Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa
Login
or
Register

Il nuovo WELFARE a CNA INFORMA TV

Nel nuovo appuntamento con CNA INFORMA TV ,  in onda giovedì 25 novembre alle ore 20:30 su UMBRIA TV (canale 10 del digitale terrestre) si parlerà di welfare e assistenza fiscale ai cittadini: pensioni, ammortizzatori sociali, 730, assegno unico per i figli, crediti di imposta, successioni e tanto altro ancora.

In studio, insieme a Noemi Campanella che condurrà la trasmissione, ci saranno:

  • MONIA BURANI – Responsabile regionale patronato EPASA-ITACO
  • ERICA BASTIANINI – Responsabile regionale CAF CNA
  • GIULIANO CENERI – Responsabile regionale CNA Legislazione del Lavoro
  • FABIANO COLETTI – Presidente regionale CNA Pensionati e Delegato al Welfare

Non perderti la puntata, sintonizzati alle 20.30 per guardare CNA INFORMA TV!

Sticky
Novembre 25, 2021
Commenti disabilitati su Il nuovo WELFARE a CNA INFORMA TV

INPS, RINVIO dei VERSAMENTI ad AGOSTO

inps rinvio versamenti

 

In attesa che a livello ministeriale vengano definiti i criteri per beneficiare dell’esonero contributivo previsti per il 2021 dalla legge di bilancio, l’INPS ha comunicato il rinvio al 20 agosto 2021 dei versamenti dovuti al 17 maggio 2021 relativi alle gestioni autonome speciali INPS degli artigiani e degli esercenti delle attività commerciali.

Consigliamo il rinvio a coloro che abbiano i benefici per usufruire dell’esonero contributivo ossia chi nel periodo d’imposta 2019 abbia avuto un reddito complessivo non superiore a 50.mila euro e subito un calo del fatturato o dei corrispettivi nell’anno 2020 non inferiore al 33% per cento rispetto a quelli dell’anno 2019.


Per maggiori informazioni contatta i nostri uffici territoriali.

Sticky
Maggio 14, 2021
Commenti disabilitati su INPS, RINVIO dei VERSAMENTI ad AGOSTO

LEGGE di BILANCIO 2021 e decreto MILLEPROROGHE

legge bilancio

Ecco le principali misure contenute nella LEGGE di BILANCIO 2021 e nel DECRETO MILLEPROROGHE, in vigore dal 1° gennaio 2021.

MISURE FISCALI

Proroga Superbonus 110% e Bonus edilizi

  • Il termine ultimo per l’esecuzione degli interventi destinatari del Superbonus 110% è stato spostato al 30 giugno 2022 (5 rate annuali per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2021 e 4 rate annuali per quelle sostenute nel 2022). Per i condomini la detrazione è concessa anche per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2022, purché entro il mese di giugno sia stato effettuato almeno il 60% dei lavori;
  • Prorogate al 2021 le detrazioni sulle spese sostenute per interventi di:
    • riqualificazione energetica
    • ristrutturazione edilizia
    • acquisto di mobili di arredo e di grandi elettrodomestici a basso consumo energetico finalizzati all’arredo dell’immobile ristrutturato;
  • Proroga per il 2021 del bonus facciate;
  • Proroga per il 2021 del bonus verde

 

Proroga e rafforzamento dei crediti di imposta del Piano Nazionale Transizione 4.0.

  • Esteso a tutto il 2022 il credito d’imposta per gli investimenti in beni strumentali. Tale termine viene spostato fino al 30 giugno 2023 se, entro la fine del 2022, l’ordine risulta accettato dal venditore e sono stati pagati acconti per almeno il 20% del costo di acquisizione. Vengono inoltre aumentate le aliquote agevolative, l’ammontare delle spese ammissibili e inclusi i beni immateriali generici. Le nuove regole si applicano agli investimenti effettuati a partire dal 16 novembre 2020;
  • Il credito d’imposta per gli investimenti in ricerca e sviluppo, in transizione ecologica, in innovazione tecnologica 4.0 e in altre attività innovative, viene confermato fino al 31 dicembre 2022.
  • Il credito d’imposta per la formazione 4.0, viene esteso fino al 2022 con ampliamento dei costi ammissibili.

 

Per le perdite emerse nell’esercizio in corso al 31/12/2020 non viene applicata la causa di scioglimento della società per riduzione o perdita del capitale sociale. Il termine entro il quale la perdita deve ridursi di oltre due terzi è posticipato al quinto esercizio successivo.

 

Vengono inoltre confermati per gli anni 2021 e 2022:

  • il bonus pubblicità pari al 50% degli investimenti pubblicitari effettuati sui giornali quotidiani e periodici, anche online (spesa massima: 50 milioni di euro annui);
  • il credito d’imposta per le edicole e altri rivenditori al dettaglio di quotidiani, riviste e periodici;
  • il credito d’imposta per i servizi digitali riconosciuto alle imprese editrici di quotidiani e di periodici che occupano almeno un dipendente a tempo indeterminato.

 

Il termine previsto per l’utilizzo del Credito d’imposta per l’adeguamento dell’ambiente di lavoro è fruibile dal 1° gennaio al 30 giugno 2021 e non più per tutto il 2021; è possibile esercitare l’opzione della cessione del credito d’imposta entro il 30 giugno 2021.

 

Proroga di un anno per il credito d’imposta per le spese di consulenza relative alla quotazione delle Pmi;

 

Prorogata la possibilità di rideterminare il valore d’acquisto dei terreni e delle partecipazioni non negoziate in mercati regolamentati, posseduti alla data del 1° gennaio 2021, mediante pagamento dell’imposta sostitutiva dell’11%. Il versamento può essere rateizzato fino ad un massimo di 3 rate annuali di pari importo a decorre dalla data del 30 giugno 2021. Entro tale data devono anche essere effettuati la redazione e il giuramento della perizia.

 

Prevista l’esenzione della prima rata IMU 2021 per le seguenti tipologie di immobili:

  • stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali, nonché immobili degli stabilimenti termali;
  • immobili rientranti nella categoria catastale D/2 e relative pertinenze, immobili degli agriturismi, dei villaggi turistici, degli ostelli della gioventù, dei rifugi di montagna, delle colonie marine e montane, degli affittacamere per brevi soggiorni, delle case e appartamenti per vacanze, dei bed and breakfast, dei residence e dei campeggi, a condizione che i relativi soggetti passivi siano anche gestori delle attività in essi esercitate;
  • immobili della categoria catastale D utilizzati da imprese esercenti attività di allestimenti di strutture espositive nell’ambito di fiere o manifestazioni;
  • discoteche, sale da ballo, night club e simili, a condizione che i relativi soggetti passivi, siano anche gestori delle attività in essi esercitate.

 

Rinviata l’entrata in vigore della plastic tax al 1° luglio 2021 e della sugar tax al 1° gennaio 2022.

 

Modifica e proroga fino al 30 giugno 2021 di alcune delle agevolazioni per rafforzamento patrimoniale delle imprese di medie dimensioni. Le novità riguardano in particolare:

  • credito d’imposta sulle perdite risultanti dal bilancio relativo all’esercizio 2020: per gli aumenti di capitale deliberati nel primo semestre del 2021, viene aumentato dal 30 al 50% l’ammontare massimo del credito d’imposta a favore della società. Il credito può essere utilizzato in compensazione successivamente alla data di approvazione del bilancio 2020 ma entro il 30 novembre 2021, ferma restando la data d’inizio.
  • Fondo Patrimonio PMI: fissato a 1 miliardo di euro il limite specifico per le sottoscrizioni da effettuare nell’anno 2021.

 

Il tax credit locazioni relativo agli immobili destinati alle imprese turistico-ricettive viene esteso fino al 30 aprile 2021 e si applicherà anche ad agenzie di viaggio e tour operator.

 

Potenziamento del Fondo di garanzia per le Pmi.

 

Prevista l’erogazione in unica quota del contributo “Nuova Sabatini”, anche in caso di finanziamenti superiori a 200mila euro.

 

Istituzione di nuovi Fondi per sostenere investimenti produttivi ad alto contenuto tecnologico, per il sostegno alle Pmi creative, per il settore aeronautico, per le filiere della chimica verde, della componentistica per la mobilità elettrica e dell’energia da fonti rinnovabili.

 

Previsto esonero contributivo nel 2021 per i lavoratori autonomi e i professionisti più colpiti dalla pandemia Covid-19.

 

Istituita in via sperimentale per il triennio 2021-2023 un’indennità straordinaria di continuità reddituale e operativa (ISCRO), erogata dall’Inps previa domanda, in favore degli iscritti alla Gestione separata, che esercitano per professione abituale attività di lavoro autonomo in presenza di alcuni requisiti.

 

Incentivi per l’acquisto di veicoli elettrici e ibridi

 

MISURE PER IL LAVORO

Nuove Assunzioni a tempo indeterminato o trasformazioni di contratti a tempo indeterminato per il biennio 2021/2022

    • Riconosciuto il 100% dell’esonero contributivo (prima era il 50%)
    • Limite massimo annuale 6mila euro (prima era 3mila)
    • Età massima del lavoratore 36 anni non compiuti (prima era 35)
    • Il lavoratore non deve essere stato occupato a tempo indeterminato con lo stesso o altro datore di lavoro (ad eccezione dell’apprendistato, a determinate condizioni)

 

Contratti a termine

    • Fino al 31 marzo 2021 i contratti a termine possono essere prorogati / rinnovati per un periodo massimo di 12 mesi (24 mesi complessivi) e per una sola volta, anche in assenza delle causali previste dall’articolo 19, comma 1, D.Lgs. 81/Fino al 31 marzo 2021 i contratti a termine possono essere prorogati o rinnovati per un periodo massimo di 12 mesi (e nel limite complessivo di 24 mesi) e per una sola volta anche in assenza delle causali previste dall’articolo 19, comma 1, D.Lgs. 81/2015.

 

Cassa integrazione

    • I datori di lavoro che riducono o sospendono l’attività lavorativa per effetto del Covid possono richiedere trattamento ordinario di integrazione salariale, dell’assegno ordinario e del trattamento di integrazione salariale in deroga per un massimo di 12 settimane nel periodo compreso rispettivamente tra il 1° gennaio e il 31 marzo 2021 (Cigo), tra il 1° gennaio e il 30 giugno 2021 (assegno ordinario e Cigd).

 

Licenziamenti

    • Il divieto di procedere ai licenziamenti è prorogato fino al 31 marzo 2021.

 

MISURE AMBIENTE E SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO

Slitta al 31 dicembre 2021 l’obbligo di etichettatura ambientale degli imballaggi.

 

Prorogato fino alla fine dello stato di emergenza, e comunque non oltre il 31 marzo 2021, l’obbligo per i datori di lavoro che non sono tenuti a nominare un medico competente, di assicurare la sorveglianza sanitaria eccezionale per lavoratori fragili


Per saperne di più sulle misure contenute nella Legge di Bilancio 2021 e nel decreto Milleproroghe contatta i nostri uffici territoriali (consulta qui l’elenco)

Sticky
Gennaio 08, 2021
Commenti disabilitati su LEGGE di BILANCIO 2021 e decreto MILLEPROROGHE

CNA INFORMA TV, SICUREZZA e LAVORO: il video

cna informa tv

Questa settimana l’appuntamento con CNA Umbria Informa TV  si è spostato a giovedì.

Stavolta si parlerà di vivere e lavorare in sicurezza ai tempi del Covid.

In studio saranno presenti Anna Lisa Agneletti e Giuliano Ceneri, Responsabili Regionali rispettivamente dei servizi Ambiente&Sicurezza e Legislazione del lavoro di CNA Umbria.

In collegamento Skype porteranno il loro contributo anche il Dott. Giorgio Miscetti, Responsabile del Servizio di Prevenzione e Sicurezza nei luoghi di lavoro della ASL Umbria 1, e il Prof. Stefano Olivieri Pennesi, Direttore dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro Terni-Rieti.

Non perderti il nuovo appuntamento con CNA Informa TV giovedì 22 ottobre, alle ore 20,30, su Umbria TV – canale 10 del digitale terrestre.

GUARDA IL VIDEO

 

Sticky
Ottobre 21, 2020
Commenti disabilitati su CNA INFORMA TV, SICUREZZA e LAVORO: il video

ABUSIVISMO, al via le SEGNALAZIONI

 

 

Operativo l’indirizzo di posta elettronica abusivismo@cnaumbria.it al quale sarà possibile segnalare, anche in forma anonima, episodi di abusivismo commerciale o di contraffazione e altre situazioni di irregolarità legate a questi fenomeni.

Attivato, inoltre, il numero verde dedicato 800 699 790, al quale rivolgersi per tutte le informazioni sull’iniziativa. Sia la casella di posta che il numero verde sono gestiti da CNA Umbria.

Le segnalazioni ricevute saranno trasmesse alle autorità competenti per verifiche e approfondimenti.

Con l’attivazione di questi strumenti operativi si dà una prima attuazione al protocollo d’intesa per la lotta alla contraffazione e all’abusivismo commerciale, firmato lo scorso maggio tra il il presidente di Cna Umbria, Renato Cesca, il prefetto di Perugia, Claudio Sgaraglia e il direttore interregionale Dogane e Monopoli Toscana/Sardegna/Umbria, Roberto Chiara .

Nel protocollo sono state individuate specifiche aree di intervento e azioni coordinate per prevenire e contrastare più efficacemente i fenomeni della contraffazione, dell’abusivismo e, più in generale, dei possibili fenomeni di illegalità o di ingerenze criminali nel tessuto economico e sociale locale, in ripresa dopo il periodo di lockdown conseguente all’emergenza Covid-19. Ciò a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica, ma anche dell’economia legale e dei consumatori, oltre che per la promozione della cultura della legalità.

È quanto sottolineato dal Prefetto Claudio Sgaraglia, che ha espresso la propria soddisfazione per “l’ulteriore passo in avanti compiuto, assicurando concreta attuazione agli impegni assunti con la sottoscrizione del Protocollo.  L’attivazione di tali agili strumenti di comunicazione delle segnalazioni relative a situazioni illegali, riconducibili ai fenomeni dell’abusivismo commerciale e della contraffazione, potrebbe risultare di concreto ausilio per l’espletamento delle attività di competenza delle Forze dell’Ordine per interventi mirati e tempestivi”.

Per Marina Gasparri, responsabile dell’attuazione del Protocollo d’intesa per Cna Umbria, “l’indirizzo di posta elettronica rappresenta uno strumento di facile accessibilità, a disposizione delle imprese e dei cittadini, che anche nell’anonimato, possono così contribuire a far emergere il più possibile casi di irregolarità che penalizzano chi lavora nella trasparenza e nel rispetto della legalità.”


Per maggiori informazioni contattare:

  • Marina Gasparri – 075 5059160 – marina.gasparri@cnaumbria.it
Sticky
Luglio 16, 2020
Commenti disabilitati su ABUSIVISMO, al via le SEGNALAZIONI

Stasera CNA INFORMA su UMBRIA TV

cna su umbria tv

Ritorna stasera, 6 maggio, l’appuntamento con CNA INFORMA su Umbria TV. La puntata va in onda alle ore 21:00 sul canale 10 del digitale terrestre.

Stasera si parlerà di:

Ne parleranno con la conduttrice: in studio Massimiliano Polimanti e Benedetta Tribolati, mentre in collegamento interverranno Giuliano Ceneri e Marco Boschetto.

Cosa aspetti, sintonizzati per conoscere tutte le novità sugli argomenti trattati e sulle proposte della CNA per ridurre drasticamente la pressione fiscale, sostenere le imprese con strumenti davvero utili e aiutare il Paese a superare questo momento complicato e difficile.

 

 

Sticky
Maggio 06, 2020
Commenti disabilitati su Stasera CNA INFORMA su UMBRIA TV

“CURA ITALIA”, ecco le NOSTRE PROPOSTE

proposte cura italia

Da Corriere.it

Queste sono le principali modifiche che abbiamo chiesto al decreto CURA ITALIA, con il quale il Governo ha adottato le prime misure per fronteggiare l’emergenza Coronavirus.
A questo primo decreto ne faranno seguito altri nei prossimi mesi, a cominciare da aprile.

In particolare gli emendamenti che abbiamo chiesto riguardano gli ambiti del lavoro, del credito, del fisco e dell’ambiente & sicurezza.

 LAVORO

  • Incrementare le risorse per sostenere la cassa integrazione per i dipendenti delle imprese artigiane attraverso il potenziamento del Fondo di Solidarietà Bilaterale dell’Artigianato (FSBA), destinandovi 500 milioni di euro. Finora il FSBA ha già messo a disposizione risorse proprie per oltre 200 milioni di euro

 CREDITO

  • Introdurre maggiori facilitazioni a favore delle piccole e medie imprese per rinegoziare i debiti bancari e far fronte alla scarsa liquidità dovuta all’emergenza Coronavirus
  • Facilitare l’accesso al Fondo centrale di Garanzia per operazioni di importi fino a 50 mila euro
  • Rafforzare il sistema dei Confidi, che rappresentano uno dei principali strumenti per far arrivare liquidità alle micro e piccole imprese

 FISCO

  • Sospendere tutti i versamenti, comprese le tasse locali, previsti da qui fino al 31 maggio, spostandoli al 30 settembre, con possibilità di pagarli in un’unica soluzione o in dieci rate
  • Innalzare da 2 a 5 milioni di euro il limite dei ricavi delle imprese previsto per accedere alle sospensioni di tutti i versamenti previsti fino al 31 maggio
  • Estendere alle categorie catastali C2 e C3 il credito di imposta sugli affitti
  • Sospendere fino al 30 settembre le scadenze di pagamento di tutti i carichi affidati agli agenti della riscossione, compresi gli avvisi bonari e tutte le rate del saldo/stralcio

AMBIENTE & SICUREZZA

  • Sospendere per 6 mesi le scadenze previste per le visite mediche periodiche
  • Sospendere le scadenze per le comunicazioni al Registro Pneumatici e al Piano dei Solventi, nonché il pagamento dei diritti di iscrizione per i Piani di Recupero
  • Sospendere fino al 30 giugno i limiti per il deposito temporaneo dei rifiuti
  • Fino al 30 settembre estendere a tutte le imprese la possibilità di eseguire mensilmente le operazioni di carico/scarico dei rifiuti

Entro la prossima settimana saremo in grado di informarvi sulle proposte che faremo nel corso del confronto che si aprirà a breve sul decreto preannunciato dal Governo per il mese di aprile con le misure per il rilancio del Paese.


Vuoi saperne di più sulle nostre proposte di modifica la decreto Cura Italia? Contatta i nostri referenti dell’area sindacale (trovi qui tutti i recapiti)

Sticky
Marzo 26, 2020
Commenti disabilitati su “CURA ITALIA”, ecco le NOSTRE PROPOSTE

CORONAVIRUS e DANNI alle IMPRESE, le nostre RICHIESTE

CORONAVIRUS DANNI ALLE IMPRESE

Per limitare i danni, diretti e indiretti, che l’emergenza CORONAVIRUS sta creando alle imprese italiane, abbiamo chiesto al Governo di adottare un piano di azione immediato e deciso.

Ecco le nostre richieste:

  • Fisco: sospendere le imposte e i tributi;
  • Utenze: sospendere i pagamenti delle bollette (elettricità, gas, acqua, etc.);
  • Credito: sospendere le rate di mutui, finanziamenti e premi assicurativi;
  • Previdenza: sospendere il pagamento dei contributi (INPS) e dei premi assicurativi (INAIL);
  • Lavoro autonomo: introdurre un’indennità per i lavoratori autonomi e professionistiche subiscono una sospensione dell’attività dell’impresa;
  • Lavoro dipendente: potenziare gli ammortizzatori sociali, estendendoli anche alle imprese oggi scoperte, immettendo risorse pubbliche nei fondi complementari di natura privatistica previsti dalla contrattazione collettiva (come FSBA nell’artigianato).

Contattaci se vuoi sapere di più su quello che stiamo facendo per

Sticky
Febbraio 26, 2020
Commenti disabilitati su CORONAVIRUS e DANNI alle IMPRESE, le nostre RICHIESTE

Rapporti commerciali INTERNAZIONALI, arriva l’ESTEROMETRO

Dal 1° gennaio in vigore il nuovo strumento per tracciare le operazioni estere

Con l’entrata in vigore della fattura elettronica e l’abolizione dello spesometro, arriva uno strumento per tracciare i rapporti commerciali con l’estero.

Dal 1° gennaio, infatti, è in vigore l’esterometro.

Ma che cos’é? È la comunicazione obbligatoria dei dati delle fatture emesse per operazioni effettuate o ricevute con soggetti esteri. Sono escluse solo le operazioni per le quali è stata emessa una bolletta doganale o una fattura elettronica (in quest’ultimo caso le sette caselle del “codice destinatario” andranno compilate con delle X).

La trasmissione telematica va fatta:

  • entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello di emissione della fattura
  • oppure entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello della data di ricezione del documento (data di registrazione dell’operazione ai fini della liquidazione Iva).

Le informazioni da inviare all’Agenzia delle Entrate, in formato XML, sono:

  • dati identificativi del fornitore;
  • dati identificativi del cliente;
  • data del documento;
  • data di registrazione (per i soli documenti ricevuti);
  • numero del documento;
  • base imponibile, aliquota Iva, imposta;
  • tipologia dell’operazione (nei casi in cui non c’è annotazione dell’imposta)

Per i trasgressori la sanzione è di 2 euro per ciascuna fattura, con un tetto massimo di 1.000 euro a trimestre. Se ci si mette in regola entro 15 giorni dalla scadenza effettiva, la sanzione è ridotta del 50%, così come il tetto massimo.

_______________________________________________________________________

Per maggiori informazioni contatta i nostri uffici territoriali

Sticky
Febbraio 07, 2019
Commenti disabilitati su Rapporti commerciali INTERNAZIONALI, arriva l’ESTEROMETRO

LA CHIUSURA DELLA E45? UN TERREMOTO ECONOMICO

“La chiusura della E45?
Un autentico terremoto economico”

chiusura e45

Renato Cesca, presidente di CNA Umbria, commenta così il blocco del traffico sul viadotto Puleto dopo il sequestro preventivo dell’opera ordinato due giorni fa dalla procura di Arezzo per i rischi di crollo dei piloni di sostegno.

Dopo quanto successo a Genova lo scorso agosto – chiarisce Cesca – è sacrosanto prendere tutte le precauzioni possibili per evitare un’altra strage, ma il fattore tempo diventa determinante. La manutenzione necessaria deve avvenire entro l’inizio dell’estate se non vogliamo pregiudicare irreversibilmente l’economia della regione”.

A pagare il prezzo del blocco della viabilità sulla E45 sono, in particolare, le imprese dell’area tifernate, dove “negli anni si sono create filiere produttive strategiche per l’Umbria, dalla cartotecnica alle macchine agricole, fino all’automotive. Quest’ultima, tra l’altro, già sconta il rallentamento del settore e potrebbe essere definitamente travolta dalle difficoltà di collegamento con le imprese committenti del nord Italia e della Germania.

Ma il blocco – aggiunge Cesca – inciderà anche sulle imprese di trasporto, molte delle quali usano l’arteria stradale in alternativa all’A1, spesso più congestionata dal traffico rispetto alla superstrada e che adesso rischia concretamente la paralisi. Più in generale tutte le imprese umbre che nella E45 trovavano il canale naturale di collegamento con i propri mercati di riferimento, e che ora saranno costrette ad utilizzare vie alternative molto più lunghe, risentiranno negativamente del blocco in termini di tempo e di costi. Ecco perché è estremamente urgente avviare le opere di manutenzione indispensabili e ripristinare, entro l’inizio dell’estate, le condizioni di sicurezza e la viabilità sul viadotto sequestrato”.

Rassegna Stampa

Sticky
Gennaio 18, 2019
Commenti disabilitati su LA CHIUSURA DELLA E45? UN TERREMOTO ECONOMICO
  • CNA UMBRIA

    Via Angelo Morettini, 7
    06128 Perugia
    Tel: 075 505911 ||
    Fax: 075 5006279
    info@cnaumbria.it
    C.F. 94005590545

  • Generic selectors
    Affina la ricerca
    Cerca nel Titolo
    Cerca nei contenuti
    Cerca in Articoli
    Cerca nelle Pagine
    Cerca per Categorie
    AMBIENTE E SICUREZZA
    ATTIVITA' SINDACALE
    Bandi attivi
    BANDI ATTIVI START UP
    BANDI E INCENTIVI
    Bandi scaduti
    BENESSERE
    CINEMA
    CITTADINO
    CNA INFORMA
    CNA PER LE IMPRESE
    CNA RICONVERTITE
    COMUNICAZIONE
    COSTRUZIONI
    CREA LA TUA IMPRESA
    CREDITO
    DIGITALE
    DIH
    EVENTI
    faq ammortizzatori sociali
    FAQ FISCALI
    FAQ SALUTE E SICUREZZA
    FISCO
    FORMAZIONE
    GIOVANI IMPRENDITORI
    INDAGINI
    INDAGINI CNA
    INNOVAIMPRESA
    LEGISLAZIONE LAVORO
    MANIFATTURIERO
    NAZIONALE
    PENSIONATI
    PRATICHE AUTO _ FITACAR
    PROPOSTE CNA
    SERVIZI
    SERVIZI COMUNITÀ
    SERVIZI IMPRESE
    SERVIZI INNOVATIVI
    SISTEMA CNA
    SMART ATTACK
    SMART WORKING
    SUPERBONUS
    TRASPORTI
    TURISMO E CULTURA
    ULTIME NOVITA'
  • Seguici sui nostri canali social