale e sulla loro possibile ricaduta sull’attività delle imprese.
Sticky
Maggio 19, 2022
Commenti disabilitati su La robotica per l’innovazione della Meccanica
  • CNA UMBRIA

    Via Angelo Morettini, 7
    06128 Perugia
    Tel: 075 505911 ||
    Fax: 075 5006279
    info@cnaumbria.it
    C.F. 94005590545

  • Generic selectors
    Affina la ricerca
    Cerca nel Titolo
    Cerca nei contenuti
    Cerca in Articoli
    Cerca nelle Pagine
    Cerca per Categorie
    AMBIENTE E SICUREZZA
    ATTIVITA' SINDACALE
    Bandi attivi
    BANDI ATTIVI START UP
    BANDI E INCENTIVI
    Bandi scaduti
    BENESSERE
    CINEMA
    CITTADINO
    CNA INFORMA
    CNA PER LE IMPRESE
    CNA RICONVERTITE
    COMUNICAZIONE
    COSTRUZIONI
    CREA LA TUA IMPRESA
    CREDITO
    DIGITALE
    DIH
    EVENTI
    faq ammortizzatori sociali
    FAQ FISCALI
    FAQ SALUTE E SICUREZZA
    FISCO
    FORMAZIONE
    GIOVANI IMPRENDITORI
    INDAGINI
    INDAGINI CNA
    INNOVAIMPRESA
    LEGISLAZIONE LAVORO
    MANIFATTURIERO
    NAZIONALE
    PENSIONATI
    PRATICHE AUTO _ FITACAR
    PROPOSTE CNA
    SERVIZI
    SERVIZI COMUNITÀ
    SERVIZI IMPRESE
    SERVIZI INNOVATIVI
    SERVIZIO ENERGIA
    SISTEMA CNA
    SMART ATTACK
    SMART WORKING
    SosCNA
    SUPERBONUS
    TRASPORTI
    TURISMO E CULTURA
    ULTIME NOVITA'
    WEBINAR
  • Seguici sui nostri canali social