Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa
Login
or
Register

ARTIGIANO IN FIERA, un SUCCESSO per l’UMBRIA

Numeri da record. Anche se mancano ancora i dati definitivi, non si era mai vista tanta gente affollare gli ampi corridoi di AF, la kermesse internazionale sui prodotti dell’artigianato che va in scena ogni anno nel capoluogo lombardo all’interno degli spazi della fiera di Milano – Rho. L’edizione 2022 si sviluppa su 7 padiglioni, con 2.350 espositori (dei quali 510 nuovi, 700 under 35) e 84 Paesi del mondo presenti e rappresentati. Inaugurata il 3 dicembre, chiuderà domenica 11. Lo spazio dedicato all’Umbria è tra quelli più visitati in assoluto, a dimostrazione del potere attrattivo rappresentato dal brand Umbria. E ieri (05/12, ndr) la presidente della Regione, Donatella Tesei, e l’assessore allo sviluppo economico, Michele Fioroni, sono arrivati a Milano e hanno fatto visita agli espositori umbri presenti alla fiera.

Una visitaafferma Francesco Vestrelli, responsabile di CNA Manifattura Umbria – che certifica in modo istituzionale l’importanza assunta da questa manifestazione, non solo per le nostre imprese ma anche per il territorio”.

Le imprese umbre quest’anno sono una quarantina, anche grazie all’impegno di Assogal, l’associazione dei gruppi di azione locali, che insieme a CNA Promexport Umbria ne coordina la partecipazione, puntando a promuovere non solo i prodotti dell’Umbria ma la regione nella sua interezza. Appartenenti a tutti i settori merceologici, le imprese espongono il meglio dei prodotti artigianali umbri al padiglione 3 della fiera: dal tartufo alla ceramica, dalle birre ai complementi d’arredo, dai prodotti della norcineria a quelli fashion, dai dolci all’olio, alla birra, alla crescia, al cioccolato, ai cosmetici, ai gioielli e molto altro ancora.

Ma accanto alle eccellenze dell’artigianato – prosegue Vestrelli – si fa anche promozione attiva delle eccellenze del territorio, in uno sforzo di sistema che perseguiamo da molti anni e che oggi è realtà. Intanto con la presenza di stand che offrono informazioni e vendono veri e propri pacchetti turistici, o con lo spazio dedicato al lago Trasimeno e a tutto quello che quest’area può offrire ai turisti. Ma anche con un calendario fitto di eventi collaterali per presentare le manifestazioni storiche umbre di maggior spicco – anche con l’ausilio di tecnologie digitali -, le celebrazioni in programma per il 500° anniversario della morte del Perugino e del Signorelli, le degustazioni dei vari prodotti agroalimentari. Quest’anno la grafica degli stand riporta anche il nuovo logo promozionale delle bellezze della regione che la giunta di palazzo Donini ha presentato il mese scorso alla stampa e che riprende il fortunato slogan Umbria, cuore verde d’Italia. Perché l’obiettivo comune è lo stesso – conclude Vestrelli –: esaltare le eccellenze delle produzioni artigiane accanto alle tante eccellenze che il nostro territorio è in grado di offrire”.


Hai un’impresa e non hai mai partecipato ad Artigiano in fiera nello stand Umbria? Contatta i nostri servizi innovativi e scopri come partecipare in futuro

Sticky
Dicembre 06, 2022
Commenti disabilitati su ARTIGIANO IN FIERA, un SUCCESSO per l’UMBRIA

Tutti i CONTRIBUTI per il TRASPORTO TURISTICO

Se sei titolare di un’impresa di trasporto turistico ecco tutti i contributi a cui puoi accedere al momento:

  • 5 milioni di euro di ristori, riservati alle imprese del trasporto turistico mediante autobus coperti.
    • fino alle ore 16 del giorno 8 dicembre 2022 è possibile richiedere un contributo proporzionale alle perdite subite ( a condizione che la diminuzione del fatturato e dei corrispettivi nell’anno 2021 sia di almeno il 30% rispetto a quelli del 2019).
  • 50 milioni di euro, riservati all’acquisto di mezzi a elevata sostenibilità per le imprese del trasporto persone non soggette a obblighi di servizio pubblico
    • è imminente l’apertura della piattaforma (questo il link non ancora attivo) per richiedere un contributo per l’acquisito di bus turistici elettrici, ibridi, a metano, o a gasolio euro VI nuova generazione. Per approfondimenti vedi qui la news già pubblicata.
  • 15 milioni di euro come contributi per il caro-carburante per le imprese del trasporto persone non soggette a obblighi di servizio pubblico
    • è in apertura la piattaforma (questo il link https//carburantebus2022 non ancora attivo) per richiedere un contributo fino al 20% della spesa sostenuta nel secondo quadrimestre del 2022 per l’acquisto di carburante destinato a mezzi M2 o M3, alimentati a metano, a gas naturale liquefatto, ibridi, o euro VI.

Se vuoi maggiori informazioni contatta:

Sticky
Novembre 29, 2022
Commenti disabilitati su Tutti i CONTRIBUTI per il TRASPORTO TURISTICO

Aumenta il potere d’acquisto dei tuoi dipendenti con i FRINGE BENEFIT

Vuoi aumentare il potere di acquisto dei tuoi dipendenti?

Puoi farlo attraverso il riconoscimento dei cosiddetti Fringe Benefit per un massimo di 3mila euro.

Ma cosa sono?
Rappresentano una cessione di beni e servizi a favore dei lavoratori non soggetti a tassazione, né per l’impresa che li eroga, né per il lavoratore che li percepisce.
Quindi l’impresa che eroga un benefit del valore di 100 euro al dipendente, non avrà costi aggiuntivi; lo stesso vale per il dipendente che li riceve, perché non andranno ad aumentare il suo reddito imponibile.

Se vuoi approfittarne, i fringe benefit dovranno essere corrisposti entro il 31 dicembre 2022.

ATTENZIONE:
I Fringe benefit possono essere riconosciuti sotto forma di voucher o buoni pasto. L’unico caso in cui possono essere riconosciuti in denaro è quando sono a supporto del pagamento delle utenze domestiche (acqua, energia elettrica e gas). In questo caso, però, il lavoratore dovrà documentare gli importi delle utenze fornendo la copia delle bollette.

Per maggiori informazioni contatti i nostri uffici: qui trovi l’elenco di tutte le sedi CNA in Umbria

Sticky
Novembre 25, 2022
Commenti disabilitati su Aumenta il potere d’acquisto dei tuoi dipendenti con i FRINGE BENEFIT

Decreto AIUTI QUATER, i punti principali

Dopo la pubblicazione del decreto AIUTI QUATER, vediamo quali sono i punti principali di interesse per le imprese e i cittadini.

 

Superbonus 

La detrazione viene ridotta al 90% per le spese sostenute dal 1° gennaio 2023.

Gli interventi su edifici condominiali possono continuare a fruire dell’aliquota al 110% per il 2023 a condizione che:

  • la CILA venga presentata entro il 25 novembre p.v.;
  • la delibera assembleare che abbia approvato l’esecuzione dei lavori risulti adottata prima del 25 novembre 2022;
  • l’istanza per l’acquisizione del titolo abilitativo per gli interventi comportanti la demolizione e la ricostruzione degli edifici sia stata presentata entro il 25 novembre 2022

Inoltre, viene riaperta la possibilità per le singole abitazioni di accedere al Superbonus anche per il 2023 a condizione che si tratti di prima casa e che i proprietari stessi non raggiungano un reddito di 15.000 euro l’anno, innalzato in base al quoziente familiare.

Per le villette unifamiliari che abbiano completato il 30% dei lavori entro il 30 settembre 2022, l’aliquota al 110% si applica fino al 31 marzo 2023.

 

Esenzione IMU 

Esentati dalla seconda rata IMU 2022 gli immobili destinati a spettacoli cinematografici, teatri e sale per concerti e spettacoli, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori dell’attività.

 

Tax credit acquisto energia e gas

Prolungate le misure introdotte con i precedenti decreti Aiuti e confermate le aliquote previste dal DL Aiuti ter.

I tax credit sono previsti anche sulle spese sostenute per l’acquisto di energia elettrica e gas naturale a dicembre 2022 .

Per le imprese “energivore” il contributo per le spese sostenute nel mese di dicembre 2022 è determinato con riguardo al prezzo convenzionale dell’energia elettrica (corrispondente alla media di Dicembre 2022 del prezzo unico nazionale dell’energia elettrica).

 

Proroga taglio accise

Prorogato fino al 31 dicembre 2022 il taglio delle accise su alcuni carburanti, con le aliquote rideterminate nel modo seguente:

  • benzina: 478,40 euro per mille litri;
  • oli da gas o gasolio usato come carburante: 367,40 euro per mille litri;
  • gas di petrolio liquefatti (GPL) usati come carburanti: 182,61 euro per mille chilogrammi;
  • gas naturale usato per autotrazione: zero euro per metro cubo.

Inoltre, per lo stesso periodo, l’aliquota IVA applicata al gas naturale usato per autotrazione è stabilita nella misura del 5 per cento.

 

Misure caro bollette

Le imprese italiane possono richiedere ai propri fornitori di energia elettrica e gas naturale la rateizzazione (max 36 mesi) delle bollette di luce e gas limitatamente agli importi in eccesso rispetto a quelli medi pagati nel 2021. La misura è applicabile ai consumi registrati nel periodo 1° ottobre 2022- 31 marzo 2023 e fatturati entro il 30 settembre 2023.

Le imprese interessate devono fare richiesta ai fornitori entro 15 giorni dal ricevimento della bolletta, dopodiché riceveranno una proposta di rateizzazione (importi dovuti, tasso di interesse eventualmente applicato, date di scadenza etc…).
SACE S.p.a. è autorizzata a concedere alle imprese, ad alcune condizioni, una garanzia pari al 90% per cento degli indennizzi generati dalle esposizioni relative ai crediti vantati dai fornitori di energia elettrica e gas naturale residenti in Italia.

 

Passaggio al mercato libero

L’obbligo di passaggio dal mercato di maggior tutela al mercato libero è spostato al 2024  per tutti i clienti domestici.

 

Registratori Telematici

Per il 2023 si prevede la concessione di un credito d’imposta riservato ai soggetti obbligati alla memorizzazione e la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi.

Il contributo è pari al 100%  della spesa sostenuta per l’adeguamento degli strumenti utilizzati per la memorizzazione e trasmissione ai fini delle nuove disposizioni in materia di lotteria degli scontrini, fino a 50 euro per ogni registratore telematico aggiornato.

 

Benefit aziendali esentasse 

Prevista una misura di welfare aziendale che punta a incrementare gli stipendi dei lavoratori, attraverso il rimborso anche delle utenze. Infatti, per il 2022 viene alzato fino a 3.000 euro il tetto dell’esenzione fiscale dei cosiddetti “fringe benefit” aziendali.


Per maggiori informazioni contatta i nostri uffici (link alle sedi)

Sticky
Novembre 22, 2022
Commenti disabilitati su Decreto AIUTI QUATER, i punti principali

Evento CNA INAIL: “Lavoratori over 50: una risorsa per l’azienda”

Insieme per un welfare a sostegno dell’invecchiamento attivo della popolazione lavorativa
Lavoratori over 50: una risorsa per l’azienda

Convegno presso la Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica Villa Umbra | 23 Novembre 2022 ore 10.30-13.00

 

Si parlerà di invecchiamento attivo dei lavoratori nell’incontro organizzato dalla Direzione regionale dell’Inail e da CNA Umbria, in programma Mercoledì 23 Novembre dalle ore 10.30 alle ore 13.00 presso la Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica Villa Umbra Perugia. L’incontro è diretto a imprese, lavoratori, medici del lavoro, psicologi, nutrizionisti, fisioterapisti.

L’invecchiamento della popolazione lavorativa è un fenomeno imprescindibile e in continuo aumento: entro il 2030, infatti, in Europa la forza lavorativa sarà la più anziana della storia.

Oggi, in Umbria, l’età media della popolazione lavorativa è 46,6 anni: siamo la 4° regione più anziana d’Italia.

In un contesto come questo è necessario affrontare il tema dell’invecchiamento a livello imprenditoriale e sociale, sensibilizzando contestualmente le imprese a:

  • cambiare atteggiamento verso l’invecchiamento del lavoratore
  • implementare le misure organizzative necessarie affinchè i lavoratori “esperti” siano una risorsa per l’impresa e venga favorita la sinergia e la cooperazione tra le diverse generazioni
  • adottare strumenti di prevenzione che favoriscano l’invecchiamento attivo per diminuire assenze per malattia, denunce di malattie professionali e infortuni

Nel corso dei lavori ci sarà spazio per presentare il progetto “In-Age: ogni età ha la sua forza!” realizzato da CNA Umbria, in collaborazione con la Direzione regionale dell’INAIL, al quale hanno partecipato alcune imprese artigiane del territorio regionale.

Programma dell’evento (Locandina evento)

Introduzione/saluti
Avv. Marco Magarini Montenero
Amministratore Unico della Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica

Dott. Roberto Giannangeli
Direttore CNA Umbria

Dott.ssa Alessandra Ligi
Direttore Regionale INAIL Umbria

Dott.ssa Gabriella Madeo
Servizio Prevenzione, Sanità
veterinaria, Sicurezza alimentare Regione Umbria

Interventi
Prof. Giacomo Muzi
“Medicina del Lavoro, Malattie Respiratorie e Tossicologia Professionali e Ambientali”
Università degli Studi-Azienda Ospedaliera di Perugia

Dott.ssa Patrizia Bodo
Dipartimento di Prevenzione USL Umbria 1

Dott. Luca Latini
Dipartimento di Prevenzione USL Umbria 1

Dott.ssa Monica Salciarini
Dirigente Medico Direzione Regionale INAIL Umbria

Dott.ssa Anna Lisa Agneletti
Responsabile Regionale Servizi Ambiente e Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro di CNA Umbria  “In Age: ogni età ha la sua forza!” esperienze a confronto con la partecipazione di:
Dott.sa Margherita Pera – Psicologa del lavoro
Dott. Michele Bagliani – Biologo nutrizionista
Dott. Riccardo Canfora – Fisioterapista  
Dott. Gabriele Galatioto – Responsabile Risorse Umane ditta Galassia SRL

L’invito è aperto a tutti, la partecipazione è gratuita, gradita registrazione qui

 

Sticky
Novembre 11, 2022
Commenti disabilitati su Evento CNA INAIL: “Lavoratori over 50: una risorsa per l’azienda”

Credito d’imposta per ENERGIA ELETTRICA e GAS NATURALE

Segnaliamo che anche per i mesi di ottobre e novembre 2022 sono stati previsti crediti d’imposta, con aliquote aumentate, per l’acquisto di energia elettrica e gas a favore delle imprese.

Già in precedenza, con il Decreto Aiuti e il Decreto Aiuti Bis, era stata riconosciuta la possibilità di richiedere i crediti di imposta da parte delle imprese per l’acquisto di energia elettrica (anche autoprodotta) e gas naturale.

Di seguito si riportano i requisiti per l’accesso alle varie misure:

  • Imprese dotate di contatori di energia elettrica di potenza disponibile pari o superiore a 16,5 kW:
    • Credito di imposta pari al 15% della spesa sostenuta per l’acquisto della componente energetica acquistata ed utilizzata nel secondo trimestre dell’anno 2022, qualora il prezzo della stessa componente, calcolato sulla base della media riferita al primo trimestre 2022 abbia subito un incremento del costo per kWh superiore al 30 per cento del corrispondente prezzo medio riferito al medesimo trimestre dell’anno 2019;
    • Credito di imposta pari al 15% della spesa sostenuta per l’acquisto della componente energetica acquistata ed utilizzata nel terzo trimestre dell’anno 2022, qualora il prezzo della stessa componente, calcolato sulla base della media riferita al secondo trimestre 2022, abbia subito un incremento del costo per kWh superiore al 30 per cento del corrispondente prezzo medio riferito al medesimo trimestre dell’anno 2019
  • Imprese e dotate di contatori di energia elettrica di potenza disponibile pari o superiore a 4,5 kW:
    • Credito di imposta pari al 30% della spesa sostenuta per l’acquisto della componente energetica acquistata ed utilizzata nel periodo ottobre-novembre dell’anno 2022, qualora il prezzo della stessa componente, calcolato sulla base della media riferita al terzo trimestre 2022, abbia subito un incremento del costo per kWh superiore al 30 per cento del corrispondente prezzo medio riferito al medesimo trimestre dell’anno 2019
  • Imprese “non gasivore”:
    • Credito di imposta pari al 25% della spesa sostenuta per l’acquisto della componente materia prima gas naturale acquistata ed utilizzata nel secondo trimestre dell’anno 2022, qualora il prezzo di riferimento del Mercato Infragiornaliero gas naturale, calcolato come media, riferita al primo trimestre 2022 abbia subìto un incremento superiore al 30 per cento del corrispondente prezzo medio riferito al medesimo trimestre dell’anno 2019.
    • Credito di imposta pari al 25% della spesa sostenuta per l’acquisto della componente materia prima gas naturale acquistata ed utilizzata nel terzo trimestre dell’anno 2022, qualora il prezzo di riferimento del Mercato Infragiornaliero gas naturale, calcolato come media, riferita al secondo trimestre 2022 abbia subìto un incremento superiore al 30 per cento del corrispondente prezzo medio riferito al medesimo trimestre dell’anno 2019.
    • Credito di imposta pari al 40% della spesa sostenuta per l’acquisto della componente materia prima gas naturale acquistata ed utilizzata nel periodo ottobre-novembre dell’anno 2022, qualora il prezzo di riferimento del Mercato Infragiornaliero gas naturale, calcolato come media, riferita al terzo trimestre 2022, abbia subìto un incremento superiore al 30 per cento del corrispondente prezzo medio riferito al medesimo trimestre dell’anno 2019*.

CNA rimane a disposizione con un proprio servizio dedicato per supportare le imprese nella valutazione del diritto al credito di imposta e al successivo calcolo dello stesso.

Per le aziende clienti è possibile rivolgersi presso l’ufficio competente (qui), altrimenti si faccia riferimento al form di contatto sottostante:




    Vi autorizzo al trattamento dei dati come da Privacy Policy*


    * Dati obbligatori per accedere al form





    Sticky
    Novembre 08, 2022
    Commenti disabilitati su Credito d’imposta per ENERGIA ELETTRICA e GAS NATURALE

    CANCELLAZIONE d’UFFICIO delle PEC IRREGOLARI

    Per le Pec irregolari delle imprese si procederà con la cancellazione d’Ufficio. Lo comunica la CCIAA dell’Umbria, che il 3 novembre ha avviato la procedura di cancellazione per tutti quegli indirizzi di posta certificata irregolari iscritti nel Registro Imprese (indirizzi non validi e indirizzi revocati).

    Per verificare se l’indirizzo Pec della tua impresa risulta tra quelli avviati a cancellazione consulta il sito della CCIAA (link).

    Le imprese che avranno la Pec cancellata hanno 30 giorni di tempo per aprirne un’altra valida e comunicarla al registro delle Imprese attraverso l’invio di una pratica telematica, esente dal pagamento dell’imposta di bollo e dei diritti di segreteria. In alternativa le imprese possono riattivare il domicilio digitale revocato, contattando direttamente il gestore che ha rilasciato la PEC.

    Per le imprese inadempienti verrà attivata una Pec d’ufficio attiva SOLO IN RICEZIONE e dovranno pagare una multa amministrativa.

    Sticky
    Novembre 07, 2022
    Commenti disabilitati su CANCELLAZIONE d’UFFICIO delle PEC IRREGOLARI

    Autoproduzione di energia: “incentivi per il fotovoltaico”

    Presentata stamattina la manovra “SOLAR ATTACK“: la Regione Umbria destina 26 milioni per sostenere la realizzazione di nuovi impianti fotovoltaici per l’auto-produzione di energia da parte delle imprese, comprese quelle artigianali e commerciali. 

    Una manovra dedicata all’autoconsumo, in risposta alla crisi energetica attuale e nella ferma volontà che sia fondamentale incentivare fortemente la transizione energetica e gli investimenti in rinnovabili.

    Sono stati previsti incentivi differenziati in base alla dimensione dell’investimento e dell’impresa.

    PRESENTAZIONE DOMANDE: compilazione dal 25/01/23; presentazione dal 30/01 al 28/02/23

    Scarica il documento “Solar Attack”

    BANDO SOLAR ATTACK note operative

    Sticky
    Novembre 02, 2022
    Commenti disabilitati su Autoproduzione di energia: “incentivi per il fotovoltaico”

    MYSELF PLUS, il BANDO per le NUOVE IMPRESE

    Per le imprese nate nel corso del 2022 (o da costituirsi entro 90 giorni dall’accoglimento della domanda) torna il bando MYSELF PLUS, rifinanziato dalla Regione Umbria con 1 milione di euro.

    Ne possono beneficiare piccole e medie imprese commerciali, cooperative, imprese individuali, lavoratori autonomi con partita IVA, società tra professionisti iscritti ad albi professionali, purché abbiano sede in Umbria.

    Si specifica che per data di costituzione s’intende:

    • per le imprese individuali ed i lavoratori autonomi, la data di rilascio della partita IVA,
    •  per le società, la data di iscrizione al Registro delle Imprese presso la CCIAA.

    Escluse le domande di imprese che:

    • rappresentino la mera continuazione di attività preesistenti anche se sotto diverso nome o forma giuridica
    • frutto di fusione, cessione/affitto azienda o ramo di azienda di società già esistente

    Possono ottenere il finanziamento i progetti che rientrano nella produzione di beni, fornitura di servizi, commercio anche in forma di franchising, artigianato (NO produzione primaria agricoltura-pesca-acquacoltura, lotterie e similari).

    Le agevolazioni sono corrisposte in regime “de minimis” e prevedono:

    • finanziamento a tasso zero (minimo 7,500 – max 50mila euro) a copertura di una spesa complessiva da 10mila a 66.666,67 euro (con cofinanziamento da parte dell’impresa)
    • contributo a fondo perduto fino al 20% della spesa ammissibile (post rendicontazione del progetto).

    Per essere ammissibile la spesa deve essere destinata almeno al 60% a investimenti materiali/immateriali e per il 40% a spese correnti.

    Non sono richieste garanzie a tutela del rimborso del finanziamento, che va restituito in quote semestrali costanti senza interessi (piano di ammortamento max 7 anni, 1 anno pre-ammortamento).

    SINTESI TIPOLOGIA AGEVOLAZIONE
    Spese Ammissibili min 10.000,00 € – max 33.333,33 € min 33.333,34 € – max 66.666,67 €
    Finanziamento a tasso

    zero

     

    min 7.500,00 €- max 25.000,00 €

     

    min 25.000,00 € – max 50.000,00 €

    Durata finanziamento max 5 anni max 7 anni
    Preammortamento 1 anno 1 anno
    Contributo a fondo perduto Non superiore al 20% della spesa ammissibile Non superiore al 20% della spesa ammissibile

    Quali sono le spese agevolabili?

    Investimenti in beni (anche usati ma forniti da rivenditori autorizzati, che non siano stati oggetto di precedenti contributi pubblici etc…)
    a. macchinari, attrezzature e arredi funzionali all’attività d’impresa,
    b. hardware, software e licenze funzionali all’attività di impresa, sito web e-commerce,
    c. piccole opere murarie ed impianti fino ad un massimo del 20% della spesa complessiva per investimenti;
    d. mezzi di trasporto, limitatamente ai casi in cui risultino funzionali e strumentali allo svolgimento dell’attività imprenditoriale,

    Spese correnti
    a. redazione business plan finalizzato alla presentazione della domanda di agevolazione e consulenze per la gestione del progetto d’impresa per max. 1.500,00+Iva;
    b. consulenze specialistiche finalizzate alla costituzione e avvio d’impresa;
    c. locazione commerciale dell’immobile adibito a sede operativa aziendale, purché documentata da contratto di locazione registrato,
    d. materie prime, materiale di consumo, semilavorati e prodotti finiti inerenti il processo produttivo,
    e. pubblicità,
    f. utenze;
    g. formazione professionale specialistica ovvero consulenze specialistiche (finalizzate alla formazione e arricchimento professionale imprenditorie e amm.ri) per max. 3.000,00 + Iva.

    A quando devono risalire le spese?

    • per le imprese già costituite:
      • per almeno il 50% da spese sostenute dall’impresa a partire dal giorno successivo alla data di presentazione della domanda di accesso alle agevolazioni ed entro 12 mesi dalla valuta di accredito del finanziamento;
      • per il restante massimo 50% da spese sostenute dall’ impresa a partire dal giorno successivo alla data di costituzione.
    • per le imprese da costituire le spese devono essere sostenute dal giorno successivo la costituzione.

    TUTTE LE SPESE OGGETTO DEL PROGETTO AMMESSO DOVRANNO ESSERE INTERAMENTE SOSTENUTE ENTRO 12 MESI DALL’ACCREDITO DEL FINANZIAMENTO A TASSO ZERO, che verrà erogato dopo la rendicontazione di almeno il 25% della spesa totale.

     

    Le domande verranno valutate a punti sulla base di una serie di requisiti:

    • Coerenza tra il profilo formativo-professionale dei proponenti ed il progetto proposto
    • Opportunità di mercato e prospettive di sviluppo
    • Innovatività dell’iniziativa proposta (di progetto, di prodotto, di servizio, di organizzazione)
    • Coerenza e sostenibilità delle previsioni economico- finanziarie

    Per l’ammissione servono almeno 60 punti.

    Le domande vanno presentate digitalmente nei seguenti termini:

    • la compilazione può essere fatta a partire dalle ore 10:00 del 15/11/2022 e fino alle ore 12:00 del 31/01/2023
    • la trasmissione può avvenire dalle ore 10.00 del 21/11/2022 e fino alle ore 12.00 del 31/01/2023.

    Per maggiori informazioni e assistenza sul bando MYSELF Plus contatta:

    Sticky
    Novembre 02, 2022
    Commenti disabilitati su MYSELF PLUS, il BANDO per le NUOVE IMPRESE

    AUTOTRASPORTO, arriva il CREDITO di IMPOSTA AD BLUE

    Hai un’impresa di Logistica o Trasporto merci conto terzi? Dal 4 al 29 novembre puoi presentare la domanda per ottenere il credito di imposta del 15% sui costi per l’acquisto di Ad BLUE.

    Vediamo meglio di cosa si tratta.

    Per averne diritto le imprese devono;

    • avere sede in Italia
    • essere iscritte all’Albo nazionale degli autotrasportatori e al REN
    • utilizzare veicoli (di massa complessiva da 1,5 t) con motori diesel di categoria euro 5 o superiore

    Il Credito d’imposta del 15%  è riconosciuto per le spese (IVA esclusa) per AD Blue sostenute a partire dal 1° gennaio 2022, da comprovare attraverso le fatture d’acquisto.

    Il credito è cumulabile con altre agevolazioni sugli stessi costi, a condizione che non si superi il costo effettivamente sostenuto.

    La domanda va presentata sulla stessa piattaforma dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli utilizzata per il credito d’imposta sul gasolio, attraverso la finestra “credito d’imposta AD BLUE”.

    Valgono anche le stesse modalità operative:

    • accesso e registrazione tramite SPID/CNS/CIE;
    • compilazione e caricamento (formato .csv) del file targhe e del file fatture;

    La piattaforma aprirà alle ore 10.00 del 4 novembre e chiuderà alle ore 24.00 del 29 novembre.
    Le imprese che devono registrarsi per la prima volta alla piattaforma potranno accedere, ai soli fini della registrazione, dal 2 novembre.

    Il credito, che viene assegnato in base all’ordine cronologico di arrivo delle domande, fino a esaurimento delle risorse, e nel rispetto dei limiti della normativa sugli aiuti di Stato,  può essere utilizzato esclusivamente in compensazione

    Scarica qui il decreto del MIMS sul credito d’imposta 15% ADBLUE.


    Per maggiori informazioni su come ottenere il credito di imposta AD BLUE contatta:

    Sticky
    Ottobre 28, 2022
    Commenti disabilitati su AUTOTRASPORTO, arriva il CREDITO di IMPOSTA AD BLUE
    • CNA UMBRIA

      Via Angelo Morettini, 7
      06128 Perugia
      Tel: 075 505911 ||
      Fax: 075 5006279
      info@cnaumbria.it
      C.F. 94005590545

    • Generic selectors
      Affina la ricerca
      Cerca nel Titolo
      Cerca nei contenuti
      Cerca in Articoli
      Cerca nelle Pagine
      Cerca per Categorie
      AMBIENTE E SICUREZZA
      ATTIVITA' SINDACALE
      Bandi attivi
      BANDI ATTIVI START UP
      BANDI E INCENTIVI
      Bandi scaduti
      BENESSERE
      CINEMA
      CITTADINO
      CNA INFORMA
      CNA PER LE IMPRESE
      CNA RICONVERTITE
      COMUNICAZIONE
      COSTRUZIONI
      CREA LA TUA IMPRESA
      CREDITO
      DIGITALE
      DIH
      EVENTI
      faq ammortizzatori sociali
      FAQ FISCALI
      FAQ SALUTE E SICUREZZA
      FISCO
      FORMAZIONE
      GIOVANI IMPRENDITORI
      INDAGINI
      INDAGINI CNA
      INNOVAIMPRESA
      LEGISLAZIONE LAVORO
      MANIFATTURIERO
      NAZIONALE
      PENSIONATI
      PRATICHE AUTO _ FITACAR
      PROPOSTE CNA
      SERVIZI
      SERVIZI COMUNITÀ
      SERVIZI IMPRESE
      SERVIZI INNOVATIVI
      SERVIZIO ENERGIA
      SISTEMA CNA
      SMART ATTACK
      SMART WORKING
      SosCNA
      SUPERBONUS
      TRASPORTI
      TURISMO E CULTURA
      ULTIME NOVITA'
      WEBINAR
    • Seguici sui nostri canali social