Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa
Login
or
Register

RIDUZIONE TARI per COVID, SCADENZA PROROGATA

Se hai un’impresa con sede a Perugia hai tempo fino al 30 settembre per presentare la domanda di riduzione della Tari in seguito all’emergenza Covid.

Lo ha stabilito il Comune con la Determinazione Dirigenziale n. 1949 del 10/09/2021.

Per chiedere la riduzione occorre scaricare e compilare il modello predisposto (scaricalo qui) e inviarlo e/o presentarlo al Comune di Perugia, Ufficio TARI:

  • Via Settevalli 11, 06129 PERUGIA
  • tel. 075 0440899 – fax 075 5056333
  • e-mail tia@gesenu.it

Per maggiori informazioni contatta il nostro Ufficio Ambiente e Sicurezza della sede CNA di Perugia:

  • 075 5059177 –  180
Sticky
Settembre 15, 2021
Commenti disabilitati su RIDUZIONE TARI per COVID, SCADENZA PROROGATA

EMISSIONI PERICOLOSE, obblighi per le IMPRESE

Le imprese umbre che producono emissioni autorizzate provenienti da sostanze e miscele classificate come:

  • cancerogene o tossiche per la riproduzione o mutagene , con classi di pericolo :H340, H350, H360,
  • sostanze di tossicità e cumulabilità particolarmente elevata (es. Policlorodibenzodiossine, Policlorobifenili, Policlorotrifenili, ecc)
  • sostanze estremamente preoccupanti, che potrebbero avere effetti gravi e irreversibili sulla salute umana e sull’ambiente, inserite nella “candidate list” (es. acido borico, 2-metilimidazolo, 2-metossietilacetato, ecc)

sono OBBLIGATE a presentare ENTRO IL 28 AGOSTO 2021 una relazione tecnica specifica.

Le imprese devono CONTROLLARE LE SCHEDE DI SICUREZZA AGGIORNATE al regolamento 1907/2006 per verificare la presenza di tali sostanze che producono emissioni cancerogene.

In caso di presenza, l’impresa ha l’OBBLIGO di:

  • sostituire queste sostanze non appena questo sia possibile da un punto di vista tecnico ed economico
  • limitare il più possibile le emissioni di queste sostanze
  • trasmettere alla Regione Umbria, entro il 28/08/2021 una relazione con la quale
    • analizzi la disponibilità di sostanze alternative
    • ne valuti i rischi
    • esamini la fattibilità tecnica ed economica della loro sostituzione.

I tecnici della CNA potranno supportare le imprese in termini di consulenza o per la redazione della relazione tecnica.


Contatta gli uffici territoriali della CNA (qui trovi l’elenco).  

Sticky
Agosto 14, 2021
Commenti disabilitati su EMISSIONI PERICOLOSE, obblighi per le IMPRESE

GREEN PASS OBBLIGATORIO

Green Pass obbligatorio dal 6 agosto per accedere in numerosi luoghi e spazi aperti al pubblico.

Lo ha stabilito il Governo nel decreto che ha prorogato lo stato di emergenza a tutto il 2021 e ha fissato i nuovi parametri per definire il colore delle Regioni e delle varie restrizioni che ne derivano.

In particolare, il Green Pass sarà obbligatorio per:

  • consumare al tavolo in bar e ristoranti al chiuso (nessun obbligo per chi consuma al banco o all’aperto);
  • spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportive;
  • musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre;
  • frequentare piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, per le attività che si svolgono al chiuso;
  • sagre, fiere, convegni e congressi;
  • centri termali, parchi tematici e di divertimento;
  • centri culturali, centri sociali e ricreativi (sempre al chiuso) ed esclusi i centri educativi per l’infanzia, i centri estivi e le relative mense;
  • attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò;
  • partecipare a concorsi pubblici.

Il controllo dei requisiti dovrà essere fatto dai proprietari/gestori delle attività attraverso l’utilizzo dell’app di verifica nazionale VerificaC19, installata su un dispositivo mobile, che garantisce  l’autenticità e la validità delle certificazioni. Sarà necessario verificare anche il documento d’identità del possessore del Green Pass.

Le sanzioni per gli esercenti e i clienti inadempienti prevedono il pagamento di una multa che va dai 400 ai 1.000 euro. In caso di violazione ripetuta si rischia la chiusura dell’attività fino a 10 giorni.

Il possesso della certificazione può essere verificato anche da:

  • forze dell’ordine e pubblici ufficiali
  • personale addetto ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e di spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi iscritto nell’elenco di cui all’articolo 3, comma 8, della legge 15 luglio 2009, n. 94
  • i titolari delle strutture ricettive e dei pubblici esercizi o i loro delegati
  • proprietari o gestori di locali presso i quali si svolgono eventi e attività che richiedono il green pass, o i loro delegati
  • i gestori delle strutture che erogano prestazioni sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali per l’accesso alle quali in qualità di visitatori sia prescritto il possesso di certificazione verde, nonché i loro delegati.

Cambiano anche i parametri per determinare il colore delle Regioni, che dal 1° agosto non saranno più stabiliti in base al numero di contagi, bensì in base a:

  • tasso di occupazione dei posti letto in area medica per pazienti affetti da Covid-19
  • tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva per pazienti affetti da Covid-19

Per maggiori informazioni contatta gli uffici della CNA (consulta qui l’elenco)

Sticky
Luglio 28, 2021
Commenti disabilitati su GREEN PASS OBBLIGATORIO

RIPARTE “IN AGE”, il progetto con INAIL: scadenza 30 settembre

Dopo lo stop causato dalla pandemia riparte il progetto IN-AGE, ovvero: come migliorare la sostenibilità delle condizioni di lavoro all’interno delle imprese per garantire anche un maggiore livello di sicurezza, valorizzare i lavoratori over 50, avere attenzione alle loro esigenze, facilitare il trasferimento delle competenze acquisite ai lavoratori più giovani.

Questi gli obiettivi di “In-Age: ogni età ha la sua forza!”, il progetto per affrontare il tema del progressivo aumento dell’età media dei lavoratori delle imprese, promuovendone l’invecchiamento attivo e valorizzandone l’apporto.

Il progetto sottoscritto dalla Cna e l’Inail regionali si rivolge alle piccole e medie imprese con lavoratori over 50 e lo fa con un approccio multidisciplinare all’invecchiamento, andando a valutare gli stili di vita, l’attività lavorativa con i rischi connessi e gli aspetti sociali.

Verranno prese in considerazione le abitudini alimentari, l’attività fisica, l’uso di tabacco e alcol, ed anche la gestione dei rischi aziendali, l’efficienza organizzativa del lavoro, l’attenzione alle diverse esigenze dei vari lavoratori, la sorveglianza sanitaria.

Come aderire?
Le imprese interessate a partecipare al progetto dovranno compilare la scheda di adesione e inviarla tramite mail pec all’indirizzo regionale@pec.cnaperugia.it a partire dal 24 Maggio 2021 fino alle  ore 24.00 del 30 Settembre 2021.

 

Scarica il Bando e la Manifestazione di interesse

Sticky
Luglio 15, 2021
Commenti disabilitati su RIPARTE “IN AGE”, il progetto con INAIL: scadenza 30 settembre

L’UMBRIA finalmente in ZONA BIANCA

Dal 7 giugno 2021 l’Umbria finalmente è in zona bianca!

Innanzitutto va premesso che restano in vigore:

  • il divieto di assembramento
  • la distanza interpersonale minima di 1 metro
  • l’obbligo di utilizzo delle mascherine
    • al chiuso
    • nei luoghi pubblici
    • all’aperto se non è possibile rispettare la distanza
    • ogni qualvolta si debba stare vicino a persone non conviventi
    • nei luoghi di lavoro

Cosa cambia concretamente per cittadini e imprese? Vediamo in sintesi le principali novità.

Coprifuoco

  • Il coprifuoco è eliminato, non ci sono più limiti orari per il rientro alla propria abitazione e la mobilità delle persone, tranne se ci si sposta verso regioni in zona gialla (o altro colore): senza motivi validi vanno rispettate le restrizioni orarie in vigore

Bar, ristoranti etc…

  • Non ci sono più distinzioni tra tavoli all’aperto o al chiuso, né limiti orari. Vincoli numerici continuano a esserci per quanto riguarda il numero massimo di persone che possono sedere allo stesso tavolo al chiuso:
    • nei posti al chiuso possono sedersi al massimo 6 persone
    • all’aperto nessun vincolo, salvo il rispetto della distanza tra i tavoli

Cerimonie, fiere etc…

  • Può riprendere lo svolgimento di fiere
  • Si possono celebrare matrimoni e cerimonie in generale (nel rispetto delle distanze, delle linee guida approvate dalla Conferenza delle Regioni, e se in possesso del green pass)

Piscine, parchi tematici, sale da gioco, eventi sportivi

  • Possono riaprire anche le piscine al chiuso, i parchi tematici, le sale da gioco
  • Permessi gli eventi sportivi nei palazzetti al chiuso (max 500 spettatori e capienza limitata a 1/4)

Per maggiori informazioni contatta i nostri uffici territoriali.

Sticky
Giugno 07, 2021
Commenti disabilitati su L’UMBRIA finalmente in ZONA BIANCA

NUOVA DEFINIZIONE di RIFIUTI URBANI e IMPATTI sulla TARI

Il DLgs 116_2020 ha introdotto una nuova definizione di rifiuti urbani, modificando l’art.lo 183 comma 1, lettera b-ter del D.Lgs 152/06, modifica in vigore dal 01 gennaio 2021.

La nuova disposizione consente alle utenze non domestiche la possibilità di scegliere gestori diversi da quello pubblico per la raccolta e il recupero dei propri rifiuti urbani.

Questa scelta deve essere comunicata al Comune, o al gestore del servizio rifiuti in caso di tariffa corrispettiva, entro il 30 giugno di ciascun anno, con effetto dal 1° gennaio dell’anno successivo.

Solo per l’anno 2021 la scelta deve essere comunicata entro il 31 maggio con effetto dal 1° gennaio 2022.

Le utenze non domestiche che non si avvalgono del gestore pubblico, nella comunicazione devono indicare la tipologia  e la quantità di questi rifiuti. Le stesse dovranno dimostrare di aver avviato i propri rifiuti solidi urbani al recupero attraverso un’attestazione del gestore scelto.

La durata della scelta del gestore è di 5 anni, nel corso dei quali l’impresa potrà cambiare gestore privato. Invece, qualora volesse tornare al gestore pubblico, il passaggio sarà subordinato alla possibilità di tale gestore di riprendere l’erogazione del servizio.

Questa modifica è stato oggetto di numerosi tavoli e confronti a livello nazionale.

Ad oggi i Comuni non hanno ancora deliberato le nuove tariffe TARI – termine prorogato dal DL sostegni al 30 giugno 2021 -: in questa situazione diventa difficile per noi avere gli elementi concreti per accompagnare le imprese verso una scelta consapevole.

Per questo abbiamo chiesto alla Regione un tavolo di confronto sul tema, a cui chiamare tutti i soggetti coinvolti.

Per qualunque informazione contatta le nostre sedi territoriali.

SCARICA L’ALLEGATO ( L-quater |L -quinquies )

Sticky
Maggio 25, 2021
Commenti disabilitati su NUOVA DEFINIZIONE di RIFIUTI URBANI e IMPATTI sulla TARI

TRASFORMAZIONE DIGITALE DEI PROCESSI PRODUTTIVI COME PREVENIRE I NUOVI RISCHI LAVORATIVI: il bando

In collaborazione con la direzione regionale Inail Umbria, parte il progetto rivolto alle aziende umbre al fine di prevenire il disagio psicologico ed organizzativo nei contesti lavorativi legati alla trasformazione digitale dell’imprese nell’era 4.0.

 Il progetto, la cui partecipazione è totalmente gratuita, è rivolto alle imprese del settore manufatturiero e dell’edilizia.

L’obiettivo del progetto è dunque quello di studiare e soprattutto ridurre il disagio psicologico, soprattutto di alcune categorie di lavoro, legato all’introduzione di nuove tecnologie in azienda, favorendo un approccio Human-Centered manufacturing, costruito su percorsi mirati di sostegno in grado di ridurre l’impatto dei nuovi strumenti tecnologici nel processo produttivo aziendale.

Al contempo, si punterà anche ad un miglioramento del benessere degli operatori rispetto alle postazioni di lavoro, attraverso un’analisi ergonomica fisica e cognitiva e suggerendo eventualmente di migliorare la progettazione delle postazioni stesse. Il messaggio che vuole passare è quello della possibilità di condivisione dello spazio di lavoro uomo-macchina attraverso un approccio di tipo collaborativo e che sfrutti al meglio le potenzialità delle applicazioni tecnologiche.

Come aderire
Le imprese interessate a partecipare al progetto dovranno compilare la scheda di adesione e inviarla tramite mail pec all’indirizzo regionale@pec.cnaperugia.it a partire dal 24 Maggio 2021 fino alle ore 24.00 del 30 settembre 2021.

 

Scarica il Bando e la MANIFESTAZIONE DI INTERESSE

Sticky
Maggio 24, 2021
Commenti disabilitati su TRASFORMAZIONE DIGITALE DEI PROCESSI PRODUTTIVI COME PREVENIRE I NUOVI RISCHI LAVORATIVI: il bando

CNA e INAIL, un BANDO contro il TECNOSTRESS

bando cna inail tecnostress

Fornire agli artigiani e alle micro-piccole-medie imprese associate alla Cna, soprattutto nei settori del manifatturiero e delle costruzioni, gli strumenti per ridurre i rischi, anche di tipo psicologico, collegati all’utilizzo sempre più frequente di tecnologie digitali e all’insorgenza di nuovi fenomeni, tra cui il tecnostress.

È l’obiettivo della nuova collaborazione regionale tra Inail e Cna, che hanno avviato un percorso di coinvolgimento degli imprenditori che esordirà il 24 maggio 2021, dalle ore 17 alle ore 18, con il webinarTrasformazione digitale dei processi produttivi: come prevenire i nuovi rischi lavorativi”.

“L’evoluzione delle tecnologie digitali ha rivoluzionato radicalmente i processi produttivi del manifatturiero – afferma Renato Cesca, presidente di Cna Umbria -, imponendo nuove modalità di interazione tra risorse umane e macchinari, affidando sempre più spesso ai software la gestione e la manutenzione di intere linee produttive e attribuendo a nuove figure professionali specializzate la supervisione dei processi. Nell’ambito di questa trasformazione si stanno manifestando nuovi rischi e fenomeni, come la cosiddetta automation anxiety, dovuta al timore che le macchine sostituiscano sempre più il lavoro umano.”

“Attraverso il progetto si intende introdurre un approccio nuovo fondato sulla consapevolezza che l’informatizzazione dei processi produttivi rappresenta una sfida culturale, organizzativa e strategica prima ancora che tecnologica – aggiunge Alessandra Ligi, direttore regionale Inail Umbria – e che l’intero impianto organizzativo deve comunque basarsi sulla centralità della persona e sul rispetto dei valori di salute e sicurezza. In tale ottica l’uso costante e adeguato delle information and communication technologies che l’iniziativa intende promuovere, può generare ricadute positive sull’organizzazione del lavoro, digitale e sicura.”

Il webinar in programma il 24 maggio prevede numerosi interventi, tra i quali quello di Stefano Epifani del Digital Trasformation Institute, che parlerà della digitalizzazione nelle micro piccole e medie imprese dell’Umbria; Alessandra Ligi, direttore regionale dell’Inail, illustrerà le iniziative Inail in materia di sicurezza lavorativa nel periodo dell’emergenza Covid; delle prospettive sui nuovi rischi correlati alla digitalizzazione del lavoro si occuperà Luca Taglieri, coordinatore della Contarp Inail Umbria; a M. Silvia Giuliani, dirigente medico di Inail Umbria, è affidata la relazione sui fattori di cambiamento nel rapporto tra tecnologie 4.0 e benessere psico-fisico nei luoghi di lavoro; Erika Minni, dell’area Ambiente & Sicurezza di Cna Umbria, illustrerà il progetto; infine, di safety 4.0 parlerà Anna Lisa Agneletti, responsabile regionale Ambiente & Sicurezza della Cna.

Per partecipare è necessario registrarsi al seguente link

Al termine del webinar sarà pubblicato il bando Cna Inail contro i rischi del tecnostress.

Scarica qui la Rassegna Stampa


Per maggiori informazioni contatta:

Sticky
Maggio 21, 2021
Commenti disabilitati su CNA e INAIL, un BANDO contro il TECNOSTRESS

SMALTIMENTO PNEUMATICI fuori uso, INDAGINE CNA

indagine pneumatici fuori uso
Tempi lunghissimi per il ritiro degli pneumatici fuori uso – o, addirittura, mancanza di raccolta -, anomalie nei formulari e, con i nuovi provvedimenti legislativi adottati, ulteriori complicazioni nella gestione delle classificazioni.

Sono alcuni dei principali problemi con cui  devono fare i conti i gommisti, i carrozzieri, gli autoriparatori, gli elettrauto e i meccatronici che hanno a che fare con gli pneumatici fuori uso (Pfu).

E dopo il danno arriva anche la beffa delle sanzioni.

Nonostante le nostre ripetute segnalazioni alle Istituzioni competenti, le aspettative sono state deluse.

Per cercare di fare un quadro più dettagliato dei problemi e dare maggiore incisività alla nostra attività di pressione, CNA Autoriparazione nazionale ha predisposto un breve questionario sulla produzione e gestione degli penumatici fuori uso che puoi trovare qui: compilalo per aiutarci a fare proposte più incisive alle Istituzioni, a cominciare dal ministero per l’Ambiente.


Per ulteriori informazioni sulla nostra indagine sugli pneumatici fuori uso contatta:

 

Sticky
Aprile 07, 2021
Commenti disabilitati su SMALTIMENTO PNEUMATICI fuori uso, INDAGINE CNA

Bando ISI INAIL 2020, le DATE AGGIORNATE

bando isi inail 2020

Pubblicato il bando ISI Inail 202o che, come ogni anno, vuole incentivare le imprese a migliorare sempre di più le condizioni di salute e di sicurezza dei lavoratori.

L’iniziativa è rivolta a tutte le imprese, anche individuali, che hanno sede in Italia e sono iscritte alla CCIAA, ad eccezione di quelle che operano nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli (che hanno un bando dedicato).

Per l’Umbria gli assi di finanziamento individuati sono quattro, con altrettante graduatorie, per un totale di oltre 4 milioni di euro disponibili.

  • ASSE 1:
    • 1.1. Progetti di investimento per ridurre/eliminare/prevenire rischi o cause di infortuni riscontrabili nel DVR o, per chi non è tenuto a prepararlo, in un documento analogo
    • 1.2 Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;
  • ASSE 2: Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC);
  • ASSE 3 : Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto;
  • ASSE 4Progetti per micro o piccole imprese operanti in specifici settori di attività. Quest’anno l’asse è dedicato ai settori Pesca (Ateco 2007 A03.1) e Fabbricazione di Mobili (Ateco 2007 C31).

Ne possono beneficiare tutte le imprese che:

  • sono attive in Umbria;
  • risultano regolarmente iscritte al registro delle Imprese o delle Imprese Artigiane;
  • sono in regola con il D.U.R.C. (sia per i dipendenti che per i soci lavoratori);
  • sono nel libero e pieno esercizio dei propri diritti;
  • non hanno già beneficiato di finanziamenti relativi ai bandi ISI INAIL 2016, 2017, 2018.

Il contributo previsto, in regime de minimis, è:

  • per gli assi 1,2,3:  in conto capitale pari al 65% delle spese ammissibili esclusa Iva (massimo  130mila euro, minimo 5mila euro);
  • per l’asse 4: in conto capitale pari al 65% delle spese ammissibili esclusa Iva (massimo 50mila euro, minimo 2mila euro);

Le imprese possono presentare una sola domanda di finanziamento relativa ad una sola tipologia di progetto e raggiungere almeno 120 punti.

I progetti finanziabili:

  • devono essere realizzati nei luoghi dove si svolge l’attività lavorativa al momento della presentazione della domanda;
  • non possono dare luogo a un ampliamento della sede produttiva;
  • non posso comportare l’acquisto dei beni usati;
  • devono riferirsi alle lavorazioni che l’impresa ha già attive alla data di pubblicazione del bando.

Le spese ammissibili devono riferirsi a progetti non realizzati o in fase di realizzazione al momento della compilazione della domanda. Pertanto le spese devono essere tutte successive a tale data e rendicontate entro un anno esatto dalla data di comunicazione di ammissione al finanziamento.

Queste le date di apertura della procedura informatica e delle tappe successive

  • 01/06/2021: apertura della procedura informatica per la compilazione della domanda;
  • 15/07/2021: chiusura della procedura informatica per la compilazione della domanda;
  • dal 20/07/2021: download dei codici identificativi della domanda;

Entro il 15/07 sarà fornita indicazione della data di pubblicazione delle regole tecniche.


Per informazioni e verifiche di ammissibilità del progetto a valere sul bando Isi Inail 2020 contatta gli uffici territoriali e/o l’Ufficio bandi e Incentivi di CNA Umbria:

 

Sticky
Marzo 19, 2021
Commenti disabilitati su Bando ISI INAIL 2020, le DATE AGGIORNATE
  • CNA UMBRIA

    Via Angelo Morettini, 7
    06128 Perugia
    Tel: 075 505911 ||
    Fax: 075 5006279
    info@cnaumbria.it
    C.F. 94005590545

  • Generic selectors
    Affina la ricerca
    Cerca nel Titolo
    Cerca nei contenuti
    Cerca in Articoli
    Cerca nelle Pagine
    Cerca per Categorie
    AMBIENTE E SICUREZZA
    ATTIVITA' SINDACALE
    Bandi attivi
    BANDI ATTIVI START UP
    BANDI E INCENTIVI
    Bandi scaduti
    BENESSERE
    CINEMA
    CITTADINO
    CNA INFORMA
    CNA PER LE IMPRESE
    CNA RICONVERTITE
    COMUNICAZIONE
    COSTRUZIONI
    CREA LA TUA IMPRESA
    CREDITO
    DIGITALE
    DIH
    faq ammortizzatori sociali
    FAQ FISCALI
    FAQ SALUTE E SICUREZZA
    FISCO
    FORMAZIONE
    GIOVANI IMPRENDITORI
    INDAGINI
    INNOVAIMPRESA
    LEGISLAZIONE LAVORO
    MANIFATTURIERO
    NAZIONALE
    PENSIONATI
    PRATICHE AUTO _ FITACAR
    PROPOSTE CNA
    SERVIZI
    SERVIZI COMUNITÀ
    SERVIZI IMPRESE
    SERVIZI INNOVATIVI
    SISTEMA CNA
    SMART ATTACK
    SMART WORKING
    SUPERBONUS
    TRASPORTI
    TURISMO E CULTURA
    ULTIME NOVITA'
  • Seguici sui nostri canali social