Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa
Login
or
Register

CONTRIBUTI PER LE MICRO E PICCOLE IMPRESE: prorogata la chiusura dello sportello

INVESTIMENTI, usciti i BANDI REGIONALI

Pubblicati i primi 2 bandi regionali a sostegno degli investimenti innovativi delle imprese contenuti nel pacchetto SMART ATTACK.

Con riferimento ai bandi in oggetto, si comunica che, al fine di garantire la più ampia partecipazione possibile, con Determina Regionale, la Regione ha disposto la proroga del termine ultimo per la presentazione delle domande inizialmente prevista dall’Avviso pubblico relativo al Fondo Small e dall’Avviso pubblico relativo al Fondo Medium dalle ore 13,00 del 1° luglio 2021 alle ore 13:00 del 12 Agosto 2021;

I bandi sono caratterizzati da formule a scaglioni, sia per quanto riguarda le dimensioni d’impresa che per l’entità dell’investimento previsto. Eccoli in sintesi:

 

BANDO SMALL (4 milioni di euro)

  • Beneficiari: Micro e Piccole Imprese dei settori Produzione, Commercio e Artigianato.
  • Prestito per investimenti in Digital Transformation
    • da 25mila a 50mila euro
    • al tasso d’interesse dello 0,5%
    • con ammortamento di 60 mesi e preammortamento di 12 mesi;
  • CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO del 40% come remissione del debito per investimenti in tecnologie digitali
  • agevolabili le spese per consulenza e formazione mirate a supportare l’impresa nel percorso di trasformazione digitale
  • previste premialità per imprese femminili e giovanili.

SCARICA LA SINTESI

 

BANDO MEDIUM (4 milioni di euro)

  • Beneficiari: Micro e Piccole Imprese dei settori Produzione, Commercio e Artigianato.
  • Prestito per investimenti in Digital Transformation e Impresa 4.0
    • da 50mila a 150mila euro
    • al tasso d’interesse dello 0,5%
    • con ammortamento di 60 mesi e preammortamento di 12 mesi;
  • CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO del 35% come remissione del debito per investimenti in tecnologie digitali digitali e Impresa 4.0. con una maggiorazione del 5% per aumento occupazionale;
  • agevolabili le spese per consulenza e formazione mirate a supportare l’impresa nel percorso di trasformazione digitale
  • premialità per imprese femminili e giovanili.
  • premialità per i progetti più innovativi con valutazione effettuata insieme a centri di competenza Impresa 4.0.

SCARICA LA SINTESI

 

Per accedere ai bandi è propedeutica la valutazione della maturità digitale dell’impresa, il cosiddetto digital assessment.

Hai bisogno di conoscere la situazione della tua azienda? Contatta la referente digitale a questi recapiti:

 


Per maggiori informazioni e assistenza per l’accesso ai bandi contatta:

  • Paola Sorbi – 075 5059188 – paola.sorbi@cnaumbria.it
  • Silvia Vignaroli – 075 5059126 – silvia.vignaroli@cnaumbria.it

 

Sticky
Maggio 14, 2021
Commenti disabilitati su CONTRIBUTI PER LE MICRO E PICCOLE IMPRESE: prorogata la chiusura dello sportello

BANDO per l’AREA di CRISI COMPLESSA TERNI-NARNI

bando area crisi terni narni

Pubblicato dalla Regione Umbria un bando che assegna contributi a fondo perduto per gli investimenti effettuati dalle micro, piccole e medie imprese in contabilità ordinaria ubicate nell’area di crisi complessa Terni – Narni.

Gli investimenti finanziabili, da un minimo di 50mila a un massimo di 1,5 milioni di euro, devono riguardare la costruzione di nuove unità produttive, la riqualificazione di quelle esistenti o essere utilizzati per consulenze.

Tra le spese ammissibili ci sono:

  • a) opere murarie e assimilate e infrastrutture specifiche (purché compatibili con gli obiettivi del progetto presentato) fino a un massimo del 30% dei costi totali ammissibili;
  • b.1) macchinari impianti ed attrezzature funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese ma NON rientranti nel modello “Impresa 4.0”;
  • b.2) macchinari impianti ed attrezzature funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese secondo il modello Impresa 4.0;
  • c.1) programmi informatici funzionali all’automazione e gestione tecnica del ciclo produttivo;
  • c.2) programmi informatici connessi ad investimenti in beni materiali «Impresa 4.0» esclusivamente correlati alle esigenze di automazione e gestione tecnica del ciclo produttivo;
  • d) investimenti per la digital transformation ; CRM; software di business intelligence; smart place;
  • e. 1) spese di consulenza per le tecnologie di cui al comma b.1 e c.1);
    e. 2) spese di consulenza per le tecnologie di cui al comma b.2, c.2, d e spese di consulenza per la digital assessment e l’integrazione di sistemi produttivi tra aziende.

Le spese relative alle voci e.1 ed e.2 possono raggiungere un massimo del 10% della spesa totale ammissibile.

L’investimento complessivo non potrà essere relativo soltanto alle voci di spesa di cui alle lettere a)  e/o e).

L’intensità del contributo sarà distribuita nel modo seguente:

  • Agevolazioni per beni materiali/immateriali
    • • 25% per le imprese in regime de minimis;
    • • 20% per le micro /piccole imprese in regime ordinario / 10% per le medie imprese in regime ordinario;
    • • 30% per le micro e piccole imprese /20% per le medie imprese di Narni e Terni, ubicate in determinate particelle NUTS3 (aree 107 3.c.)
  • Agevolazioni per servizi di consulenza
    • 50% regime ordinario

Sono escluse le spese diverse dall’acquisto diretto o effettuate prima dell’invio della domanda.

La graduatoria terrà conto dei seguenti criteri ai quali vengono assegnati diversi punteggi:

  • Incremento occupazionale
  • Rilevanza investimento 4.0, Digital transformation e consulenza sugli investimenti totali
  • Investimento 4.0 appartenente a sezione “Assicurazione della qualità e della sostenibilità” All. 12 – voci A14-A22
  • Valutazione indici soggetto proponente: indici finanziari, di redditività, capitale sociale
  • Settori primari: premialità per le imprese manifatturiere dell’agroalimentare, della chimica verde, della meccanica e della metallurgia (C10-11-13-20-22-23-24-25) e della fornitura acqua E-38 (solo rifiuti origine industriale e commerciale (Punteggio 10);

Il progetto dovrà essere portato a termine entro 12 messi dalla data di ammissione al contributo e rendicontato entro il 30/09/2023

Le domande potranno essere inoltrate esclusivamente tramite la piattaforma informatica a partire dalle ore 10.00 del 5 maggio e fino alle ore 12.00 del 15 giugno 2021.


Se vuoi maggiori informazioni e assistenza alla predisposizione del progetto di investimento consulta il nostro servizio Bandi e Incentivi ai seguenti recapiti:

Clicca qui per vedere tutti i bandi attivi

Sticky
Aprile 14, 2021
Commenti disabilitati su BANDO per l’AREA di CRISI COMPLESSA TERNI-NARNI

BANDO per l’AREA di CRISI EX MERLONI

bando area crisi ex merloni

Approvato dalla Regione Umbria un bando a sostegno delle micro, piccole e medie imprese di produzione e servizi alla produzione ubicate nell’area di crisi ex Merloni (comuni di: Assisi, Bastia Umbra, Bevagna, Campello sul Clitunno, Costacciaro, Foligno, Fossato di Vico, Gualdo Tadino, Gubbio, Nocera Umbria, Scheggia e Pascelupo, Sigillo, Spello, Spoleto, Trevi, Valfabbrica, Valtopina)

Il bando prevede contributi a fondo perduto per sostenere gli investimenti destinati a:

  • realizzazione di nuove unità produttive
  • ampliamento e/o riqualificazione di quelle esistenti
  • spese di consulenza.

Gli investimenti devono andare da un minimo di 50mila a un massimo 1.5 milioni di euro.

Tra le spese ammissibili ci sono:

  • a) opere murarie e assimilate e infrastrutture specifiche (purché compatibili con gli obiettivi del progetto presentato) fino a un massimo del 30% dei costi totali ammissibili;
  • b.1) macchinari impianti ed attrezzature funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese ma NON rientranti nel modello “Impresa 4.0”;
  • b.2) macchinari impianti ed attrezzature funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese secondo il modello Impresa 4.0;
  • c.1) programmi informatici funzionali all’automazione e gestione tecnica del ciclo produttivo;
  • c.2) programmi informatici connessi ad investimenti in beni materiali «Impresa 4.0» esclusivamente correlati alle esigenze di automazione e gestione tecnica del ciclo produttivo;
  • d) investimenti per la digital transformation ; CRM; software di business intelligence; smart place;
  • e. 1) spese di consulenza per le tecnologie di cui al comma b.1 e c.1);
    e. 2) spese di consulenza per le tecnologie di cui al comma b.2, c.2, d e spese di consulenza per la digital assessment e l’integrazione di sistemi produttivi tra aziende.

Le spese relative alle voci e.1 ed e.2 possono raggiungere un massimo del 10% della spesa totale ammissibile.

L’investimento complessivo non potrà essere relativo soltanto alle voci di spesa di cui alle lettere a)  e/o e).

L’intensità del contributo sarà distribuita nel modo seguente:

  • Agevolazioni per beni materiali/immateriali
    • • 25% per le imprese in regime de minimis;
    • • 20% per le micro /piccole imprese in regime ordinario / 10% per le medie imprese in regime ordinario;
    • • 30% per le micro e piccole imprese /20% per le medie imprese di Narni e Terni, ubicate in determinate particelle NUTS3 (aree 107 3.c.)
  • Agevolazioni per servizi di consulenza
    • 50% regime ordinario

Sono escluse le spese diverse dall’acquisto diretto o effettuate prima dell’invio della domanda.

La graduatoria terrà conto dei seguenti criteri ai quali vengono assegnati diversi punteggi:

  • Incremento occupazionale
  • Rilevanza investimento 4.0, Digital transformation e consulenza sugli investimenti totali
  • Investimento 4.0 appartenente a sezione “Assicurazione della qualità e della sostenibilità” All. 12 – voci A14-A22
  • Valutazione indici soggetto proponente: indici finanziari, di redditività
  • Importo del capitale sociale sottoscritto e versato

Il progetto dovrà essere portato a termine entro 12 mesi dalla data di ammissione al contributo (e per un importo ammissibile minimo non inferiore al 70% della spesa ammessa a contributo e comunque non inferiore a 50mila euro)  e rendicontato entro il 30/09/2023

Le domande potranno essere inoltrate esclusivamente tramite la piattaforma informatica a partire dalle ore 10.00 del 5 maggio e fino alle ore 12.00 del 15 giugno 2021.


Se vuoi maggiori informazioni e assistenza alla predisposizione del progetto di investimento consulta il nostro servizio Bandi e Incentivi ai seguenti recapiti:

Clicca qui per vedere tutti i bandi attivi

Sticky
Aprile 14, 2021
Commenti disabilitati su BANDO per l’AREA di CRISI EX MERLONI

Un BANDO per le STRUTTURE RICETTIVE

bando strutture ricettive

Si chiama UMBRIA APERTA  ed è un bando a sostegno delle strutture ricettive che, a causa del Covid-19, abbiano subito un calo di almeno il 15% di fatturato rispetto all’anno precedente.

Possono accedervi le strutture alberghiere, extralberghiere, all’aria aperta e le residenze d’epoca (Ateco 2007, sezione 55) che operino in regime d’impresa, siano in regola e attive. Esclusi gli agriturismi.

Le risorse disponibili ammontano a 8 milioni di euro, di cui 1 milione riservato alle imprese con sede nell’area del cratere sismico (Arrone, Cascia, Cerreto di Spoleto, Ferentillo, Montefranco, Monteleone di Spoleto, Norcia, Poggiodomo, Polino, Preci, Sant’Anatolia di Narco, Scheggino, Sellano, Vallo di Nera, Spoleto).

Le spese ammissibili, sostenute dopo il 1° gennaio 2021 e non ancora completate, sono quelle relative a:

  • opere edili, murarie e impiantistiche immediatamente cantierabili al momento di presentazione della domanda;
  • opere edili sulle strutture di servizi funzionali allo svolgimento dell’attività (es. palestre, piscine etc) e nelle aree verdi;
  • acquisto di macchinari, attrezzature, impianti opzionali, finiture e arredi, compresi montaggio e allacciamento;
  • acquisto di hardware, software, servizi di cloud computing, per il miglioramento e sviluppo di siti web aziendali multilingua e/o per l’e- commerce, potenziamento di piattaforme B2C, e-commerce;
  • interventi di promo-commercializzazione della struttura (max 10% del valore del progetto).

Il contributo è concesso in  Temporary framework ed è pari al 75% delle spese ammissibili fino a un massimo di 200mila euro.

I progetti ammessi al bando dovranno essere completati entro il 28 febbraio 2022.

La compilazione delle domande, per le quali occorrerà avere l’accreditamento FED o SPID e un indirizzo di posta certificata, partirà dalle ore 10,00 del 15 aprile 2021 fino alle ore 12,00 del 30 giugno 2021, mentre per l’invio la finestra temporale andrà dalle ore 10,00 del 28/04 alle ore 12.00 del 30/2021.

La graduatoria terrà conto dell’ordine cronologico di arrivo delle domande e dei punti assegnati in base a una serie di requisiti (minimo 51 punti su 100).


Se hai bisogno di ulteriori informazioni contatta il nostro ufficio Bandi e Incentivi:

Sticky
Aprile 06, 2021
Commenti disabilitati su Un BANDO per le STRUTTURE RICETTIVE

Bando ISI INAIL 2020, le DATE AGGIORNATE

bando isi inail 2020

Pubblicato il bando ISI Inail 202o che, come ogni anno, vuole incentivare le imprese a migliorare sempre di più le condizioni di salute e di sicurezza dei lavoratori.

L’iniziativa è rivolta a tutte le imprese, anche individuali, che hanno sede in Italia e sono iscritte alla CCIAA, ad eccezione di quelle che operano nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli (che hanno un bando dedicato).

Per l’Umbria gli assi di finanziamento individuati sono quattro, con altrettante graduatorie, per un totale di oltre 4 milioni di euro disponibili.

  • ASSE 1:
    • 1.1. Progetti di investimento per ridurre/eliminare/prevenire rischi o cause di infortuni riscontrabili nel DVR o, per chi non è tenuto a prepararlo, in un documento analogo
    • 1.2 Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;
  • ASSE 2: Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC);
  • ASSE 3 : Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto;
  • ASSE 4Progetti per micro o piccole imprese operanti in specifici settori di attività. Quest’anno l’asse è dedicato ai settori Pesca (Ateco 2007 A03.1) e Fabbricazione di Mobili (Ateco 2007 C31).

Ne possono beneficiare tutte le imprese che:

  • sono attive in Umbria;
  • risultano regolarmente iscritte al registro delle Imprese o delle Imprese Artigiane;
  • sono in regola con il D.U.R.C. (sia per i dipendenti che per i soci lavoratori);
  • sono nel libero e pieno esercizio dei propri diritti;
  • non hanno già beneficiato di finanziamenti relativi ai bandi ISI INAIL 2016, 2017, 2018.

Il contributo previsto, in regime de minimis, è:

  • per gli assi 1,2,3:  in conto capitale pari al 65% delle spese ammissibili esclusa Iva (massimo  130mila euro, minimo 5mila euro);
  • per l’asse 4: in conto capitale pari al 65% delle spese ammissibili esclusa Iva (massimo 50mila euro, minimo 2mila euro);

Le imprese possono presentare una sola domanda di finanziamento relativa ad una sola tipologia di progetto e raggiungere almeno 120 punti.

I progetti finanziabili:

  • devono essere realizzati nei luoghi dove si svolge l’attività lavorativa al momento della presentazione della domanda;
  • non possono dare luogo a un ampliamento della sede produttiva;
  • non posso comportare l’acquisto dei beni usati;
  • devono riferirsi alle lavorazioni che l’impresa ha già attive alla data di pubblicazione del bando.

Le spese ammissibili devono riferirsi a progetti non realizzati o in fase di realizzazione al momento della compilazione della domanda. Pertanto le spese devono essere tutte successive a tale data e rendicontate entro un anno esatto dalla data di comunicazione di ammissione al finanziamento.

Queste le date di apertura della procedura informatica e delle tappe successive

  • 01/06/2021: apertura della procedura informatica per la compilazione della domanda;
  • 15/07/2021: chiusura della procedura informatica per la compilazione della domanda;
  • dal 20/07/2021: download dei codici identificativi della domanda;

Entro il 15/07 sarà fornita indicazione della data di pubblicazione delle regole tecniche.


Per informazioni e verifiche di ammissibilità del progetto a valere sul bando Isi Inail 2020 contatta gli uffici territoriali e/o l’Ufficio bandi e Incentivi di CNA Umbria:

 

Sticky
Marzo 19, 2021
Commenti disabilitati su Bando ISI INAIL 2020, le DATE AGGIORNATE

RISTORI in arrivo con il bando RE-COMMERCE

bando re commerce

 

In arrivo dalla Regione Umbria i ristori per le imprese danneggiate dall’emergenza Covid con il bando RE COMMERCE.

Li potranno richiedere le microimprese umbre, sia in forma singola che collettiva (reti e consorzi con personalità giuridica), che risultino attive, che siano in una condizione di regolarità, che possano dimostrare di aver subito danni dalle misure applicate per contenere il contagio , che rientrino in specifici codici Ateco e che non abbiano attivato il finanziamento RE START.

I ristori assumeranno la forma di finanziamenti agevolati dell’importo di 5mila euro da restituire in 36 mesi di cui i primi 12 mesi di preammortamento, con possibilità di richiedere la remissione del 50% del debito al termine del periodo di pre-ammortamento .

Le domande potranno essere compilate online fino alle ore 13:00 del 3 maggio 2021.

La graduatoria terrà conto della percentuale di diminuzione del VOLUME D’AFFARI subita nel 2020 dai richiedenti rispetto all’anno precedente. Per le imprese costituite nel 2020 verrà formata una specifica graduatoria sulla base del rapporto tra costi e ricavi.

Per informazioni più dettagliate sul bando Re Commerce scarica qui la sintesi, oppure contatta i nostri uffici territoriali.

Sticky
Marzo 17, 2021
Commenti disabilitati su RISTORI in arrivo con il bando RE-COMMERCE

VOUCHER Team Digitali: INTERNAZIONALIZZAZIONE per le micro e piccole imprese

 

Al via dal 9 marzo il bando TEAM DIGITALI (temporary export manager) rivolto alle micro e piccole imprese manifatturiere, anche costituite in forma di rete, che vogliono espandersi all’estero che:

  • hanno sede legale in Italia,
  • hanno codice Ateco C prevalente,
  • sono costituite in forma di società,
  • sono attive ed iscritte al registro delle imprese,
  • sono in regola con DURC;
  • non sono in situazione di difficoltà,
  • sono in regola con gli adempimenti fiscali.

 

Cosa finanzia?

Il voucher finanzia le spese sostenute per usufruire di consulenze da parte di Temporary Export Manager (TEM) con competenze digitali, inseriti temporaneamente in azienda e iscritti nell’apposito elenco del Ministero degli Esteri.

Le prestazioni devono avvenire nell’ambito di un contratto di consulenza manageriale della durata di 12 mesi per le micro e piccole imprese e della durata di 24 mesi per le reti. La consulenza dei Temporary Export Manager deve essere finalizzata a supportare i processi di internazionalizzazione attraverso:

  1. analisi e ricerche sui mercati esteri
  2. individuazione e acquisizione di nuovi clienti
  3. assistenza nella contrattualistica per l’internazionalizzazione
  4. incremento della presenza nelle piattaforme di e-commerce
  5. integrazione dei canali di marketing online
  6. gestione evoluta dei flussi logistici

Sono ammissibili le spese relative a contratti stipulati e fatture elettroniche emesse successivamente alla data di presentazione della domanda di accesso all’agevolazione.

 

Presenta la domanda

La domanda si presenta esclusivamente online tramite procedura informatica.

Sono previste due fasi:

  • una finestra temporale dalle ore 10.00 del 9 marzo 2021 alle ore 17.00 del 22 marzo 2021 per compilare la domanda, firmarla digitalmente e caricarla sul sistema,
  • una successiva finestra temporale dal 25 marzo al 15 aprile 2021, dalle ore 10.00 alle ore 17.00, con esclusione dei giorni festivi e prefestivi, in cui la domanda può essere presentata.

 

SCARICA LA SINTESI

 


 

Per informazioni contatta

Paola Sorbi  075/5059188  paola.sorbi@cnaumbria.it

Silvia Vignaroli 075/5059126 silvia.vignaroli@cnaumbria.it

Sticky
Marzo 09, 2021
Commenti disabilitati su VOUCHER Team Digitali: INTERNAZIONALIZZAZIONE per le micro e piccole imprese

Bando RICERCA e SVILUPPO


Con una dotazione di oltre 3,6 milioni di euro, è stato pubblicato il bando a sostegno di progetti di ricerca e sviluppo presentati da piccole, medie e grandi imprese umbre extra agricole costituite in società di capitali che, al momento della presentazione della domanda siano attive ed operative in Umbria.

Gli interventi finanziabili riguardano progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale diretti a definire nuovi prodotti e/o processi negli ambiti di specializzazione identificati dalla Strategia di Ricerca e Innovazione per la Specializzazione Intelligente (RIS 3).

I progetti dovranno comprendere spese relative a:

  • ricerca industriale (nella misura massima del 30% del totale dei costi ammessi del progetto, elevabili al 35% al sussistere di determinate condizioni): spese relative a ricerche pianificate o a indagini critiche funzionali allo sviluppo di nuovi prodotti, processi o servizi, o al miglioramento di quelli esistenti;
  • sviluppo sperimentale: acquisizione/combinazione/strutturazione/utilizzo di conoscenze e capacità esistenti per sviluppare o migliorare prodotti, processi o servizi.

Per essere ammessi al bando i progetti devono essere avviati solo dopo la presentazione della domanda e il costo totale ammissibile del progetto va da un minimo di 130mila euro a un massimo di 1,5 milioni di euro.

Le spese ammissibili riguardano almeno due delle voci seguenti:

  • personale di ricerca
  • costi di ammortamento di strumentazioni e macchinari
  • servizi di consulenza
  • materiali per le attività di ricerca
  • spese generali

 

La percentuale dei contributi varia a seconda della tipologia di impresa e del tipo di attività di ricerca e sviluppo:

 

Dimensione Ricerca industriale Sviluppo sperimentale Maggiorazione di contributo collaborazione start up/PMI

+2,5% % collaborazione con start up/PMI (spesa in RST>5% progetto)

e/o

+2,5% % incremento occupazionale (ameno 1 assunzione a tempo indeterminato laurea o diploma tecnico

micro-piccole imprese  

65%

 

40%

medie imprese 55% 30%
grandi imprese 45% 20%

 

I progetti dovranno essere completati entro 15 mesi dalla data indicata al momento di scrivere la domanda o da quando si accetta il contributo.

La valutazione, espressa in punti, si baserà sui seguenti criteri:

  1. solidità patrimoniale e finanziaria dell’impresa.
  2. occupazione di personale altamente qualificato al momento della domanda
  3. spese per ricerca e sviluppo: media aritmetica dei rapporti tra i costi per ricerca e sviluppo capitalizzati ed i valori del fatturato degli ultimi tre bilanci approvati e depositati al momento della domanda
  4.  collaborazione con organismo di ricerca
  5. brevetti
  6. progetti finalizzati all’emergenza Covid 19
  7. prevalente conduzione femminile dell’impresa

La compilazione delle domande potrà avvenire, esclusivamente online, a partire dalle ore 10.00 del 20 gennaio 2021 e fino alle ore 12:00 del 20 marzo 2021, mentre l’invio vero e proprio sarà ammesso solo dal 27 gennaio 2021 (ore 10.00).


Per maggiori informazioni e/o assistenza nella predisposizione dei progetti per il bando su Ricerca e Sviluppo e nell’invio delle domande, contatta il nostro ufficio Bandi e Incentivi:

Sticky
Gennaio 31, 2021
Commenti disabilitati su Bando RICERCA e SVILUPPO

RETI di IMPRESE, prorogata al 14 maggio

bando reti imprese

Pubblicato dalla CCIAA di Perugia un bando destinato a reti o consorzi di almeno 5 micro, piccole e medie imprese della provincia di Perugia che abbiano progetti per rafforzare la competitività, favorire la digitalizzazione, l’internazionalizzazione e la promozione del turismo.

Le imprese devono essere attive e in condizioni generali di regolarità.

Ogni impresa deve essere indipendente dalle altre e può partecipare a una sola aggregazione (già costituita o da costituire entro 30 giorni dall’eventuale ammissione al contributo) .

Se in corso d’opera una o più imprese dovessero uscire dall’aggregazione, il progetto resta valido se:

  • le imprese rimanenti sono almeno cinque e si fanno carico anche degli obblighi e costi in capo alle imprese uscite
  • al posto delle imprese uscite ne subentrano altre in possesso dei requisiti richiesti dal bando

I progetti che possono accedere al finanziamento riguardano:

  • lo sviluppo di canali e strumenti digitali di promozione sui mercati nazionali e internazionali
  • l’avvio o il rafforzamento della presenza all’estero
  • la promozione del turismo locale

Le spese ammissibili (da un minimo di 15mila a un massimo di 70mila euro) sono quelle relative a

  • formazione
  • traduzioni
  • shooting fotografici e video per promuovere i prodotti su siti, canali social, e-commerce
  • canoni di piattaforme di prenotazione turistica e marketplace
  • acquisizione ed utilizzo di forme di smart payment
  • campagne di promozione attraverso attività di digital e social media marketing, couponing, inbound marketing
  • affitto e allestimento spazi espositivi
  • trasporto merci e prodotti per fiere e showroom all’estero
  • servizi per organizzazione educational e incoming
  • acquisto software e licenze
  • servizi di cloud computing
  • azioni di digital marketing su portali di promozione turistica
  • spese di consulenza in materia contrattuale, doganale, legale e fiscale riferita ai Paesi oggetto del progetto di internazionalizzazione della rete

Il contributo massimo è pari al 70% del progetto ammesso. Una volta ottenuto, il progetto va concluso entro 12 mesi.

L’incentivo (rientrante tra gli “Aiuti di importo limitato”) non è cumulabile, per gli stessi costi ammissibili, con altri aiuti pubblici.

I progetti saranno valutati in base a una serie di parametri a punteggio e solo quelli che avranno ottenuto almeno 30 punti andranno a formare la graduatoria.

Le domande vanno trasmesse in modalità telematica (sistema Webtelemaco di Infocamere) a partire dalle ore 08:00 del 10 febbraio fino alle ore 17:00 del 31 marzo 2021.  PROROGATO AL 14 MAGGIO


Se vuoi avere informazioni più dettagliate sul bando per reti e consorzi di micro-piccole e medie imprese contatta il nostro ufficio Bandi e Incentivi:

Sticky
Gennaio 21, 2021
Commenti disabilitati su RETI di IMPRESE, prorogata al 14 maggio

ERASMUS + UMBRIA, si riparte

erasmus + umbria

Pubblicato il primo bando per il 2021 relativo al progetto Erasmus + “Travelling into the Heart of Europe” (scarica qui la documentazione) di cui ANCI Umbria è capofila e che ci vede come sottoscrittori,  per l’assegnazione di ulteriori 39 borse di studio di mobilità:

  • n. 18 borse per la Malta
  • n. 5 borse per la Spagna
  • n. 16 borse per la Francia

Le domande possono essere presentate fino al 31/01.

Le prossime partenze sono previste per il prossimo 02/03/2021 per le destinazioni Francia, Spagna e Malta e il 3/05/2021 per Spagna e Irlanda.

A causa della situazione pandemica in atto e delle direttive imposte dal governo nazionale e dei Paesi esteri di destinazione,  le date di mobilità potrebbero essere soggette a variazioni.

Ricordiamo che il progetto è destinato ai neo-diplomati dei settori economico, tecnologico e commerciale, ai quali sarà data la possibilità di partecipare a tirocini ed esperienze di lavoro all’estero, di durata trimestrale nei settori economico e tecnologico.


Per maggiori informazioni sul bando Erasmus + Umbria contatta l’Anci regionale 

Sticky
Gennaio 20, 2021
Commenti disabilitati su ERASMUS + UMBRIA, si riparte
  • CNA UMBRIA

    Via Angelo Morettini, 7
    06128 Perugia
    Tel: 075 505911 ||
    Fax: 075 5006279
    info@cnaumbria.it
    C.F. 94005590545

  • Generic selectors
    Affina la ricerca
    Cerca nel Titolo
    Cerca nei contenuti
    Cerca in Articoli
    Cerca nelle Pagine
    Cerca per Categorie
    AMBIENTE E SICUREZZA
    ATTIVITA' SINDACALE
    Bandi attivi
    BANDI ATTIVI START UP
    BANDI E INCENTIVI
    Bandi scaduti
    BENESSERE
    CINEMA
    CITTADINO
    CNA INFORMA
    CNA PER LE IMPRESE
    CNA RICONVERTITE
    COMUNICAZIONE
    COSTRUZIONI
    CREA LA TUA IMPRESA
    CREDITO
    DIGITALE
    DIH
    faq ammortizzatori sociali
    FAQ FISCALI
    FAQ SALUTE E SICUREZZA
    FISCO
    FORMAZIONE
    GIOVANI IMPRENDITORI
    INDAGINI
    INNOVAIMPRESA
    LEGISLAZIONE LAVORO
    MANIFATTURIERO
    NAZIONALE
    PENSIONATI
    PRATICHE AUTO _ FITACAR
    PROPOSTE CNA
    SERVIZI
    SERVIZI COMUNITÀ
    SERVIZI IMPRESE
    SERVIZI INNOVATIVI
    SISTEMA CNA
    SMART ATTACK
    SMART WORKING
    SUPERBONUS
    TRASPORTI
    TURISMO E CULTURA
    ULTIME NOVITA'
  • Seguici sui nostri canali social