Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa
Login
or
Register

AMBIENTE e SICUREZZA, OCCHIO agli AGGIORNAMENTI!

Emanati una serie di provvedimenti legislativi che contengono interventi in materia di ambiente, salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e sugli adempimenti da parte delle imprese. 

In molti casi previste sanzioni MOLTO pesanti e SOSPENSIONE dell’attività

  • prorogata al 30 giugno 2022 l’entrata in vigore delle nuove regole sull’etichettatura degli imballaggi (art.219 co.5 del D. Lgs.152/06) e, di conseguenza, anche la possibilità di utilizzare quelli non conformi a tali requisiti
  • prorogata al 1° marzo 2022  la sorveglianza radiometrica sui semilavorati metallici. Fino ad allora  e finché non sarà adottato il nuovo DM, valgono le disposizioni precedenti (allegato XIX del D. Lgs.101/2020)
  • confermato il rinvio al 2023 dell’entrata in vigore della plastic tax ( 0,45 centesimi di euro per ogni chilo di prodotti di plastica monouso venduto) e sugar tax (applicata alle bevande “dolci”, con o senza zucchero)
  • aumentano le competenze in materia di salute e sicurezza dell’Istituto Nazionale del Lavoro (INL), che avrà, insieme all’Asl, anche un compito di coordinamento delle attività di controllo in ambito provinciale
  • modificata la norma che contiene i requisiti e le regole per la sospensione dell’attività imprenditoriale (art. 14 del D.Lgs 81/08):
    • scatterà in presenza del 10% di personale “in nero” (prima era il 20% e scattava solo in caso di recidiva)
    • l’impresa sospesa non potrà più contrattare con la PA per tutto il periodo di sospensione
    • le sanzioni per lavoro irregolare o violazione delle regole sulla sicurezza sono raddoppiate nel caso in cui l’azienda si sia macchiata degli stessi reati nei 5 anni precedenti
    • nel caso di violazione della sospensione dell’attività previsto l’arresto dell’imprenditore (fino a 6 mesi per violazioni della sicurezza; da 3 a 6 mesi e multa fino a 6.400 euro per lavoro irregolare)
  • modificata la norma che regola la formazione obbligatoria in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro:
    • verranno individuate, con la modifica degli accordi Stato-Regioni,  entro il 30 giugno 2022,  le durate, i contenuti minimi e le modalità della formazione obbligatoria a carico dell’impresa, nonché le modalità di svolgimento degli esami finali dei corsi e delle verifiche durante lo svolgimento del lavoro
    • verranno definite le prove pratiche per l’addestramento, che dovrà essere tracciato in un registro sia cartaceo che informatico
    • la formazione per i Preposti potrà essere fata solo in presenza e prevede l’aggiornamento biennale.

Per maggiori informazioni contatta i nostri uffici territoriali (qui trovi l’elenco delle sedi)

Sticky
Gennaio 14, 2022
Commenti disabilitati su AMBIENTE e SICUREZZA, OCCHIO agli AGGIORNAMENTI!

TATUAGGI a COLORI? Un po’ di CHIAREZZA

Niente più tatuaggi a colori? Non è proprio così.

ll 4 gennaio 2022 entrerà in un regolamento europeo che ha introdotto nuove norme sulle sostanze contenute negli inchiostri per tatuaggi o trucco permanente.

Il regolamento, quindi, non vieta l’impiego dei colori da parte dei tatuatori, ma introduce regole e indicazioni destinate ai produttori di pigmenti relative alla composizione chimica delle miscele per tatuaggi.

Questa scelta arriva dopo un percorso di revisione scientifica e tecnica sui rischi per la salute derivanti da alcune sostanze contenute nei colori dei tatuaggi, che non potranno più contenere le sostanze cancerogene e tossiche, mentre per quelle su cui non ci sono dati sufficienti per stabilire una soglia, è prevista una quantità molto bassa.

Una deroga temporanea di un anno è stata decisa per il Pigment Blue 15:3 e il Pigment Green 7, poiché attualmente non esistono alternative più sicure e tecnicamente adeguate per la loro produzione.

I tatuatori troveranno nelle etichette l’indicazione del rispetto della nuova normativa. In caso di poca chiarezza suggeriamo di chiedere ai fornitori di avere maggiori indicazioni e dichiarazioni.

“L’entrata in vigore del regolamento potrebbe comportare, almeno in una fase inziale, un aumento dei costi per i tatuatori e difficoltà nell’approvvigionamento – dichiara Marina Gasparri -. Ma l’invito, ancora una volta, è quello di rivolgersi solo a veri professionisti, perché gli abusivi, non sottoposti ad alcun controllo, continueranno per lungo tempo a utilizzare inchiostri non più a norma.”

Sticky
Dicembre 28, 2021
Commenti disabilitati su TATUAGGI a COLORI? Un po’ di CHIAREZZA

Novità tintolavanderie: contributi a fondo perduto e formazione gratuita

Buone notizie per il settore delle tintolavanderie.

A breve la Regione Umbria pubblicherà un bando con contributi a fondo perduto riservati alle tintolavanderie e calcolati in modo proporzionale alla perdita di fatturato del 2020 rispetto al 2019.

Inoltre, grazie alla collaborazione con l’Università di Roma “La Sapienza”, sarà possibile partecipare a un percorso di aggiornamento su alcuni dei più importanti temi di interesse per gli operatori del settore:

  • conoscenza del mondo tessile: etichettatura, classificazione e lavorazione delle fibre, ecc.
  • tecniche di lavaggio: tutto quello che c’è da sapere sui lavaggi e sulla chimica.
  • capi speciali: ecopelle o similpelle, tinto in capo, accessori e fibre metalliche
  • marketing: organizzazione, servizi aggiuntivi, le lavanderie nell’era dei social.

Il percorso di aggiornamento è fruibile on line, con la comodità quindi di poterlo frequentare in qualsiasi momento.

I seminari on line sono inclusi nei servizi offerti dalla tessera CNA. Se non sei già associato, puoi farlo subito con una promozione dedicata al settore delle tintolavanderie.

Per le imprese già associate, ecco il modulo di iscrizione: https://iscrizioni.formerete.it/moduli/manutenzione_tessile.aspx

Tra i dati richiesti dovrai inserire la CNA di appartenenza, quindi CNA UMBRIA.
Successivamente riceverai sulla tua casella di posta elettronica le credenziali e il link di accesso alla piattaforma di formazione a distanza. Durante il percorso didattico avrai a disposizione un tutor che ti assisterà per ogni problema.

Qui trovi il programma del corso, scarica il programma

 


 

Per avere maggiori informazioni sul bando, sul percorso di aggiornamento e sulla relativa promozione, contatta: Marina Gasparri, 075/5059160 marina.gasparri@cnaumbria.it

Sticky
Dicembre 08, 2021
Commenti disabilitati su Novità tintolavanderie: contributi a fondo perduto e formazione gratuita

MORATORIA, NO a OSTACOLI dalle BANCHE

“Mentre siamo alla vigilia di una ripresa tanto attesa quanto indispensabile per risollevarci dalle pesanti conseguenze della pandemia, non vorremmo che alcune banche mettessero i bastoni tra le ruote cercando di non concedere la moratoria sui prestiti, prorogata dal governo fino al 31 dicembre 2021.”

Antonello Cozzali, presidente di Fidimpresa Umbria, il confidi della Cna che nei prossimi giorni entrerà a far parte di UNI.CO dando vita a un soggetto interregionale della garanzia, è preoccupato per i segnali che arrivano da alcuni istituti di credito, che stanno facendo qualche resistenza al prolungamento della moratoria.

Una situazione denunciata anche dalla Cna nazionale, che è intervenuta scrivendo al direttore generale dell’Abi, Giovanni Sabatini, ribadendo che “il decreto governativo stabilisce che la proroga è una operazione in continuità e non comporta la revisione della situazione creditizia del beneficiario da parte della banca.”

La banca, quindi, non rischia nulla nell’applicare il proseguimento della moratoria – precisa Cozzali -. Non si può mettere a rischio la possibilità di una ripresa economica, sia nei settori che stanno ancora affrontando molte criticità, come ad esempio il comparto dell’aeronautica che sta pagando il blocco dei voli aerei, ma anche in quelli già investiti da una ripartenza robusta dell’attività, come le costruzioni, che però sono alle prese anche con un forte rincaro delle materie prime che scarseggiano e con la mancanza di manodopera specializzata. La crescita prevista per i prossimi mesi darà certamente fiato alla nostra economia, ma dobbiamo essere ancora pazienti. Quando il sistema imprenditoriale avrà ripreso a generare flussi di cassa idonei a garantire il rispetto di impegni assunti prima della pandemia, allora si potranno adottare misure più selettive.”

E che il tema del credito rappresenti una preoccupazione costante per le imprese, soprattutto per quelle di dimensioni minori che faticano maggiormente a trovare linee di credito, lo dimostra un’indagine della Cna nazionale su un campione significativo di aziende. È risultato infatti che, complessivamente, ben l’84% del campione degli intervistati ritiene che, senza la proroga dei prestiti, non riuscirebbe a rispettare gli impegni con l’istituto finanziatore (35%) o avrebbe molti problemi a farlo (48%).

“Per questo – conclude Antonello Cozzali – rivolgiamo un forte appello agli istituti di credito a dar seguito alla proroga della moratoria prevista dal decreto e a facilitare la ripresa dell’economia e del sistema Paese.”

Sticky
Giugno 11, 2021
Commenti disabilitati su MORATORIA, NO a OSTACOLI dalle BANCHE

DOMICILIO DIGITALE, obbligo di comunicare la PEC

pec domicilio digitale

Scade il 1° ottobre il nuovo termine entro il quale imprese e professionisti che non lo avessero già fatto, devono comunicare il proprio “domicilio digitale” (indirizzo Pec).

Per quanto riguarda le imprese (sia quelle individuali che le società) la mancata comunicazione della Pec al Registro camerale territoriale comporterà:

  • una sanzione da 206,00 a 2.064,00 euro per le società e da 30,00 a 1.548,00 euro per le imprese individuali
  • l’assegnazione d’ufficio di un indirizzo Pec

Per le imprese di nuova costituzione l’indirizzo Pec dovrà essere comunicato obbligatoriamente al momento della richiesta di iscrizione al Registro delle imprese: in caso contrario la richiesta verrà sospesa.

Per quanto riguarda i professionisti la comunicazione delle Pec deve essere fatta ai rispettivi Ordini o Collegi, i quali dovranno pubblicare elenchi riservati con i dati degli iscritti consultabili dalle sole amministrazioni pubbliche.

Per i professionisti il mancato adempimento dell’obbligo comporterà:

  • in un primo momento una diffida a comunicare la Pec entro 30 giorni
  • in caso di inadempienza anche alla diffida, la sospensione dall’Ordine/Collegio


Non hai ancora un indirizzo PEC e/o non lo hai ancora comunicato?

Nei nostri uffici territoriali puoi trovare assistenza per:

  • la creazione (ed eventualmente gestione) di un indirizzo Pec Legalmail
  • la comunicazione della Pec al Registro camerale (solo per le imprese)

Contattaci al più presto!

Sticky
Settembre 25, 2020
Commenti disabilitati su DOMICILIO DIGITALE, obbligo di comunicare la PEC

SPORT di CONTATTO, c’è l’ORDINANZA

sport di contatto

Pubblicata ieri (6 luglio 2020) l’ordinanza della Regione Umbria che regola la riapertura degli sport di contatto e di squadra a partire dall’8 luglio.

Le attività sportive potranno essere praticate rispettando scrupolosamente le linee guida approvate il 25 giugno scorso dalla Conferenza delle Regioni.

Se hai dei dubbi e richieste di chiarimenti contatta i nostri uffici territoriali (qui trovi l’elenco delle sedi).

Sticky
Luglio 07, 2020
Commenti disabilitati su SPORT di CONTATTO, c’è l’ORDINANZA

CNA INFORMA LIVE: Eco e Sisma BONUS

 

Continua il fitto calendario di webinar gratuiti per gli imprenditori del nostro territorio.
Il terzo seminario gratuito è dedicato questa volta all’Eco e Sisma Bonus con Pasquale Trottolini Responsabile Cna Costruzioni Umbria.

Vedremo insieme gli ambiti di intervento e tutte le reali opportunità per il settore costruzioni e impiantistica.

Mercoledì, 10 giugno 17:00

ISCRIVITI QUI

Sticky
Giugno 05, 2020
Commenti disabilitati su CNA INFORMA LIVE: Eco e Sisma BONUS

CNA INFORMA LIVE: webinar sul decreto RILANCIO

 

Proseguono i nostri appuntamenti GRATUITI dedicati al mondo delle imprese. Dopo CNA INFORMA LIVE dedicato agli incentivi digitali (vedi qui) ora è la volta del DECRETO RILANCIO e in particolare analizzeremo tutte le opportunità per le imprese.

Martedì 9 giugno alle 17 con Massimiliano Polimanti Responsabile Regionale Area Fiscale Cna Umbria

ISCRIVITI SUBITO qui

Sticky
Giugno 04, 2020
Commenti disabilitati su CNA INFORMA LIVE: webinar sul decreto RILANCIO

A TESTA ALTA: progetto formativo sull’Autoriparazione

Dalla nostra collaborazione con Quattroruote Professional e Autopromotec nasce “A TESTA ALTA

progetto formativo Autoriparazione

 

Un progetto formativo per il mondo dell’Autoriparazione per dare utilità a questo tempo insolito e ripartire al meglio.

Lo faremo attraverso un programma di incontri e corsi di formazione virtuali accessibile in maniera semplice e gratuita per tutti coloro i quali vogliono affrontare questo periodo A TESTA ALTA.

Sarà l’occasione per dedicarvi alla vostra crescita professionale, per condividere nuovi progetti, per far descrivere lo scenario da esperti del settore, perché quando la situazione è più chiara, diventa possibile anche prendere decisioni di successo.

Gli incontri virtuali hanno come ospiti gli esperti del settore: due appuntamenti settimanali di venti minuti, molto concreti e ricchi di spunti!

Per i corsi di formazione l’accesso è sempre libero, ma i posti sono limitati per riuscire a garantire l’interazione con i docenti che cercheranno di spiegare alcuni elementi fondamentali riguardanti la gestione dell’impresa, le attività di marketing e i nuovi possibili business. Per chi non dovesse riuscire ad accedere alle lezioni in diretta, le registrazioni delle lezioni verranno poi caricate sul sito focusofficcina.com e nel sito di CNA Autoriparazione.

Trovi il programma e il link per accedere qui:

https://www.focusofficina.com/a-testa-alta/

 

Nel frattempo, non esitare a contattarci per ogni dubbio sui protocolli anti-contagio che in questo periodo devono essere specificamente adottati da tutti gli esercizi che rimangono aperti e per avere assistenza sui vari strumenti messi a disposizione delle imprese: dagli ammortizzatori sociali fino alle prime valutazioni da fare a seguito del decreto appena approvato che metterà in circolo liquidità per le imprese.

Sarà importante non farsi trovare impreparati!

 



Per maggiori informazioni:

Sticky
Aprile 09, 2020
Commenti disabilitati su A TESTA ALTA: progetto formativo sull’Autoriparazione

Settore BENESSERE, ABUSIVI in AZIONE

 

“Mentre i provvedimenti del Governo hanno imposto la chiusura alle imprese del benessere per contrastare la diffusione del Coronavirus, gli abusivi di queste professioni continuano a lavorare. Si tratta di un pericolo grave per tutta la collettività e l’ennesimo schiaffo in faccia agli operatori regolari.”

La denuncia arriva da Marina Gasparri, responsabile regionale di Cna Benessere Umbria, che aggiunge: “Con la chiusura dei centri di estetica, dei saloni di acconciatura e delle attività di tatuaggio e piercing, si è creato uno spazio vuoto in Umbria (ma anche altrove), diventato territorio esclusivo di chi opera al di fuori di ogni regola, a partire da quelle sulla sicurezza. Senza nessun ritegno, infatti, le offerte degli abusivi sui social e con il passa parola  si sono moltiplicate. È un fenomeno gravissimo, soprattutto in questo periodo: chi esercita abusivamente, oltre al grave danno economico e sociale, mette a rischio la salute delle persone e la propria, recandosi presso le abitazioni in aperta violazione delle norme igieniche e delle procedure indispensabili per evitare il diffondersi del contagio. Per gli operatori regolari,  che hanno correttamente sospeso ogni attività sopportando le conseguenze economiche di un mese di mancati ricavi, è l’ennesima beffa. Come CNA ricordiamo a chi sceglie di ricorrere a un operatore abusivo che viola la legge due volte: la prima perché si avvale di persone che lavorano in modo illegale, la seconda perché contravviene alle norme contro il contagio. Inoltre corre gravi rischi per la propria salute e per quella dei familiari.

Ci stiamo adoperando per chiedere alle autorità di controllo di avviare azioni specifiche  per bloccare l’operato degli abusivi nel settore Benessere. Qui non si tratta  solo di un problema di evasione fiscale e lavoro nero, ma anche e soprattutto di salute pubblica.”

Sticky
Aprile 07, 2020
Commenti disabilitati su Settore BENESSERE, ABUSIVI in AZIONE
  • CNA UMBRIA

    Via Angelo Morettini, 7
    06128 Perugia
    Tel: 075 505911 ||
    Fax: 075 5006279
    info@cnaumbria.it
    C.F. 94005590545

  • Generic selectors
    Affina la ricerca
    Cerca nel Titolo
    Cerca nei contenuti
    Cerca in Articoli
    Cerca nelle Pagine
    Cerca per Categorie
    AMBIENTE E SICUREZZA
    ATTIVITA' SINDACALE
    Bandi attivi
    BANDI ATTIVI START UP
    BANDI E INCENTIVI
    Bandi scaduti
    BENESSERE
    CINEMA
    CITTADINO
    CNA INFORMA
    CNA PER LE IMPRESE
    CNA RICONVERTITE
    COMUNICAZIONE
    COSTRUZIONI
    CREA LA TUA IMPRESA
    CREDITO
    DIGITALE
    DIH
    EVENTI
    faq ammortizzatori sociali
    FAQ FISCALI
    FAQ SALUTE E SICUREZZA
    FISCO
    FORMAZIONE
    GIOVANI IMPRENDITORI
    INDAGINI
    INDAGINI CNA
    INNOVAIMPRESA
    LEGISLAZIONE LAVORO
    MANIFATTURIERO
    NAZIONALE
    PENSIONATI
    PRATICHE AUTO _ FITACAR
    PROPOSTE CNA
    SERVIZI
    SERVIZI COMUNITÀ
    SERVIZI IMPRESE
    SERVIZI INNOVATIVI
    SISTEMA CNA
    SMART ATTACK
    SMART WORKING
    SUPERBONUS
    TRASPORTI
    TURISMO E CULTURA
    ULTIME NOVITA'
  • Seguici sui nostri canali social