Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa
Login
or
Register

Istituito il FONDO IMPRESA DONNA

Istituito dal MISE il fondo impresa donna dotato di 40 milioni di euro a favore dell’imprenditoria femminile che sarà gestito da Invitalia.

Possono attingervi imprese a prevalente partecipazione femminile e lavoratrici autonome, già costituite o da costituire, e ubicate in Italia, che possono ottenere:

  • incentivi per la nascita e lo sviluppo dell’imprenditorialità femminile, rivolto a:
    • imprese costituite da meno di un anno
    • lavoratrici autonome con partita IVA da meno di 12 mesi;
    • persone fisiche che vogliano aprire un’impresa femminile
  • incentivi per lo sviluppo e il consolidamento delle imprese femminili, rivolto a:
    • imprese costituite da almeno un anno
    • lavoratrici autonome con partita IVA da almeno di 12 mesi;

 

I programmi di investimento finanziati riguardano i settori:

  • produzione di beni nei settori dell’industria, dell’artigianato e della trasformazione dei prodotti agricoli;
  • fornitura di servizi, in qualsiasi settore;
  • commercio e turismo.

 

Le iniziative incentivate, inoltre, devono:

  • essere realizzate entro 24 mesi dalla concessione delle agevolazioni;
  • prevedere spese ammissibili fino a:
    • 250mila euro (esclusa IVA) per la costituzione e l’avvio di una nuova impresa
    • 400mila euro al netto d’IVA in caso di imprese già costituite.

 

Le agevolazioni assumono la forma del contributo a fondo perduto e del finanziamento agevolato (max 8 anni, tasso zero, non assistito da forme di garanzia) anche in combinazione tra loro:

  • per la nascita e lo sviluppo delle imprese femminili è previsto solo il contributo a fondo perduto:
    • pari all’80% delle spese ammissibili (e comunque max 50mila euro) per i programmi che prevedono spese ammissibili fino a 100mila euro;
    • pari al 50% delle spese ammissibili, per i programmi che prevedono spese ammissibili superiori a 100mila e fino a 250mila euro;
  • per lo sviluppo e il consolidamento delle imprese femminili, previsti sia il contributo a fondo perduto che il finanziamento agevolato:
    • per le imprese femminili costituite da non più di 36 mesi le agevolazioni sono concesse fino a copertura dell’’80% delle spese ammissibili, metà a fondo perduto e metà come finanziamento agevolato;
    • per le imprese femminili costituite da oltre 36 mesi le spese di investimento sono agevolate per metà a fondo perduto e metà come finanziamento, mentre le esigenze di capitale circolante solo come contributo a fondo perduto.

 

Tra le spese ammissibili figurano:

  • immobilizzazioni materiali e immateriali
  • servizi cloud funzionali ai processi portanti della gestione aziendale
  • personale dipendente
  • esigenze di capitale circolante.

 

Le imprese che, dopo una procedura valutativa a sportello, ottengono le agevolazioni possono beneficiare anche di un’assistenza tecnico gestionale per un importo massimo di 5mila euro, in parte fornita da Invitalia, in parte in forma di voucher per l’acquisto di servizi specialistici presso terzi.

 

Le domande dovranno essere compilate esclusivamente con la procedura informatica che sarà messa a disposizione da Invitalia una volta che il Mise avrà definito l’apertura dei termini e tutti gli altri aspetti per la corretta attuazione degli interventi.


Vuoi conoscere maggiori dettagli o avere assistenza nella predisposizione della domanda?
Contatta il nostro ufficio Bandi e Incentivi (075 505911):

Sticky
Marzo 30, 2022
Commenti disabilitati su Istituito il FONDO IMPRESA DONNA

GAL Media Valle, il BANDO

Pubblicato il bando del Gal della Media Valle del Tevere per sostenere la creazione e il potenziamento di microimprese che sviluppino nuove attività e posti di lavoro nei seguenti settori:

  • turismo rurale (e relativi servizi), con l’esclusione delle imprese agricole e degli agriturismi
  • avvio o riqualificazione di esercizi commerciali (in particolare quelli specializzati in prodotti  tipici alimentari o artigianali, biologici e/di qualità certificate)  e negozi di prossimità;
  • attività artigianali di recupero delle tradizioni rurali locali;
  • attività di produzione e servizio nel campo dell’innovazione tecnologica per favorire la qualità della vita rurale, la promozione del territorio, l’uso etico delle risorse.

Ne possono beneficiare le micro imprese già esistenti o da costituire le cui attività ricadano in determinati codici Ateco (scopri qui quali sono) e risiedano/operino e realizzino il programma di investimento nei Comuni di Acquasparta, Assisi, Avigliano Umbro, Bastia Umbra, Bettona, Collazzone, Corciano, Deruta, Fratta Todina, Marsciano, Massa Martana, Montecastello Vibio, Perugia (solo alcune aree), Todi, Torgiano. ESCLUSE le imprese beneficiarie del  bando 643 del 2019.

I costi ammessi al bando sono quelli strettamente legati allo svolgimento dell’attività e sostenuti per:

  • ristrutturare e migliorare beni immobili
  • acquistare nuovi impianti, macchinari, automezzi, attrezzature, forniture, hardware e software
  • acquisto di  inerenti o necessari all’attività
  • creazione e/o implementazione di prodotti informatici/tecnologici inerenti o necessari all’attività
  • spese generali

Gli investimenti, che dovranno essere fatti successivamente all’invio della domanda, dovranno partire da un minimo di 10mila a un massimo di 100mila euro, IVA esclusa.

Le spese (effettuate con bonifico bancario) dovranno essere realizzate entro un anno dall’ammissione all’agevolazione.

L’intensità del contributo, in conto capitale, sarà.

  • del 60% della spesa ammessa
  • del 70% per imprese di giovani e/o donne, oppure ubicate in zone montane o soggette a vincoli naturali significativi

Le domande potranno essere presentate fino al 31 marzo 2022.


Per maggiori informazioni e assistenza nella preparazione della documentazione contatta la nostra Area Bandi e Incentivi

Sticky
Febbraio 03, 2022
Commenti disabilitati su GAL Media Valle, il BANDO

MYSELF, un BANDO per l’AUTOIMPIEGO

La Regione Umbria ha pubblicato Myself, il bando per favorire l’autoimpiego e la creazione d’impresa.

Chi ne può beneficiare?

  • le piccole medie imprese nate dal 1° gennaio 2020 (società commerciali, cooperative, imprese individuali, lavoratori autonomi titolari di partita IVA, società tra professionisti) con sede in Umbria

I progetti imprenditoriali devono riguardare:

  • produzione di beni
  • fornitura di servizi
  • commercio (anche franchising)
  • artigianato

L’agevolazione consiste

  • in un finanziamento da 7.500 a 50mila euro a fronte di una spesa complessiva, al netto di IVA ed oneri accessori, che vada da 10mila a 66.666,67 euro
    • La spesa complessiva deve essere destinata:
      • ad investimenti, per almeno il 70%
      • a spese correnti, per un massimo del restante 30%
    • Il finanziamento
      • non è subordinato all’acquisizione di garanzie a tutela del rimborso
      • va restituito con rate semestrali costanti senza interessi
      • con un piano di ammortamento di max 7 anni
      • 1 anno di preammortamento
  • in un contributo a fondo perduto di 3mila euro denominato “Pacchetto qualificazione”, a copertura di costi per la qualificazione e formazione professionale del titolare o dei soci

 

SINTESI TIPOLOGIA AGEVOLAZIONE

 

Risorse stanziate

 

300.000,00 €

 

700.000,00 €

Spese Ammissibili min 10.000,00 € – max 33.333,34 € min 33.333,35 € – max 66.666,67 €
Finanziamento a tasso

zero

 

min 7.500,00 €- max 25.000,00 €

 

min 25.000,00 € – max 50.000,00 €

Durata finanziamento max 5 anni max 7 anni
Preammortamento 1 anno 1 anno
Contributo pacchetto

qualificazione

 

max. 3.000,00 €

 

Quali sono le spese agevolabili?

Per quanto riguarda gli investimenti:

  • macchinari, attrezzature e arredi funzionali all’attività d’impresa
  • mezzi di trasporto funzionali e strumentali allo svolgimento dell’attività imprenditoriale
  • hardware, software e licenze funzionali all’attività di impresa
  • piccole opere murarie ed impianti (max 20% della spesa)

Ammessi alle agevolazioni anche i beni usati, purché forniti da rivenditori autorizzati (usato garantito) e NON OGGETTO DI PRECEDENTI AGEVOLAZIONI

Per quanto riguarda le spese correnti:

  • affitto (contratto registrato)
  • materie prime, semilavorati etc… inerenti la produzione; materiale di consumo
  • spese pubblicitarie
  • utenze

Come vengono valutate le domande?

Definiti alcuni criteri e l’assegnazione di un punteggio per ciascuno di essi: ammissibili i progetti che ottengono ALMENO 60 PUNTI

Compilazione e invio delle domande

Per la compilazione delle domande di ammissione c’è tempo fino alle ore 12:00 del 31/12/2021, mentre l’invio potrà essere fatto dalle  ore 10.00 del 10/06/2021 e fino alle ore 12.00 del 31/12/2021.


Per maggiori informazioni contatta il nostro ufficio Bandi e Incentivi:

 

Sticky
Giugno 07, 2021
Commenti disabilitati su MYSELF, un BANDO per l’AUTOIMPIEGO

FINANZIAMENTI per l’AUTOIMPIEGO

Disponibili finanziamenti agevolati senza interessi e senza garanzie per l’avvio di piccole iniziative imprenditoriali promosse da NEET*, donne inattive** e disoccupati di lungo periodo*** (leggi qui le specifiche).

Non ci sono scadenze: le domande potranno essere presentate dalle ore 12 del 22 febbraio 2021 e saranno valutate in base all’ordine cronologico di arrivo.

Viene finanziato il 100% degli investimenti compresi tra i 5.000 e i 50mila euro funzionali alla realizzazione di attività per la produzione di beni, fornitura di servizi e commercio (anche in forma di franchising), in tutti i settori (eccetto pesca e acquacultura, produzione primaria in agricoltura).

  • turismo (alloggio, ristorazione, servizi) e servizi culturali e ricreativi
  • servizi
    • alla persona
    • all’ambiente
    • alle imprese
    • multimediali, informazione, comunicazione
  • risparmio energetico ed energie rinnovabili
  • manifattura e artigianato
  • commercio al dettaglio e all’ingrosso
  • trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli (con alcune limitazioni)

Si possono chiedere 3 diversi tipi di finanziamento, rimborsabili in 7 anni (a decorrere dall’anno successivo all’erogazione del prestito), in regime “de minimis”:

  • microcredito (da 5.000 a 25.000 euro)
  • microcredito esteso (da 25.001 a 35.000 euro)
  • piccoli prestiti (da 35.001 a 50.000 euro)

Sono ammissibili tutte le spese relative a:

  • strumenti, attrezzature e macchinari
  • hardware e software
  • opere murarie (max 10% del totale delle spese ammesse)
  • spese di gestione, ad es.: affitti; leasing; utenze; servizi informatici, di comunicazione e di promozione; premi assicurativi; materie prime, materiale di consumo, semilavorati e prodotti finiti; salari e stipendi

Se si ottiene il finanziamento si hanno 3 mesi di tempo per costituire la società e individuare la sede operativa, mentre entro 18 mesi dalla stipula del contratto di finanziamento, l’investimento va completato.

 


Appartieni a una delle categorie interessate e vuoi avere maggiori informazioni sui finanziamenti per l’autoimpiego?

Contatta:

Sticky
Febbraio 03, 2021
Commenti disabilitati su FINANZIAMENTI per l’AUTOIMPIEGO

Un BANDO per IMPRESE CULTURALI e CREATIVE

bando imprese culturali e creative

Pubblicato un bando regionale destinato a:

  • micro, piccole e medie imprese
  • soggetti che agiscono in regime di impresa
  • professionisti

già costituiti o da costituire, che abbiano sede in Umbria e la cui attività principale consista nella creazione e/o valorizzazione di prodotti e beni culturali (controlla qui i codici Ateco ammessi).

A disposizione ci sono risorse per 1 milione di euro.

I progetti dovranno migliorare i cosiddetti attrattori culturali e naturali (scopri quali sono qui) e prevedere, attraverso la stipula di un contratto, il coinvolgimento dei proprietari e/o gestori degli stessi.

L’investimento dovrà essere avviato dopo la presentazione della domanda e di importo complessivo compreso tra i 30mila e i 100mila euro.

Le spese ammissibili riguardano:

  • oneri di costituzione (per le imprese non ancora costituite);
  • personale impiegato nel progetto;
  • strumentazioni, attrezzature, macchinari, software, materiali;
  • servizi di consulenza (max 15% dei costi ammissibili del progetto);
  • prodotti per informazione e promozione;
  • spese generali (10% dei costi relativi al personale)
  • costi fidejussione per eventuale anticipo contributo.

Il progetto dovrà essere realizzato entro un anno dalla data indicata nella domanda o dall’accettazione del contributo.

Il contributo, a fondo perduto, verrà concesso in regime de minimis ed equivale al 70% delle spese ammissibili.

La compilazione delle domande e invio si potrà fare dal 6 al 26 aprile 2021 attraverso la piattaforma on line.

La graduatoria delle domande terrà conto del punteggio ottenuto da ciascuna sulla base di otto diversi requisiti: punteggio minimo 60 punti su 100.


Se vuoi avere informazioni più dettagliate sul bando per le imprese culturali e creative contatta;

 

Sticky
Gennaio 18, 2021
Commenti disabilitati su Un BANDO per IMPRESE CULTURALI e CREATIVE

Bando START UP innovative

 

bando start up

 

Il bando della Regione Umbria rappresenta un sostegno alla creazione e al consolidamento di start up altamente innovative e di spin off della ricerca:

  • start-up: società di nuova creazione caratterizzate da processi produttivi altamente tecnologici ed innovativi, compresa l’utilizzazione di brevetti e opere dell’ingegno riconosciuti in ambito nazionale ed internazionale
  • spin-off aziendali: nuove unità economiche, ad alto contenuto tecnologico e innovativo, costituite da soggetti provenienti da un’impresa già esistente
  • spin-off accademici ad elevate competenze scientifiche: nuove unità economiche caratterizzate da processi produttivi altamente tecnologici ed innovativi o riconosciuti come tali dai regolamenti emanati dall’ateneo di provenienza
  • pmi innovative: piccole e medie imprese che operano nel campo dell’innovazione tecnologica

Per il bando sono stati stanziati 2milioni di euro, di cui:

  • 1 milione di euro per l’Area di crisi complessa Terni-Narni
  • 150mila euro per imprese che operano nell’ambito dell’informazione locale

L’incentivo è concesso sotto forma di contributo a fondo perduto pari al 40% dell’investimento, che deve andare da un minimo di 30mila a un massimo di 500mila euro.

Le spese ammesse sono quelle per:

  • personale dipendente
  • attrezzature
  • consulenze specialistiche

Le domande potranno essere compilate a partire dal 3 settembre 2019 e inviate a partire dal 10 settembre 2019



Vuoi saperne di più?
Contatta l’ufficio Bandi e Incentivi di CNA Umbria:

Sticky
Agosto 06, 2019
Commenti disabilitati su Bando START UP innovative

GAL TERNANO, sostegni alle MICROIMPRESE

gal ternano microimprese

Per le microimprese dei settori commercio, artigianato, turismo, servizi e innovazione tecnologica, già esistenti o ancora da costituire, arriva il sostegno del Gal Ternano.

Potranno partecipare le imprese la cui sede si trova nei comuni di Alviano, Amelia, Arrone, Attigliano, Baschi, Calvi dell’Umbria, Ferentillo, Giove, Guardea, Lugnano in Teverina, Montecastrilli, Montecchio, Montefranco, Narni, Otricoli, Penna in Teverina, Polino, Sangemini, Stroncone e in alcune aree rurali del comune di Terni.

Il plafond di risorse è di 100mila euro e va a sostenere:

  • creazione e potenziamento di imprese nelle aree rurali, soprattutto nei borghi storici, con interventi sostenibili e compatibili di ristrutturazione e miglioramento di beni immobili strettamente necessari allo svolgimento dell’attività;
  • acquisto di nuovi impianti, macchinari, attrezzature e forniture per lo svolgimento dell’attività;
  • acquisto di hardware, software inerenti o necessari all’attività;
  • creazione e/o implementazione di siti internet;
  • alcune spese generali.

L’investimento deve andare da un minimo di 7.500 a un massimo di 20mila euro e va concluso entro 12 mesi dalla concessione del contributo.

I contributi sono a fondo perduto in regime de minimis e pari al 60% della spesa ammissibile( 70% per giovani e/o donne, zone montane o svantaggiate).

Le domande vanno elaborate tramite portale SIAN e inviate via pec o a mano entro le ore 16:00 del 31 ottobre 2019.

Al termine verrà stilata una graduatoria.

_______________________________________________________________________

Se vuoi maggiori informazioni o assistenza per preparare e presentare la domanda, contatta l’ufficio Incentivi di CNA Umbria:

Sticky
Maggio 24, 2019
Commenti disabilitati su GAL TERNANO, sostegni alle MICROIMPRESE

UMBRIATTIVA 2018, microcredito per giovani disoccupati

UMBRIATTIVA 2018

Un milione di Euro per chi ha intenzione di costituire un’impresa o di diventare lavoratore autonomo.

Con UMBRIATTIVA 2018 la Regione mette a disposizione finanziamenti a tasso zero, che possono essere concessi senza garanzie, fino a un massimo di 25mila euro.

L’iniziativa completa il pacchetto di misure di microcredito vedi qui

Possono partecipare coloro che hanno già aderito al programma regionale UMBRIATTIVA 2018, ma anche chi, pur non avendo ancora aderito, possiede i seguenti requisiti:

  • giovani maggiorenni con meno di 30 anni, disoccupati o inoccupati (da almeno 12 mesi se non residenti in Umbria) e non impegnati in percorsi scolastici e formativi;
  • persone di 30 anni o più, disoccupati o inoccupati da almeno 6 mesi (12 mesi se non residenti in Umbria).

Le domande potranno essere inoltrate fino al 31 dicembre 2019.

Per maggiori informazioni contattare:

 

Sticky
Aprile 15, 2019
Commenti disabilitati su UMBRIATTIVA 2018, microcredito per giovani disoccupati

MICROIMPRESE, un BANDO del GAL VALLE UMBRA e SIBILLINI

Contributi in conto capitale per progetti di investimento

microimprese sibillini

Per le microimprese dell’area del Gal Valle Umbra e Sibillini arriva un bando che finanzia investimenti da un minimo di 20mila a un massimo di 100mila euro.

Per scoprire i Comuni che rientrano nell’area geografica clicca qui

I settori di attività interessati sono

  • turismo rurale e servizi connessi
  • creazione o riqualificazione di esercizi commerciali esistenti, anche attraverso l’uso dell’e-commerce, favorendo la specializzazione per i prodotti tipici, biologici e certificati;
  • attività artigianali per il recupero di attività e prodotti della tradizione rurale locale;
  • attività nel campo dell’innovazione tecnologica, in particolare volte a favorire l’accessibilità alle tecnologie di informazione e comunicazione;
  • servizi collettivi rivolti alla popolazione rurale (trasporti, tutela del territorio).

Possono partecipare anche le microimprese non ancora iscritte al Registro della CCIAA, purché inviino la visura entro 60 giorni dalla scadenza del bando.

Favoriti nel punteggio:

  • giovani
  • donne
  • neo imprese

Per essere ammessi al bando occorre:

  • che i progetti siano già cantierabili al momento della domanda
  • che il bene sul quale si chiede il finanziamento sia nella disponibilità della microimpresa (proprietà o affitto)

I costi ammessi a contributo riguardano le spese documentate per:

  • la ristrutturazione e il miglioramento di beni immobili strettamente necessari allo svolgimento dell’attività;
  • l’acquisto di nuovi impianti, macchinari, automezzi, attrezzature e forniture per lo svolgimento dell’attività d’impresa;
  • l’acquisto di hardware e software legati all’attività svolta;

Il contributo in conto capitale è pari al 60%.

Per imprenditori giovani e/o donne o per imprese ubicate in zone svantaggiate la percentuale sale al 70%

Le domande potranno essere presentate dal 1° aprile al 31 maggio 2019.

Per maggiori informazioni e assistenza contattare:

Sticky
Marzo 29, 2019
Commenti disabilitati su MICROIMPRESE, un BANDO del GAL VALLE UMBRA e SIBILLINI
  • CNA UMBRIA

    Via Angelo Morettini, 7
    06128 Perugia
    Tel: 075 505911 ||
    Fax: 075 5006279
    info@cnaumbria.it
    C.F. 94005590545

  • Generic selectors
    Affina la ricerca
    Cerca nel Titolo
    Cerca nei contenuti
    Cerca in Articoli
    Cerca nelle Pagine
    Cerca per Categorie
    AMBIENTE E SICUREZZA
    ATTIVITA' SINDACALE
    Bandi attivi
    BANDI ATTIVI START UP
    BANDI E INCENTIVI
    Bandi scaduti
    BENESSERE
    CINEMA
    CITTADINO
    CNA INFORMA
    CNA PER LE IMPRESE
    CNA RICONVERTITE
    COMUNICAZIONE
    COSTRUZIONI
    CREA LA TUA IMPRESA
    CREDITO
    DIGITALE
    DIH
    EVENTI
    faq ammortizzatori sociali
    FAQ FISCALI
    FAQ SALUTE E SICUREZZA
    FISCO
    FORMAZIONE
    GIOVANI IMPRENDITORI
    INDAGINI
    INDAGINI CNA
    INNOVAIMPRESA
    LEGISLAZIONE LAVORO
    MANIFATTURIERO
    NAZIONALE
    PENSIONATI
    PRATICHE AUTO _ FITACAR
    PROPOSTE CNA
    SERVIZI
    SERVIZI COMUNITÀ
    SERVIZI IMPRESE
    SERVIZI INNOVATIVI
    SERVIZIO ENERGIA
    SISTEMA CNA
    SMART ATTACK
    SMART WORKING
    SosCNA
    SUPERBONUS
    TRASPORTI
    TURISMO E CULTURA
    ULTIME NOVITA'
    WEBINAR
  • Seguici sui nostri canali social