Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa
Login
or
Register

FORMAZIONE: prevenzione COVID-19 in azienda

Il recente DPCM  finalizzato a prevenire la diffusione del “Coronavirus” impone a tutte le aziende il rispetto del “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro”, del “Protocollo cantieri” e del “Protocollo settore trasporto e logistica” e delle “Linee di indirizzo per la riapertura delle attività economiche e produttive – Conferenza Stato Regioni” che prevede  l’informazione a tutti i lavoratori sulle disposizioni anticontagio COVID-19, nonché sul corretto utilizzo dei DPI per prevenire la diffusione del “Coronavirus” SARS-CoV-2.

Il corso COVID-19 Formazione per la Salute e Sicurezza dei Lavoratori affronta e approfondisce i rischi derivanti dalla diffusione del Coronavirus SARS-CoV-2 e le misure generali di sicurezza da attuare per ridurre il contagio da COVID-19, anche con riferimento al corretto utilizzo dei DPI di protezione delle vie respiratorie e delle mani.

Il corso è valido per l’aggiornamento in materia di salute e sicurezza del lavoro per Lavoratori, Preposti, Dirigenti e Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) e Datore di Lavoro previsto dall’art. 37 del Decreto Legislativo 81/2008 e dall’Accordo Stato Regioni del 21/12/2011.

Metodologia del corso

Corso Online in modalità VDC: Videoconferenza Sincrona a distanza (definiti anche Webinar oppure Seminari Online) della durata di 1 ora.

Di cosa avete bisogno per partecipare

  • smartphone, tablet, PC o Mac
  • connessione Internet di buona qualità, con una larghezza di banda sufficiente per vedere dei filmati
  • se il PC non ha le casse, vi serviranno le cuffie, per ascoltare senza problemi.

Alla fine del corso verrà somministrato un test di verifica dell’apprendimento e rilasciato un attestato di formazione ai sensi dell’art.lo 37 del D.Lgs 81/08 sul rischio legato all’emergenza Coronavirus, della durata di 1 h, valevole come ora di aggiornamento per la sicurezza.

CALENDARIO CORSI FORMAZIONE COVID DICEMBRE

 

 

CORSO DI FORMAZIONE
Prevenzione Covid formazione per lavoratori: misure e comportamenti da attuare in azienda
9 dicembre ore 15.00-16.00

con Cinzia Giannangeli Ambiente e Sicurezza CNA Umbria

 

Iscrizioni qui

 

 


 

 

CORSO DI FORMAZIONE
Prevenzione Covid formazione per datori di lavoro: misure, obblighi e responsabilità
14  dicembre ore 17.00-18.00

con con Elisa Bonucci Ambiente e Sicurezza CNA Umbria

Iscrizioni qui

 

 

 

 


 

 

CORSO DI FORMAZIONE
Prevenzione Covid formazione per dirigenti e Preposti: obblighi e responsabilità in azienda
17  dicembre ore 15.00-16.00

con con Erika Minni Ambiente e Sicurezza CNA Umbria

Iscrizioni qui

 

 

 

 

Sticky
Dicembre 01, 2020
Commenti disabilitati su FORMAZIONE: prevenzione COVID-19 in azienda

FORMAZIONE E-LEARNING per imprese del TURISMO

formazione e-learnig turismo

Il 2020, sicuramente l’anno più difficile di sempre per il turismo nel mondo, è agli sgoccioli.

Non ci sono ancora previsioni certe per la ripartenza, ma la buona notizia di un 2021 che si aprirà con i piani di vaccinazione anti Covid-19 in tutto il mondo ci permette finalmente di guardare al futuro con più ottimismo.

Mentre proseguono le battaglie di CNA a fianco degli imprenditori della filiera del turismo, abbiamo pensato di offrire un piano di formazione on line per affrontare, insieme a interlocutori importanti del settore, la sfida del rilancio.

Cinque appuntamenti in totale, due nel mese di Dicembre (il 9 e il 16) e tre nel mese di Gennaio 2021 (il 13, 20 e 27) , in cui si affronteranno:

  • temi strategici: il recupero dei mercati, il rilancio delle destinazioni turistiche, gli strumenti finanziari a sostegno della filiera turistica
  • temi tecnici: l’innovazione del sistema dell’accoglienza turistica, aspetti fiscali e commerciali dei pacchetti turistici

Per le imprese associate a CNA la partecipazione è gratuita!


Per maggiori informazioni e per partecipare agli appuntamenti e-learning per le imprese del turismo contattare:

Sticky
Novembre 30, 2020
Commenti disabilitati su FORMAZIONE E-LEARNING per imprese del TURISMO

In arrivo la proroga per il versamento del secondo acconto IRPEF, IRES e IRAP e per la presentazione della dichiarazione dei redditi e dell’IRAP

É stato emanato il comunicato stampa del Mef (vedi allegato) che anticipa alcuni contenuti del c.d. decreto ristori quater.

In particolare il termine per il versamento della seconda o unica rata d’acconto delle imposte sui redditi e dell’IRAP dovuta dagli operatori economici insieme al termine di presentazione della dichiarazione dei redditi e dell’IRAP, verrà prorogato dal 30 novembre al 10 dicembre 2020 con una norma nel decreto legge cosiddetto ‘Ristori Quater’, in corso di adozione.

Nel decreto ristori quater, “sarà prevista una più ampia proroga per le imprese non interessate dagli ISA, ovunque localizzate, che hanno conseguito nel periodo d’imposta precedente a quello in corso ricavi o compensi non superiori a 50 milioni di euro e che, nel primo semestre 2020, hanno subito una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi di almeno il 33% rispetto al primo semestre 2019.
Per queste imprese il termine per il versamento della seconda o unica rata d’acconto delle imposte sui redditi e dell’IRAP sarà prorogato al 30 aprile 2021.”

Analoga proroga al 30 aprile 2021 sarà prevista, a prescindere dai requisiti relativi ai ricavi o compensi e alla diminuzione del fatturato o dei corrispettivi, per i soggetti non interessati dagli ISA che operano nei settori economici individuati nei due allegati al decreto-legge “Ristori bis” e che hanno domicilio fiscale o sede operativa nelle zone rosse, nonché per i soggetti che gestiscono ristoranti nelle zone arancioni.

Sticky
Novembre 27, 2020
Commenti disabilitati su In arrivo la proroga per il versamento del secondo acconto IRPEF, IRES e IRAP e per la presentazione della dichiarazione dei redditi e dell’IRAP

INAIL, CONTRIBUTI per contenere il COVID nelle aree del SISMA

Sono stati riaperti i termini per richiedere i contributi Inail necessari a mettere in sicurezza gli immobili produttivi ai fini del contenimento del Covid nelle aree del sisma 2016.

Possono accedervi solo le imprese impegnate nei cantieri della ricostruzione.

Le spese ammissibili, che devono essere state sostenute a partire tra il 19 marzo 2020 e 1° febbraio 2021, sono quelle relative a:

  • apparecchiature e dispositivi elettronici/sensori per l’isolamento o il distanziamento dei lavoratori, sia internamente al cantiere che nei confronti di persone esterne (utenti, ditte fornitrici etc…)
  • dispositivi per la sanificazione
  • strumenti per il controllo degli ingressi al cantiere e per la rilevazione di parametri compatibili con uno stato di contagio (temperatura etc..)
  • dispositivi di protezione individuale

Il contributo, erogato in regime “de minimis”, copre il 100% delle spese ammissibili, fino a un massimo di 10mila euro a beneficiario.

Le domande, in forma di dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, vanno presentate entro il 1° febbraio 2021.

L’erogazione avverrà:

  • in un’unica soluzione per interventi già conclusi e documentati al momento della presentazione della domanda
  • in due soluzioni per interventi in corso
    • la prima al completamento di almeno il 35% dell’investimento interamente quietanziato
    • il saldo al momento della rendicontazione finale

Per maggiori informazioni sui contributi Inail per contenere il Covid nelle aree del sisma contatta il nostro ufficio Servizi innovativi:

 

Sticky
Novembre 26, 2020
Commenti disabilitati su INAIL, CONTRIBUTI per contenere il COVID nelle aree del SISMA

Più RISORSE per l’ECONOMIA in AFFANNO

risorse per economia

Renato Cesca, presidente CNA Umbria

“Sicurezza sanitaria, ristori regionali, nuovi investimenti e digitalizzazione delle imprese e della pubblica amministrazione per superare le difficoltà attuali.

A chiederle è Renato Cesca, presidente di Cna Umbria, che interviene all’indomani della presentazione del drammatico rapporto di Bankitalia sulla situazione economica della regione, per la quale si prevede nel 2020 un calo del Pil di 11 punti, superiore di un punto e mezzo a quanto si attende per l’Italia.

“È un momento di grande incertezza – afferma Renato Cesca – tranne casi particolari le attività imprenditoriali nel loro insieme si stanno bloccando, in parte per effetto dei decreti governativi e delle ordinanze regionali, ma anche per mancanza di domanda. Infatti le esportazioni sono in calo, i timori per la propria salute e per la tenuta economica del Paese portano le persone a non uscire e a consumare meno. Non possiamo fare altro che lavorare insieme per superare l’impasse. Il tema dei ristori per le categorie danneggiate dal blocco delle loro attività deve essere la priorità. Sappiamo che si tratta di un tema soprattutto nazionale, ma l’esperienza ci sta dimostrando che in tema di ristori nelle norme ci sono molte lacune e settori che, pur penalizzati, restano esclusi dai sostegni economici. Crediamo che, in una fase così delicata, anche la Regione Umbria si debba dotare di un fondo proprio attraverso il quale garantire risposte a tutti quei piccoli imprenditori, tra i quali tanti artigiani, che potrebbero trovarsi in serie difficoltà economiche nei prossimi mesi. Ma la Regione può fare molto anche per far tornare la fiducia, innanzitutto sostenendo la realizzazione di nuovi investimenti. Il modo più veloce per farlo, e da imprenditore posso garantire che la velocità non è una variabile di poco conto, è quello di rifinanziare i bandi pubblicati nei mesi scorsi, andando ad esaurire tutte le graduatorie, a partire dal bando Bridge to digital e dai Pia (progetti integrati aziendali). Questo significherebbe permettere la partenza di almeno 400 progetti imprenditoriali, contribuendo a creare nuove certezze.”

Anche in tema di digitalizzazione l’emergenza pandemica ha portato a un’accelerazione dei processi.

Tutte le imprese, anche le più piccole – prosegue Cesca -, a loro modo stanno cercando nuove vie per continuare a lavorare, soprattutto attraverso una digitalizzazione forzata finalizzata ad aumentare le vendite o a ridurre i costi aziendali. Digitalizzare per le imprese significa agire contemporaneamente sul fronte strategico, su quello organizzativo ma anche sull’ingegnerizzazione dei processi. Però non tutti hanno le risorse per farlo. Ecco perché auspichiamo che la Regione, anche rivedendo le proprie priorità in tema di sostegni all’economia, avvii subito un bando per sostenere la digitalizzazione di tutte le imprese con misure più corpose rispetto ai bandi precedenti. Per le imprese più piccole, ad esempio, servirebbero incentivi all’acquisizione di consulenze specialistiche, che rappresentano anche il modo più semplice per dare vita a una collaborazione interessata, l’unica che funzioni davvero, tra imprese manifatturiere, commerciali e digitali.”

Digitalizzare significa anche formare nuove competenze. “Su questo versante la Regione ha già stanziato risorse importanti, che però andrebbero incrementate con una formazione destinata soprattutto a imprenditori e lavoratori. Infine, last but not least, c’è la questione della sicurezza sanitaria – aggiunge il presidente di Cna Umbria -. In Umbria e nel Paese siamo arrivati ad affrontare la seconda ondata non adeguatamente preparati all’urto dell’incremento esponenziale dei contagi, per cui oggi più che mai è necessario lavorare insieme, istituzioni, enti locali, maggioranza, opposizioni e parti sociali, per evitare il corto circuito del sistema sanitario e per garantire le cure più adeguate sia ai contagiati dal Covid-19 che a tutti gli altri. Come CNA – conclude Cesca – proveremo a dare un ulteriore piccolo contributo anche su questo versante nel corso delle prossime settimane.”

Scarica la rassegna

Sticky
Novembre 14, 2020
Commenti disabilitati su Più RISORSE per l’ECONOMIA in AFFANNO

RISORSE per L’AUTOTRASPORTO conto terzi

autotrasporti conto terzi

Stanziate nuove risorse dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti per sostenere gli investimenti delle imprese di autotrasporto per conto terzi per l’acquisto, anche tramite leasing, di:

  • veicoli commerciali nuovi di fabbrica di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 3,5 t a trazione alternativa a metano (CNG), gas naturale liquefatto (LNG), ibrida (diesel/elettrico) ed elettrica (full electric)
  • veicoli nuovi euro VI diesel e Euro 6 D Temp, con contestuale radiazione per rottamazione di veicoli fino a Euro IV e di massa pari o superiore a 3,5 t.

I contributi vanno da un minimo di 2mila a un massimo di 20mila Euro.

Ogni impresa può inoltrare una sola domanda, con i diversi investimenti che intende fare, e richiedere complessivamente fino a 550mila Euro.

Saranno ammessi investimenti avviati dal 26/12/2019 e fino al 30/09/2020.

Le prenotazioni dell’incentivo vanno fatte in via telematica dall’11 al 30 novembre 2020, e saranno accettate in base all’ordine cronologico e fino quando vi saranno risorse disponibili.

Il bando prevede poi una seconda finestra temporale nel 2021 (1° giugno – 30 giugno 2021) in cui si potranno nuovamente presentare le domande di contributo.


Vuoi maggiori informazioni? Contatta il nostro Ufficio Incentivi:

Sticky
Novembre 13, 2020
Commenti disabilitati su RISORSE per L’AUTOTRASPORTO conto terzi

Artigiano in Fiera live: partecipa con ASSOGAL

Scopri AFLive from Ge.Fi. Spa on Vimeo.

AssoGal Umbria ha valutato l’opportunità di partecipare all’evento live “Artigiano in Fiera 2020“, che si svolgerà nella piattaforma on line di AF per la durata di 1 anno.

La piattaforma AF Live offre un livello alto di experience ai visitatori grazie ad una presentazione multimediale e suggestiva di ciascuna azienda partecipante, resa possibile attraverso video e foto in alta risoluzione realizzati da uno studio professionale di video maker direttamente presso le sedi degli artigiani: una grande opportunità di engagement e di promozione per le aziende e del territorio.

Artigiano in Fiera Live si relaziona con un mercato composto da 13 milioni di utenti di cui 4,5 milioni hanno interagito con i social, 1 milione si sono registrati attraverso l’application attivata lo scorso anno e di questi 800.000 hanno lasciato l’indirizzo email.

BANDI ONLINE

GAL MEDIA VALLE DEL TEVERE scadenza 20 novembre
Avviso Artigiano in Fiera LIVE
Scarica la SCHEDA DI ADESIONE
Scheda di Adesione Artigiano in Fiera LIVE

GAL TRASIMENO ORVIETANO scadenza 20 novembre
Avviso Artigiano in Fiera LIVE 
Scarica laSCHEDA DI ADESIONE
Scheda di Adesione Artigiano in Fiera Live

GAL TERNANO scadenza 20 novembre
Avviso Artigiano in Fiera LIVE 
Scarica laSCHEDA DI ADESIONE
SchedaAdesione.AF_.LIVE_TR

GAL ALTA UMBRIA scadenza 18 novembre
Avviso Artigiano in Fiera LIVE
Scarica laSCHEDA DI ADESIONE
SchedaAdesioneAF-LIVE_AU

GAL VALLE UMBRA SIBILLINI scadenza 18 novembre
Avviso Artigiano in Fiera LIVE
Scarica laSCHEDA DI ADESIONE
SchedaAdesione_sib

Articolo in aggiornamento*


Per maggiori informazioni contatta:

Maria Paola de Furia – 075 5059167 – mariapaola.defuria@cnaumbria.it

Sticky
Novembre 13, 2020
Commenti disabilitati su Artigiano in Fiera live: partecipa con ASSOGAL

ABUSIVISMO, un PROTOCOLLO anche a TERNI

protocollo abusivismo

Laura Dimiziani, CNA – Responsabile territoriale dell’attuazione del Protocollo

Dopo Perugia, firmato anche per la provincia di Terni un protocollo contro il fenomeno dell’abusivismo. Anche in questo caso a sottoscriverlo sono stati CNA Umbria, la Prefettura e l’Agenzia delle Dogane e Monopoli.

Già operativo l’indirizzo di posta elettronica abusivismo@cnaumbria.it al quale sarà possibile segnalare, anche in forma anonima, episodi di abusivismo commerciale o di contraffazione e altre situazioni di irregolarità legate a questi fenomeni.

Attivato, inoltre, il numero verde dedicato 800 699 790, al quale rivolgersi per tutte le informazioni sull’iniziativa. Sia la casella di posta che il numero verde sono gestiti da CNA Umbria.

Le segnalazioni ricevute saranno trasmesse alle autorità competenti per verifiche e approfondimenti.

Per il presidente di CNA Umbria Renato Cesca “l’abusivismo è il principale problema con cui devono fare i conti specialmente le micro e piccole imprese di servizi, come operatori del settore benessere – acconciatura ed estetica, impiantisti, tagliaboschi. Anche la contraffazione rappresenta un grave danno specie per le produzioni di eccellenza che esprimono il Made in Italy. Esprimiamo soddisfazione per la collaborazione stretta e sinergica con la Prefettura e con l’Agenzia delle Dogane, e per loro tramite con tutti gli organi preposti al controllo, che oggi viene stabilita attraverso la sottoscrizione del Protocollo contro l’abusivismo e la contraffazione. Nel momento in cui ci troviamo di fronte a nuove restrizioni alle attività economiche è importante rafforzare e mettere in evidenza un impegno condiviso a sostegno di tutti gli operatori che lavorano nella trasparenza e nell’osservanza delle regole”.
Per Laura Dimiziani, responsabile territoriale dell’attuazione del Protocollo d’intesa per CNA Umbria, “l’indirizzo di posta elettronica rappresenta uno strumento di facile accessibilità, a disposizione delle imprese e dei cittadini, che, anche nell’anonimato, possono così contribuire a far emergere il più possibile casi di irregolarità che penalizzano chi lavora nel rispetto della legalità.”

Il Prefetto di Terni, Emilio Dario Sensi, ha rimarcato come “l’attenzione ai predetti fenomeni assuma una portata quanto mai attuale nell’odierna congiuntura socio- economica, imponendosi come prioritario obiettivo da perseguire da parte delle Istituzioni e delle associazioni rappresentative di categoria.”
Anche il Direttore Territoriale Dogane e Monopoli, Roberto Chiara, ha evidenziato “l’importanza del protocollo, che consente le sinergie necessarie tra autorità ed enti per combattere al meglio fenomeni gravi come quello della contraffazione, che danneggia non solo le aziende, il loro fatturato e la loro immagine, ma anche gli stessi consumatori per i rischi connessi alla scadente qualità dei prodotti e quelli potenziali alla loro salute.”
Sticky
Novembre 11, 2020
Commenti disabilitati su ABUSIVISMO, un PROTOCOLLO anche a TERNI

BANDO per l’ECONOMIA CIRCOLARE

bando economia circolare

Disponibile un bando a sostegno dell’economia circolare che finanzia progetti per riconvertire la produzione delle imprese.

Possono partecipare imprese di qualunque dimensione e settore e centri di ricerca, sia in forma singola che associata. Nelle forme associate è consentita anche la presenza di centri di ricerca come co-proponenti.

In particolare i progetti devono riguardare:

  • l’utilizzo efficiente delle risorse e il trattamento/trasformazione dei rifiuti, che devono essere ridotti al minimo
  • la progettazione e sperimentazione di prototipi per rafforzare percorsi di simbiosi industriale
  • processi per l’uso razionale e la sanificazione dell’acqua
  • strumenti innovativi per aumentare la durata dei prodotti e rendere il ciclo produttivo più efficiente
  • nuovi modelli di packaging che prevedano l’utilizzo di materiali recuperati
  • sistemi di selezione di  materiali piccoli e leggeri per aumentarne il recupero e riciclo

I progetti devono:

  • avere un alto contenuto di sostenibilità e innovazione tecnologica
  • essere realizzati sul territorio nazionale
  • prevedere spese e costi ammissibili di almeno 500mila e massimo di 2milioni di euro
  • avere una durata tra i 12 e i 36 mesi

Sono ammesse spese relative a:

  1. personale
  2. strumenti e attrezzature
  3. servizi di consulenza e beni immateriali
  4. spese generali
  5. materiali

I progetti ammessi vengono sostenuti in parte con un finanziamento agevolato, in parte con un contributo alle spese (20% per micro-piccole imprese, 15% per le medie, 10% per le grandi).

La dotazione finanziaria complessiva è di 279 milioni di euro.

Le domande potranno essere inserite a partire dal 30 novembre 2020, mentre l’invio vero e proprio sarà possibile dal 10 dicembre 2020.


Hai bisogno di maggiori informazioni e di assistenza nella preparazione del progetto? Contatta l’ufficio dei Servizi Innovativi ai seguenti recapiti:

Sticky
Novembre 11, 2020
Commenti disabilitati su BANDO per l’ECONOMIA CIRCOLARE

L’UMBRIA passa in zona ARANCIONE

 

L’Umbria passa da zona gialla a zona arancione: la decisione è stata presa sulla base dei dati dei contagi da Covid-19 degli ultimi giorni.

Ecco cosa cambia:

  • Vietato circolare dalle 22 alle 5 del mattino salvo comprovati motivi di lavoro, salute e necessità
  • Vietati gli spostamenti in entrata e uscita da una Regione all’altra e da un Comune all’altro, salvo comprovati motivi di lavoro, studio e necessità.
    Raccomandazione di evitare spostamenti non necessari nel corso della giornata all’interno del proprio comune.
  • Chiusura di bar e ristoranti 7 giorni su 7. L’asporto è consentito fino alle 22. Per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni.
  • Chiusura dei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi ad eccezione delle farmacie, parafarmacie, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie ed edicole al loro interno.
  • Chiusura mostre e musei.
  • Didattica a distanza per le scuole superiori e medie (ordinanza regionale), fatta eccezione per gli studenti con disabilità e in caso di uso di laboratori . Didattica in presenza per le scuole d’infanzia, elementari.
    Chiuse le università, salvo alcune attività per le matricole e per i laboratori.
  • Riduzione fino al 50% del trasporto pubblico ad eccezione dei mezzi di trasporto scolastico.
  • Sospensione di attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine anche nei bar e tabaccherie.
  • Restano chiuse piscine, palestre, teatri, cinema. Aperti i centri sportivi.

Scarica l’autocertificazione qui autocertificazione-zona arancione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Se hai bisogno di maggiori informazioni sull’Umbria zona arancione, contatta i nostri uffici territoriali (l’elenco lo trovi qui).

Sticky
Novembre 10, 2020
Commenti disabilitati su L’UMBRIA passa in zona ARANCIONE
  • CNA UMBRIA

    Via Angelo Morettini, 7
    06128 Perugia
    Tel: 075 505911 ||
    Fax: 075 5006279
    info@cnaumbria.it
    C.F. 94005590545

  • Generic selectors
    Affina la ricerca
    Cerca nel Titolo
    Cerca nei contenuti
    Cerca in Articoli
    Cerca nelle Pagine
    Cerca per Categorie
    AMBIENTE E SICUREZZA
    Bandi attivi
    BANDI ATTIVI START UP
    BANDI E INCENTIVI
    Bandi scaduti
    BENESSERE
    CINEMA
    CITTADINO
    CNA INFORMA
    CNA PER LE IMPRESE
    CNA RICONVERTITE
    COMUNICAZIONE
    COSTRUZIONI
    CREA LA TUA IMPRESA
    CREDITO
    DIGITALE
    faq ammortizzatori sociali
    FAQ FISCALI
    FAQ SALUTE E SICUREZZA
    FISCO
    FORMAZIONE
    GIOVANI IMPRENDITORI
    INDAGINI
    LEGISLAZIONE LAVORO
    MANIFATTURIERO
    NAZIONALE
    PENSIONATI
    PRATICHE AUTO _ FITACAR
    PROPOSTE CNA
    SERVIZI
    SERVIZI COMUNITÀ
    SERVIZI IMPRESE
    SERVIZI INNOVATIVI
    SISTEMA CNA
    SMART WORKING
    TRASPORTI
    TURISMO E CULTURA
    ULTIME NOVITA'
  • Seguici sui nostri canali social