Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa
Login
or
Register

Al via le iscrizioni del PREMIO CAMBIAMENTI 2021

Torna CAMBIAMENTI, il premio che CNA dedica alle imprese, per sostenere le risorse migliori del paese: le persone e le idee

 

Mettiti alla prova con Cambiamenti 2021, il grande concorso nazionale che scopre, premia e sostiene le migliori imprese italiane nate negli ultimi quattro anni (dopo il 1° gennaio 2017) che hanno saputo riscoprire le tradizioni, promuovere il proprio territorio e la comunità, innovare prodotti e processi e costruire il futuro.

Cambiamenti 2021 ha l’obiettivo di riconoscere il merito e offrire occasioni di confronto e visibilità a quelle imprese che con la loro attività rappresentano ogni giorno il meglio dell’Italia e rendono il Paese competitivo.

Come partecipare? 

Vai su Partecipa e segui le indicazioni che ti verranno fornite, al termine del processo di candidatura riceverai una e-mail di conferma dell’avvenuta candidatura.
Numerose saranno le opportunità che ti offriremo, a partire da una rete di consulenti CNA diffusa su tutto il territorio nazionale, fino a molte occasioni di confronto e incontro organizzate ad hoc dalla Confederazione o dai partner del Premio.

Le iscrizioni a Cambiamenti 2021 sono aperte fino al 15 settembre.

Cosa si vince? Scopri i premi 2021, clicca qui.

Regolamento? Verifica se ti riconosci nei nostri valori e se possiedi i requisiti necessari a partecipare, clicca qui

Verranno premiate le tre migliori neo-imprese dell’anno.

 

Per informazioni scrivi a giovani@cnaumbria.it

 

Sticky
Luglio 08, 2021
Commenti disabilitati su Al via le iscrizioni del PREMIO CAMBIAMENTI 2021

MYSELF, un BANDO per l’AUTOIMPIEGO

La Regione Umbria ha pubblicato Myself, il bando per favorire l’autoimpiego e la creazione d’impresa.

Chi ne può beneficiare?

  • le piccole medie imprese nate dal 1° gennaio 2020 (società commerciali, cooperative, imprese individuali, lavoratori autonomi titolari di partita IVA, società tra professionisti) con sede in Umbria

I progetti imprenditoriali devono riguardare:

  • produzione di beni
  • fornitura di servizi
  • commercio (anche franchising)
  • artigianato

L’agevolazione consiste

  • in un finanziamento da 7.500 a 50mila euro a fronte di una spesa complessiva, al netto di IVA ed oneri accessori, che vada da 10mila a 66.666,67 euro
    • La spesa complessiva deve essere destinata:
      • ad investimenti, per almeno il 70%
      • a spese correnti, per un massimo del restante 30%
    • Il finanziamento
      • non è subordinato all’acquisizione di garanzie a tutela del rimborso
      • va restituito con rate semestrali costanti senza interessi
      • con un piano di ammortamento di max 7 anni
      • 1 anno di preammortamento
  • in un contributo a fondo perduto di 3mila euro denominato “Pacchetto qualificazione”, a copertura di costi per la qualificazione e formazione professionale del titolare o dei soci

 

SINTESI TIPOLOGIA AGEVOLAZIONE

 

Risorse stanziate

 

300.000,00 €

 

700.000,00 €

Spese Ammissibili min 10.000,00 € – max 33.333,34 € min 33.333,35 € – max 66.666,67 €
Finanziamento a tasso

zero

 

min 7.500,00 €- max 25.000,00 €

 

min 25.000,00 € – max 50.000,00 €

Durata finanziamento max 5 anni max 7 anni
Preammortamento 1 anno 1 anno
Contributo pacchetto

qualificazione

 

max. 3.000,00 €

 

Quali sono le spese agevolabili?

Per quanto riguarda gli investimenti:

  • macchinari, attrezzature e arredi funzionali all’attività d’impresa
  • mezzi di trasporto funzionali e strumentali allo svolgimento dell’attività imprenditoriale
  • hardware, software e licenze funzionali all’attività di impresa
  • piccole opere murarie ed impianti (max 20% della spesa)

Ammessi alle agevolazioni anche i beni usati, purché forniti da rivenditori autorizzati (usato garantito) e NON OGGETTO DI PRECEDENTI AGEVOLAZIONI

Per quanto riguarda le spese correnti:

  • affitto (contratto registrato)
  • materie prime, semilavorati etc… inerenti la produzione; materiale di consumo
  • spese pubblicitarie
  • utenze

Come vengono valutate le domande?

Definiti alcuni criteri e l’assegnazione di un punteggio per ciascuno di essi: ammissibili i progetti che ottengono ALMENO 60 PUNTI

Compilazione e invio delle domande

Per la compilazione delle domande di ammissione c’è tempo fino alle ore 12:00 del 31/12/2021, mentre l’invio potrà essere fatto dalle  ore 10.00 del 10/06/2021 e fino alle ore 12.00 del 31/12/2021.


Per maggiori informazioni contatta il nostro ufficio Bandi e Incentivi:

 

Sticky
Giugno 07, 2021
Commenti disabilitati su MYSELF, un BANDO per l’AUTOIMPIEGO

RECOVERY PLAN, PROGETTI su misura per il TERRITORIO

PNRR, serve anche un ruolo attivo delle Regioni

Il riconoscimento di un ruolo attivo della Regione e progetti condivisi costruiti su misura per colmare finalmente i gap del territorio umbro. Per la Cna dell’Umbria è questa la ricetta per beneficiare al massimo delle risorse europee del Recovery plan, anziché piani generici calati dall’alto. Per questo, dopo l’ultimo tavolo di concertazione convocato da Palazzo Donini, nei giorni scorsi la Cna ha presentato alla Tesei 16 idee progettuali, in collaborazione con la Confartigianato.

“Noi crediamo che sia proprio questa la strada maestra per non sprecare l’occasione che ci viene offerta da quest’immissione straordinaria di risorse economiche nel nostro sistema economico – afferma il direttore regionale della Cna, Roberto Giannangeli -. Confidiamo che possa essere così e in tal caso non dovremo farci trovare impreparati. Partendo dall’esperienza e dal contatto costante con le imprese umbre, abbiamo messo a punto 16 idee progettuali, condivise con Confartigianato, che riguardano tre ambiti fondamentali: le infrastrutture economiche, l’innovazione del sistema imprenditoriale e le riforme. Per quanto riguarda le infrastrutture economiche, ad esempio, crediamo che accanto all’inserimento della Orte-Falconara e al potenziamento dell’alta velocità, sia fondamentale prevedere il raddoppio della tratta ferroviaria Foligno-Terontola, l’unica che garantirebbe i fondamentali collegamenti giornalieri delle imprese con il nord Italia. Poi c’è il tema della rigenerazione di tutto il patrimonio immobiliare sia pubblico che privato, in particolare delle aree dismesse all’interno dei centri storici delle principali città della regione, ma anche le aree e i capannoni industriali e le strutture alberghiere, magari collegandolo al superbonus e agli altri incentivi ad hoc per abbattere l’inquinamento, risparmiare energia e ridurre il consumo di suolo. Inoltre pensiamo che i tempi siano maturi per una sostanziosa riqualificazione del polo di Umbria Fiere, che deve diventare una struttura in rete con analoghi poli in Europa per favorire l’internazionalizzazione delle imprese umbre, sia ospitando fiere internazionali, sia favorendo la partecipazione delle imprese del territorio a eventi all’estero. Una struttura che ospiti anche eventi congressuali, digitali e di intrattenimento, diventando in questo modo anche un potenziale attrattore turistico. Un’attenzione particolare va riservata anche alle infrastrutture sociali, fondamentali per rilanciare l’occupazione femminile, quindi abbiamo chiesto il potenziamento delle residenze per anziani e la realizzazione di scuole per la primissima infanzia.”

Accanto all’infrastrutturazione economica, i progetti presentati dalle associazioni artigiane hanno toccato il rafforzamento dei sostegni agli investimenti e alla digitalizzazione del sistema imprenditoriale.

“L’acquisizione di nuove competenze – va avanti Giannangeli – è fondamentale per il riposizionamento delle imprese. Per favorirla abbiamo proposto la creazione di un polo umbro specializzato nel coniugare le migliori competenze manuali con le nuove tecnologie digitali, che abbiamo chiamato ‘scuola dei mestieri’. Poi c’è il credito, che rappresenta un asset strategico per le imprese di ogni dimensione. Poiché siamo convinti che il credito bancario continuerà a essere un riferimento importante, soprattutto per le micro-piccole aziende, pensiamo che per rafforzarlo vada rilanciato il sistema delle garanzie.”

Inoltre, partendo dai preoccupanti dati sulla disoccupazione, soprattutto giovanile, una delle idee progettuali presentate riguarda la messa a punto di un progetto a sostegno delle start up innovative il cui core business sia lo sviluppo di prodotti finiti in tutti i settori del made in Italy.

Infine, per Giannangeli una delle priorità è quella delle riforme, soprattutto quella della pubblica amministrazione: quindi spinta alla digitalizzazione ma anche alla semplificazione, uniformando le diverse normative.

“Adesso ci aspettiamo che la Regione convochi presto un ulteriore tavolo di confronto per informare la collettività su quali siano le proposte sulle quali intende confrontarsi con il governo centrale, che proprio in questi giorni sta definendo le nuove linee di intervento che dovranno essere presentate entro il mese prossimo all’Ue. Confidando che le Regioni possano svolgere un ruolo centrale nella definizione delle priorità – conclude Giannangeli –, ci auguriamo anche di poter dare il nostro contributo al rilancio dell’Umbria.”

Scarica la rassegna

Sticky
Marzo 10, 2021
Commenti disabilitati su RECOVERY PLAN, PROGETTI su misura per il TERRITORIO

Un BANDO per IMPRESE CULTURALI e CREATIVE

bando imprese culturali e creative

Pubblicato un bando regionale destinato a:

  • micro, piccole e medie imprese
  • soggetti che agiscono in regime di impresa
  • professionisti

già costituiti o da costituire, che abbiano sede in Umbria e la cui attività principale consista nella creazione e/o valorizzazione di prodotti e beni culturali (controlla qui i codici Ateco ammessi).

A disposizione ci sono risorse per 1 milione di euro.

I progetti dovranno migliorare i cosiddetti attrattori culturali e naturali (scopri quali sono qui) e prevedere, attraverso la stipula di un contratto, il coinvolgimento dei proprietari e/o gestori degli stessi.

L’investimento dovrà essere avviato dopo la presentazione della domanda e di importo complessivo compreso tra i 30mila e i 100mila euro.

Le spese ammissibili riguardano:

  • oneri di costituzione (per le imprese non ancora costituite);
  • personale impiegato nel progetto;
  • strumentazioni, attrezzature, macchinari, software, materiali;
  • servizi di consulenza (max 15% dei costi ammissibili del progetto);
  • prodotti per informazione e promozione;
  • spese generali (10% dei costi relativi al personale)
  • costi fidejussione per eventuale anticipo contributo.

Il progetto dovrà essere realizzato entro un anno dalla data indicata nella domanda o dall’accettazione del contributo.

Il contributo, a fondo perduto, verrà concesso in regime de minimis ed equivale al 70% delle spese ammissibili.

La compilazione delle domande e invio si potrà fare dal 6 al 26 aprile 2021 attraverso la piattaforma on line.

La graduatoria delle domande terrà conto del punteggio ottenuto da ciascuna sulla base di otto diversi requisiti: punteggio minimo 60 punti su 100.


Se vuoi avere informazioni più dettagliate sul bando per le imprese culturali e creative contatta;

 

Sticky
Gennaio 18, 2021
Commenti disabilitati su Un BANDO per IMPRESE CULTURALI e CREATIVE

“CANDIDATI alla presidenza dell’Umbria? ECCELLENTI”

candidati presidenza umbria

Molto soddisfatti”. Con due sole parole Renato Cesca, presidente di Cna Umbria, riassume l’esito del primo confronto pubblico tra i due principali candidati alla presidenza della giunta regionale dell’Umbria, Vincenzo Bianconi e Donatella Tesei, andato in scena ieri (10 ottobre 2019, ndr) di fronte a oltre un migliaio di artigiani, imprenditori e cittadini. Gremito l’auditorium, gremite altre due sale in collegamento audio-video, molte le persone in piedi.

“Siamo soddisfatti – aggiunge Cesca – perché il confronto è stato civilissimo, lontano da qualsiasi polemica, ed entrambi i candidati alla presidenza dell’Umbria ci sono sembrati competenti, anzi, eccellenti. Tesei è stato molto pragmatica; Bianconi ha espresso contenuti fortemente innovativi. Quindi, comunque vadano le elezioni, ci sentiamo ottimisti sul lavoro che si potrà fare con la nuova giunta per il futuro dell’Umbria. Certo, molto dipenderà dagli assessori che verranno individuati. La candidata del centrodestra ha puntato molto sul concetto di squadra e sulle sfide da vincere insieme, mentre Bianconi ha promesso che si affiderà alle persone più competenti, proponendo un unico assessorato all’economia.”

Il confronto, moderato dal direttore de Il Foglio, Claudio Cerasa, è girato attorno alle priorità illustrate in apertura dal direttore della Cna, Roberto Giannangeli, che dovranno informare tutta la programmazione dei nuovi fondi comunitari: puntare sulla formazione per le imprese e i lavoratori, garantire accesso al credito, affrontare la sfida della crescita dimensionale delle imprese, rendere il territorio più competitivo, procedere a una puntuale spending review, puntare sui settori del turismo e della manifattura, sbloccare la ricostruzione post terremoto.

Entrambi i candidati si sono detti d’accordo sull’idea della Cna di puntare sulla formazione degli imprenditori come primo passo per innovare il sistema delle imprese, così come sul credito, per il quale Cna è tornata a riproporre la costituzione di un unico confidi regionale intersettoriale che possa diventare il perno per la costruzione di una nuova filiera della garanzia e a chiedere di attribuire un ruolo diverso alle agenzie regionali che attualmente si occupano di strumenti di garanzia.

Sul tema della crescita dimensionale delle imprese Bianconi ha insistito sulla necessità di puntare sui giovani e sulla creazione di nuove imprese. Tesei ha ribadito l’importanza di valorizzare la costruzione di reti tra imprese e riqualificare le filiere produttive. Inoltre, entrambi hanno concordato sulla richiesta della Cna di mettere in piedi strumenti dedicati ai diversi target dimensionali di impresa per favorire la crescita del tessuto economico e produttivo.

Il tema della competitività del territorio ha visto Tesei puntare sulla necessità di realizzare nuove infrastrutture stradali e di lavorare al collegamento dell’Umbria all’alta velocità. Per Vincenzo Bianconi è necessario elaborare un progetto per lo sviluppo dell’Umbria con un respiro almeno ventennale, che sia fortemente condiviso e presupponga un cambio culturale da parte di tutti, dalle imprese, alle famiglie, dalle istituzioni ai cittadini.

Sulla questione dei termovalorizzatori, posta dalla Cna in modo molto esplicito per far sì che il ciclo dei rifiuti si concluda all’interno della regione, se Donatella Tesei ha sorvolato, è stata invece netta la posizione contraria di Vincenzo Bianconi.

Rispetto all’invito della Cna a puntare sui settori del turismo e della manifattura quali principali driver per la crescita, sia Bianconi che Tesei si sono detti d’accordo: il primo sostenendo la necessità di concentrarsi su un unico tema da sviluppare insieme per l’intero territorio regionale, pur consapevole dell’esistenza di molti campanilismi; la seconda affermando la necessità di unire la promozione di arte, territorio, enogastronomia e manifattura, coinvolgendo molto le città.

La richiesta Cna di puntare a una spending review per liberare risorse per lo sviluppo ha visto i candidati concordi. Se per Tesei bisognerà risparmiare sulla spesa corrente ma, soprattutto, intervenire sulla sanità che assorbe l’80% del bilancio regionale, per Bianconi dovranno essere fatte scelte importanti e condivise attraverso nuovi strumenti di democrazia partecipata, perché avere più risorse da dedicare a tutte le legittime istanze e, al tempo stesso, meno tasse, non sarà possibile.

L’ultimo tema su cui Cna ha chiesto ai candidati di esprimersi è stato quello della ricostruzione post terremoto, che a tre anni dal sisma è ancora inchiodata.

Molte le critiche da Bianconi e Tesei sul modello adottato in questi tre anni, che va assolutamente sottoposto a una revisione e semplificazione estrema se si vuole che la situazione si sblocchi.

Il confronto si è concluso  con l’appello dei due candidati agli elettori.

Donatella Tesei ha ribadito che i cittadini hanno un’occasione unica per mettere la parola fine a un sistema cinquantennale che ha fallito e per far fare in modo che si metta un freno all’emigrazione di tanti giovani umbri, per riconquistare la sanità in uscita dalla regione, per valorizzare il merito e dire no al passato.

Vincenzo Bianconi ha confessato che nella sua vita non avrebbe mai pensato di ritrovarsi candidato alla presidenza della Regione, ma che nonostante le perplessità ha accettato di affrontare questa sfida per mettere la propria esperienza di imprenditore al servizio della comunità con l’obiettivo di contribuire a un salto culturale dell’Umbria, sicuro di poter continuare a esercitare la propria libertà nelle scelte che si troverà a fare se otterrà la fiducia degli elettori.

 

candidati presidenza umbria

Sticky
Ottobre 11, 2019
Commenti disabilitati su “CANDIDATI alla presidenza dell’Umbria? ECCELLENTI”

Investiamo sui GIOVANI: formazione MANAGERIALE gratuita

L’associazione lancia corsi gratuiti di formazione manageriale
e un pacchetto di agevolazioni per i neo imprenditori.

formazione manageriale gratuita

 

Investire sull’auto-imprenditorialità e sulle nuove idee si può e si deve.

Cna Umbria, dopo l’indagine su “L’imprenditoria giovanile in Umbria: dinamiche e tendenze”, presentata pubblicamente la scorsa primavera, lancia il nuovo pacchetto dedicato alle neo imprese: “Be start up. Padrone del tuo futuro”.

L’offerta per i giovani imprenditori comprende:

  • facilitazioni sui costi di avvio impresa e sull’accesso al credito
  • sconti sui servizi
  • formazione manageriale gratuita

“Quella ricerca – afferma Marina Gasparri, responsabile regionale di CNA Giovani Imprenditori – aveva evidenziato l’alto numero di disoccupati presenti in Umbria, specialmente tra gli under 35. L’altro dato emerso era la forte morìa tra le imprese giovanili. Questi elementi, uniti alla convinzione che, in realtà, con gli strumenti e gli incentivi adeguati, l’autoimprenditorialità possa rappresentare un ottimo strumento per ridurre il problema della carenza di lavoro e ridare linfa al tessuto produttivo, ci hanno spinto a realizzare questo pacchetto per i giovani che intendono mettersi in proprio”.

Oltre alle facilitazioni di tipo economico, è sulla formazione manageriale gratuita che Cna punta con decisione.

“Come ho già avuto modo di dire in occasione dell’uscita della nostra ricerca – aggiunge Emanuele Lispi, presidente di Cna Giovani Imprenditori Umbria -, noi crediamo che attivando alcune misure mirate alla formazione manageriale, che aiutino le imprese giovani ad accrescere le competenze gestionali, a mettere a punto piani di marketing digitale, di penetrazione dei mercati, business plan, insieme all’affiancamento nella gestione della fase di start up e nella gestione d’impresa e a un aiuto per accedere al credito, sia possibile ridurre drasticamente l’alta mortalità che colpisce le imprese giovani.”

I corsi gratuiti dedicati al business plan e al marketing plan sono in partenza a Perugia, Terni, Gubbio e Città di Castello.

Tutti i giovani che aderiranno potranno entrare a far parte della community d’imprese della CNA dell’Umbria.

Scarica la rassegna stampa



Di seguito il calendario della formazione gratuita per NEO IMPRENDITORI sulla creazione di un BUSINESS PLAN e un MARKETING PLAN.

docenti: MASSIMILIANO POLIMANTI, responsabile servizi fiscali CNA UMBRIA
docenti: BARBARA FERRIER, servizi innovativi CNA UMBRIA
    • PERUGIA
      Business Plan lunedì 21/10/2019
      Marketing Plan lunedì 28/10/2019

 

    • TERNI
      Business Plan mercoledì 23/10/2019
      Marketing Plan mercoledì 30/10/2019

 

    • CITTÀ DI CASTELLO
      Business Plan martedì 05/11/2019
      Marketing Plan martedì 12/11/2019

 

  • GUBBIO
    Business Plan giovedì 7/11/2019
    Marketing Plan giovedì 14/11/2019

Iscriviti subito qui

 

Sticky
Settembre 18, 2019
Commenti disabilitati su Investiamo sui GIOVANI: formazione MANAGERIALE gratuita

CAMBIAMENTI: prorogato al 30 settembre il premio per le nuove IMPRESE

 

Vista la grande PARTECIPAZIONE,  il termine di scadenza delle iscrizioni al Premio è stato prorogato al 30 SETTEMBRE!

Dal 1° luglio sono aperte le iscrizioni a Cambiamenti, premio al pensiero innovativo delle neo imprese italiane (nate dopo il 1-1-2016) indetto dalla CNA, che verrà assegnato il 28 novembre a Roma.

Attività oramai rientrata tra gli eventi di spicco dell’universo delle startup, ha registrato, nelle prime tre edizioni, oltre 2100 imprese candidate, con più di 60 eventi territoriali di premiazione.

Tante le opportunità per le imprese che, candidandosi al Premio, entreranno a far parte di una vera e propria comunità di startup che, anche dopo le premiazioni territoriali e quella nazionale, potrà godere di possibilità di confronto e un programma di alta formazione dedicato.

Ecco i principali premi in palio:

1- ventimila euro

2- una settimana di vacanza presso una struttura Bluserena
3- due anni di noleggio a lungo termine di un’auto
4- partecipazione a importanti masterclass realizzate con la collaborazione dei partner di Cambiamenti
5- servizi e altre opportunità con il supporto di Artigiancassa, Samsung e una straordinaria rete di partner  

Vedi come è andata lo scorso anno qui

 

Cambiamenti 2019

Cambiamenti 2018

Scopri come partecipare su www.premiocambiamenti.it


Per l’Umbria contatta: Marina Gasparri – 075/5059160 – marina.gasparri@cnaumbria.it

Sticky
Settembre 06, 2019
Commenti disabilitati su CAMBIAMENTI: prorogato al 30 settembre il premio per le nuove IMPRESE

BANDO per AUTOIMPIEGO e CREAZIONE di IMPRESE

ONLINE l’avviso destinato al sostegno di nuove iniziative imprenditoriali

bando autoimpiego

 

Il bando della Regione Umbria ha una dotazione di 1milione e 350mila euro, di cui:

*        il 25% a favore di giovani under 35

*        il 40% a favore di donne 

Sono previste alcune priorità per:

a) progetti che prevedono quote di cofinanziamento privato degli investimenti maggiori superiori al 25% e fino ad un massimo del 50%;

b) numero di soci;

c) progetti presentati da lavoratori espulsi dal mercato del lavoro o da altre categorie di soggetti svantaggiati e/o con disabilità;

d) numero di nuovi occupati;

e) localizzazione della sede operativa in:

  • area di crisi complessa Terni-Narni,
  • aree di crisi industriale non complessa,
  • area di crisi della A. Merloni Spa in Amministrazione straordinaria;

f) localizzazione della sede operativa nel centro storico di Comuni con più di 15mila abitanti;

g) negozi storici;

h) appartenenza ai settori delle lavorazioni artistiche e tradizionali e dell’abbigliamento su misura, con priorità a ceramica, legno, ferro, tessitura, ricamo a mano e oreficeria.

L’incentivo è concesso

  • sotto forma di finanziamento a tasso zero, ricompreso da un minimo di 25mila a un massimo di 50mila euro, che deve essere destinato per il 70% a spese di investimenti e per il 30% a spese correnti
  • sotto forma di contributo a fondo perduto nella misura del 70% e fino ad un massimo di 3.500 euro, per le spese di formazione professionale del titolare o dei soci oppure per le spese destinate a consulenze specialistiche

Le domande potranno essere presentate dal 16 settembre al 16 dicembre 2019.

La procedura valutativa sarà a sportello.


Vuoi saperne di più?
Contatta l’ufficio Bandi e Incentivi di CNA Umbria:

Sticky
Agosto 01, 2019
Commenti disabilitati su BANDO per AUTOIMPIEGO e CREAZIONE di IMPRESE

“CNA NEXT LAB, l’impresa possibile” a Perugia

CNA NEXT LAB

Sei un/una giovane imprenditore/imprenditrice o stai per diventarlo? Allora partecipa a “CNA NEXT LAB, l’impresa possibile”

mercoledì 3 luglio – ore 15.30

c/o POST – OFFICINA della SCIENZA e della TECNOLOGIA

Via del Melo, 34 – Perugia

Potrai confrontarti con altre giovani imprese su tanti temi.

Tra gli altri ci saranno:

  • Laura Cipollone – Responsabile nazionale CNA Giovani Imprenditori
  • Federico Giuliani – Progettista e Responsabile prodotto Umbria Kinetics
  • Emanuele Lispi – Presidente CNA Giovani Imprenditori Umbria

Coordinerà i lavori Marina Gasparri, Responsabile di CNA Giovani Imprenditori Umbria.

Iscriviti a CNA NEXT LAB!

L’incontro fa parte delle iniziative  in preparazione di CNA NEXT, l’evento nazionale di CNA che mette al centro le giovani imprese e i giovani che vogliono mettersi in proprio.

Nell’edizione 2019, che si volgerà a Milano il prossimo autunno, si parlerà dell’impresa come strumento per crescere economicamente e socialmente in un Paese dove, invece, il cosiddetto “ascensore sociale” sembra bloccato.

_______________________________________________________________________

Per maggiori informazioni contatta:

 

Sticky
Giugno 18, 2019
Commenti disabilitati su “CNA NEXT LAB, l’impresa possibile” a Perugia

Un BANDO per le MICROIMPRESE del TRASIMENO ORVIETANO

microimprese trasimeno orvietano

Arriva dal Gal Trasimeno Orvietano un bando per le microimprese non agricole.

Oggetto del finanziamento saranno le operazioni in grado di sviluppare nuove attività e occupazione nei settori:

  • attività di turismo rurale e dei servizi connessi;
  • creazione o riqualificazione di esercizi commerciali, anche attraverso lo strumento dell’e-commerce, con particolare riguardo a quelli dedicai alla vendita di prodotti alimentari o artigianali tipici, biologici e/o di qualità certificata;
  • attività artigianali per il recupero delle attività e dei prodotti della tradizione rurale locale;
  • attività di produzione e servizio nel campo dell’innovazione tecnologica con particolare riferimento alle attività volte a favorire l’accessibilità alle tecnologie di informazione e comunicazione ;
  • attività di servizi collettivi rivolti alla popolazione rurale (trasporti, interventi per la tutela del territorio, etc…).

A disposizione c’è un plafond di 1 milione di euro.

Le microimprese, già esistenti o da costituire, dovranno avere la propria sede legale e unità operativa nel territorio del GAL Trasimeno Orvietano

  • AREA TRASIMENO: Magione, Passignano sul Trasimeno, Tuoro sul Trasimeno, Castiglione del lago, Città della Pieve, Piegaro, Panicale e Paciano
  • AREA ORVIETANO: San Venanzo, Montegabbione, Monteleone d’Orvieto, Fabro, Parrano, Ficulle, Allerona, Orvieto, Porano, Castel Viscardo e Castel Giorgio.

Gli interventi finanziabili riguardano:

  1. la ristrutturazione e miglioramento di beni immobili strettamente necessari allo svolgimento dell’attività;
  2. l’acquisto di nuovi impianti, macchinari, automezzi, attrezzature e forniture per lo svolgimento dell’attività;
  3. l’acquisto di hardware, software inerenti o necessari all’attività;
  4. la creazione e/o implementazione di siti internet;
  5. spese generali

Il sostegno, soggetto alla regola del “de minimis”, sarà in forma di contributo in conto capitale pari al 60% della spesa ritenuta ammissibile (del 70% per imprenditori giovani e/o donne) e fino a un massimo di 70mila euro.

L’investimento minimo richiesto è di 20mila euro.

Le domande potranno essere presentate fino alle ore 14:00 dell’11 ottobre 2019.

_______________________________________________________________________

Se vuoi maggiori informazioni o assistenza per preparare e presentare la domanda, contatta l’ufficio Incentivi di CNA Umbria:

Sticky
Maggio 24, 2019
Commenti disabilitati su Un BANDO per le MICROIMPRESE del TRASIMENO ORVIETANO
  • CNA UMBRIA

    Via Angelo Morettini, 7
    06128 Perugia
    Tel: 075 505911 ||
    Fax: 075 5006279
    info@cnaumbria.it
    C.F. 94005590545

  • Generic selectors
    Affina la ricerca
    Cerca nel Titolo
    Cerca nei contenuti
    Cerca in Articoli
    Cerca nelle Pagine
    Cerca per Categorie
    AMBIENTE E SICUREZZA
    ATTIVITA' SINDACALE
    Bandi attivi
    BANDI ATTIVI START UP
    BANDI E INCENTIVI
    Bandi scaduti
    BENESSERE
    CINEMA
    CITTADINO
    CNA INFORMA
    CNA PER LE IMPRESE
    CNA RICONVERTITE
    COMUNICAZIONE
    COSTRUZIONI
    CREA LA TUA IMPRESA
    CREDITO
    DIGITALE
    DIH
    faq ammortizzatori sociali
    FAQ FISCALI
    FAQ SALUTE E SICUREZZA
    FISCO
    FORMAZIONE
    GIOVANI IMPRENDITORI
    INDAGINI
    INNOVAIMPRESA
    LEGISLAZIONE LAVORO
    MANIFATTURIERO
    NAZIONALE
    PENSIONATI
    PRATICHE AUTO _ FITACAR
    PROPOSTE CNA
    SERVIZI
    SERVIZI COMUNITÀ
    SERVIZI IMPRESE
    SERVIZI INNOVATIVI
    SISTEMA CNA
    SMART ATTACK
    SMART WORKING
    SUPERBONUS
    TRASPORTI
    TURISMO E CULTURA
    ULTIME NOVITA'
  • Seguici sui nostri canali social