Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa
Login
or
Register

SIAE SCF 2023, SCONTI per gli ASSOCIATI CNA

Si avvicina la scadenza del pagamento dell’abbonamento SIAE/SCF, fissata al 28 febbraio 2023 e anche quest’anno gli Associati CNA avranno sconti che vanno dal 10 al 40%:

In questi giorni la SIAE sta recapitando alle imprese i bollettini per i pagamenti. Gli Associati a CNA devono controllare che lo sconto sia stato effettivamente applicato.

Far valere la riduzione è molto semplice:

  • basta dimostrare ogni anno l’iscrizione alla CNA inviando per posta elettronica all’ufficio SIAE competente il modulo apposito (richiedilo presso i nostri uffici)
  • pagare entro la scadenza del 28/02

Per quanto riguarda le licenze SCF (diritti connessi a quelli d’autore), l’associazione a CNA permette di ottenere uno sconto del 15% (scarica qui la tabella).

  • I possessori di licenza SCF dovranno attendere l’arrivo della fattura e pagare entro la scadenza indicata sul documento
  • Chi non ha mai sottoscritto la licenza, invece, dovrà compilare un modulo apposito che sta arrivando via PEC. SCF provvederà successivamente a emettere la fattura di pagamento con relativa scadenza. Al momento questa modalità è valida solo per gli esercizi commerciali.

Per quanto riguarda invece

  • Pubblici Esercizi
  • Parrucchieri/Estetisti
  • Strutture Ricettive ed Agriturismi

il pagamento dei diritti SCF avverrà attraverso la stessa SIAE, e in questo caso la scadenza sarà il 31 maggio 2023.


Per maggiori informazioni contatta:

Sticky
Febbraio 02, 2023
Commenti disabilitati su SIAE SCF 2023, SCONTI per gli ASSOCIATI CNA

MACCHINARI ESTETICI, disponibile la GUIDA CNA

È finalmente disponibile la guida “Macchinari estetici. Come orientarsi nel mercato e fare la scelta giusta” realizzata da CNA Benessere e Sanità in collaborazione con Fapib, l’Associazione nazionale produttori e fornitori di tecnologie per la bellezza e il benessere.

All’interno della Guida troverai indicazioni e consigli su come orientarti nella scelta dei macchinari estetici, per individuare l’attrezzatura più adatta alle tue esigenze e per non incorrere nell’acquisto di dispositivi non consentiti nel nostro Paese o consentiti esclusivamente per trattamenti di medicina estetica.

La guida è a disposizione delle estetiste associate a CNA UMBRIARichiedila a marina.gasparri@cnaumbria.it 

Se invece non sei associata, compila questo form.

E se, nonostante la Guida, tu avessi ancora dubbi o necessità di ulteriori chiarimenti su questo tema o su altri aspetti che riguardano la professione estetica, non esitare a contattare i nostri uffici (link alle sedi CNA).

Sticky
Dicembre 13, 2022
Commenti disabilitati su MACCHINARI ESTETICI, disponibile la GUIDA CNA

CENTRI di REVISIONE a RISCHIO STOP

I ritardi accumulati dalle Motorizzazioni civili nel calendarizzare gli esami per la qualifica da Ispettore espongono i Centri di revisione privati al rischio di uno stop dell’attività per mancanza di personale rispondente ai requisiti di legge o impossibilità a coprirne le assenze. In Italia poco più di 9.150 imprese danno lavoro a oltre 25.000 addetti, producendo un fatturato annuo di circa 1 miliardo di euro. Uno stop dell’attività, quindi, metterebbe a rischio migliaia di posti di lavoro e investimenti.

A denunciarlo è il Presidente nazionale di CNA Meccatronici, Francesco Circosta.

Per diventare Ispettore occorrono circa sette mesi, per un totale di 296 ore fra teoria e pratica.

“Occorre reintrodurre, come accadeva per il vecchio responsabile tecnico, la sostituzione temporanea dell’ispettore per il tempo necessario a formare un altro addetto; inoltre bisogna ripensare e rendere più elastica la parte della norma legata all’esperienza e i quiz d’esame devono essere resi meno criptici e più attinenti alle attività previste.”

Al momento meno del 10% degli ammessi agli esami riesce a qualificarsi e in alcune realtà, l’ammissione all’esame deliberata dalla Regione, viene messa in discussione, per cavilli burocratici, dalla Commissione d’esame.

“La correttezza delle operazioni di revisione, e la conseguente sicurezza stradale, non si ottengono rendendo impossibile ai centri di revisione di operare,  bensì incrementando i controlli e sanzionando chi opera in modo scorretto.

Sticky
Ottobre 07, 2022
Commenti disabilitati su CENTRI di REVISIONE a RISCHIO STOP

L’impegno della CNA CONTRO l’ABUSIVISMO

Chi esercita una professione in modo abusivo danneggia tutti.

  • Perché pratica una forma di concorrenza sleale contro le imprese che agiscono alla luce del sole
  • Perché drena risorse all’economia
  • Perché  si sottrae al fisco e a ogni altro tipo di controllo
  • Perché non contribuisce a pagare i servizi essenziali (sanità, scuola etc…)
  • Perché  espone il cliente finale e gli stessi lavoratori coinvolti a grossi rischi in termini di salute e sicurezza.

Per questo l’abusivismo va combattuto senza tentennamenti, unendo tutte le forze in campo.

Per farlo abbiamo sottoscritto un protocollo di intesa con la Guardia di Finanza, l’Agenzia delle Entrate, l’Inps, l’Inail, l’ANCI (Associazione dei Comuni dell’Umbria), ma anche con le Prefetture di Perugia e Terni.

Conosci casi di presunto esercizio abusivo della professione???

Invia una segnalazione all’indirizzo abusivismo@cnaumbria.it indicando:

  • il Comune in cui si svolge il presunto illecito
  • il nominativo della persona o dell’impresa che si pensa abbia commesso il presunto illecito
  • la descrizione del presunto illecito (settore, tipo di attività, ecc.)

La tua segnalazione verrà condivisa con gli Enti deputati ai controlli.

Ma puoi fare ancora di più: guarda e condividi la nostra campagna di comunicazione sull’abusivismo nel settore dell’acconciatura e dell’estetica, tra i più colpiti da questo fenomeno!

E se vuoi avere maggiori informazioni sull’impegno della CNA contro l’abusivismo contatta:

 

Ecco la nostra NUOVA CAMPAGNA di comunicazione

 

Scopri i video che abbiamo realizzato

  • Il benessere nei saloni di acconciatura… molto meglio che a casa

Fuori dal salone di acconciatura non c’è COMPETENZA

 

 

Fuori dal salone di acconciatura non c’è LEGALITÀ

 

 

Fuori dal salone di acconciatura non c’è SICUREZZA

 

 

IL BENESSERE NEI SALONI DI ACCONCIATURA…

 

 

  • Il benessere nei centri estetici… molto meglio che a casa

Fuori dal centro estetico non c’è LEGALITÀ

 

 

 Fuori dal centro estetico non c’è COMPETENZA

 

 

Fuori dal centro estetico non c’è SICUREZZA

 

 

IL BENESSERE NEI CENTRI ESTETICI …

 

Sticky
Settembre 06, 2022
Commenti disabilitati su L’impegno della CNA CONTRO l’ABUSIVISMO

Una TASK FORCE contro l’ABUSIVISMO

Chi esercita una professione in modo abusivo non pratica solamente una forma di concorrenza sleale contro le imprese che agiscono alla luce del sole, drenando risorse all’economia e sottraendosi al fisco e a ogni altro tipo di controllo, ma espone il cliente finale e gli stessi lavoratori coinvolti a grossi rischi in termini di salute e sicurezza. Per questo l’abusivismo va combattuto senza tentennamenti, unendo tutte le forze in campo.”

Sono queste le motivazioni che hanno spinto CNA Umbria a farsi promotrice della sottoscrizione di un nuovo protocollo d’intesa con i principali attori coinvolti nella lotta all’esercizio abusivo della professione, dalla Guardia di Finanza all’Agenzia delle Entrate, dall’Inps allInail, fino all’Associazione dei Comuni dell’Umbria (ANCI), e a lanciare una campagna di comunicazione specifica.

“Il contrasto a questo fenomeno – ha affermato Marina Gasparri, responsabile del progetto per CNA Umbria – partirà innanzitutto dalla condivisione delle segnalazioni di presunti casi di abusivismo che perverranno all’indirizzo abusivismo@cnaumbria.it con gli enti deputati ai controlli. L’impegno comune è quello di arginare l’esercizio abusivo delle professioni artigiane e del lavoro sommerso e irregolare e sviluppare di azioni a supporto dell’attività di vigilanza e controllo, quali ad esempio indagini e formazione degli operatori.”

“Sicurezza e legalità sul lavoro – commenta Alessandra Ligi, direttrice regionale dell’Inail – sono un binomio inscindibile. Questo protocollo è un ulteriore strumento di convergenza per individuare strategie di intervento efficaci nel contrasto di tutte le attività legali.”

“Una della mission dell’Anci – ha aggiunto il presidente regionale, Michele Toniaccini – è lavorare al servizio delle istituzioni e di chi favorisce lo sviluppo e la competitività dei territori. Oggi, come già in passato, rinnoviamo la sottoscrizione a questo protocollo, che porteremo in discussione anche all’interno della nostra consulta allo sviluppo economico e diffonderemo nei Comuni umbri.”

L’atto, infatti, rinsalda una collaborazione già in atto ormai da anni e fa seguito a documenti analoghi già sottoscritti nei mesi scorsi da CNA Umbria con le prefetture di Perugia e Terni e con l’Agenzia delle Dogane. In concomitanza con l’entrata in vigore del nuovo protocollo, CNA Umbria lancia anche la sua campagna di comunicazione specifica contro l’abusivismo nel settore del benessere.

“L’estetica e l’acconciatura sono due ambiti in cui purtroppo il fenomeno sembra essere in crescita, anche per effetto della pandemia – ha dichiarato Simone Cecchetti, presidente regionale di CNA Acconciatura -: nei mesi in cui gli esercizi regolari osservavano le chiusure imposte dai lock down, operatori irregolari sotto tutti i profili proliferavano nelle abitazioni private. Ancora oggi, sono tanti gli operatori che, senza alcun titolo, qualifica, formazione, offrono i loro servizi e sono presenti addirittura sui social!”

A questo proposito, il comando provinciale della Guardia di Finanza, nel corso degli ultimi mesi, ha predisposto un piano di interventi che ha portato all’accertamento di diverse irregolarità. Le attività si inseriscono nell’ambito dell’azione di contrasto all’evasione fiscale e alla concorrenza sleale a tutela degli operatori di settore che lavorano correttamente, si attengono in maniera rigorosa alle regole, investendo risorse ed energie per adeguarsi alle misure igienico-sanitarie a tutela della sicurezza dell’ambiente di lavoro.

“Oltre ai risvolti negativi che tutto questo ha per l’economia – ha aggiunto Piera Santicchia, presidente regionale di CNA Estetica – vorrei ricordare i rischi per salute che si corrono quanto un trattamento estetico, a partire da una semplice pedicure, non viene realizzato seguendo tutte le procedure, a cominciare dalla sanificazione, che solo in un centro estetico attrezzato possono essere garantite, anche grazie alla formazione continua e agli aggiornamenti cui gli operatori si sottopongono.”

Per Marina Gasparri “vigilanza, controlli e sanzioni sono essenziali ma da soli non bastano”. Per questo abbiamo deciso di far leva sul consumatore finale, con una campagna di comunicazione che contrappone al mondo del sommerso quello degli operatori che rispettano le regole, realizzata grazie alla disponibilità dei professionisti del direttivo regionale CNA Benessere a trasformare i propri centri in set cinematografici.”

Legalità, competenza e sicurezza – hanno concordato Cecchetti e Santicchia -. sono le parole chiave di una comunicazione che vuole ricordare al consumatore a cosa rinuncia ogni volta che ricorre a un operatore abusivo. Il messaggio che vogliamo far arrivare è che il vero benessere, si trova solo all’interno dei centri di acconciatura ed estetica che rispettano le regole e offrono le necessarie garanzie. E – hanno concluso i dirigenti CNA – con i nostri colleghi sul campo vogliamo condividere una certezza: la nostra vera arma è la qualità del servizio che sappiamo offrire, per cui su quello non dobbiamo mai smettere di investire.”

Sticky
Luglio 25, 2022
Commenti disabilitati su Una TASK FORCE contro l’ABUSIVISMO

AUTORIPARAZIONE: le NOVITÀ per GOMMISTI, CARROZZIERI e MECCANICI

Ecco le principali novità per le imprese che operano nel settore auto: gommisti, carrozzieri e meccanici.

  • GOMMISTI

Pubblicati finalmente i decreti attuativi che danno il via alle modifiche in materia di sostituzione delle ruote. La norma, voluta fortemente dalla CNA, consente di saltare il collaudo della Motorizzazione che prima era necessario quando il gommista sostituiva le ruote delle auto con modelli diversi rispetto alle misure delle case di produzione, purché omologati.

Quindi, da adesso in poi, non dovranno più passare il collaudo della Motorizzazione le seguenti modifiche costruttive e funzionali:

  • sostituzione delle ruote con modelli omologati
  • rimozione del gancio traino
  • sostituzione del serbatoio GPL per i sistemi con alimentazione bifuel o monofuel
  • adattamenti per la guida di veicoli da parte di conducenti disabili

Vi ricordiamo che per poter operare queste modifiche è necessario chiedere un accreditamento all’ufficio della Motorizzazione civile competente territorialmente (scarica l’allegato C)

Sono anche stati aggiornati i fac-simile delle dichiarazioni che le officine devono rilasciare a seguito delle modifiche effettuate (scarica qui i decreti attuativi che le contengono).

Infine, con una circolare dell’11 luglio il MIMS è stata aggiornata la tabella che sintetizza le modifiche possibili e le relative abilitazioni (disponibile qui).


  • CARROZZIERI E MECCANICI

Cna Umbria, insieme a Confartigianato Imprese Umbria, ha depositato presso la Camera di Commercio dell’Umbria e i tribunali territoriali le tariffe indicative degli interventi di carrozzeria e meccatronica per il 2022.

Lo scopo è quello di rendere trasparenti le tariffe e, pur non rappresentando un vincolo per gli operatori in virtù della liberalizzazione, diventa un elemento oggettivo di riferimento in caso di:

  • controversie in ambito assicurativo
  • predisposizione di gare pubbliche per l’affidamento di servizi (es. appalto per la riparazione dei mezzi di proprietà di enti locali, forze dell’ordine, e altro ancora).

Vuoi ricevere le tariffe depositate? Invia una mail a  marina.gasparri@cnaumbria.it


Sticky
Luglio 20, 2022
Commenti disabilitati su AUTORIPARAZIONE: le NOVITÀ per GOMMISTI, CARROZZIERI e MECCANICI

DIGITALIZZAZIONE delle IMPRESE, in arrivo INGENTI RISORSE

In arrivo dal Mise 45 milioni di euro per le imprese che vogliano attuare progetti di Intelligenza artificiale, blockchain e IoT.

L’obiettivo del ministero per lo Sviluppo Economico è quello di favorire la digitalizzazione delle imprese per renderle maggiormente innovative e competitive, attraverso la presentazione di progetti di ricerca, sviluppo e innovazione (dell’organizzazione e di processo) finalizzate al sostegno e allo sviluppo delle tecnologie e delle applicazioni di:

  • intelligenza artificiale (25 milioni di euro)
  • blockchain (10 milioni di euro)
  • internet of things (10 milioni di euro). 

I  settori interessati sono:

  • industria e manifatturiero;
  • sistema educativo;
  • agroalimentare;
  • salute;
  • ambiente ed infrastrutture;
  • cultura e turismo;
  • logistica e mobilità;
  • sicurezza e tecnologie dell’informazione;
  • aerospazio.

L’incentivo è concesso sotto forma di contributo a fondo perduto variabile con aliquota tra il 25% e il 70% delle spese ammissibili.

I progetti devono prevedere spese e costi ammissibili compresi tra 500.000 e 2.000.000 euro.

A partire dal 21 settembre 2022 le imprese e i centri di ricerca pubblici o privati, anche in forma congiunta tra loro, potranno richiedere agevolazioni per realizzare progetti di ricerca e innovazione tecnologica legati al programma Transizione 4.0.

Per facilitare la predisposizione della domanda è stata inoltre prevista, dal 14 settembre, una fase di precompilazione che consentirà di avviare l’inserimento della documentazione sulla piattaforma online.


Vuoi maggiori informazioni? Contatta il nostro ufficio Bandi e Incentivi!

  • 075 505911
Sticky
Luglio 07, 2022
Commenti disabilitati su DIGITALIZZAZIONE delle IMPRESE, in arrivo INGENTI RISORSE

INCHIOSTRI per TATUAGGI e TRUCCO PERMANENTE, un WEBINAR

Il 30 giugno 2022 dalle 9.30 alle 11.30 la Direzione Salute della Regione Umbria organizza un webinar per approfondire gli aspetti legati alla nuova normativa su alcuni inchiostri utilizzati per i TATUAGGI e per il TRUCCO PERMANENTE.

Ricordiamo, a questo proposito, che dal 4 GENNAIO 2022, con l’entrata in vigore del Regolamento UE 2020/2081, sono state introdotte alcune importanti restrizioni riguardanti le sostanze contenute negli inchiostri per tatuaggi o per trucco permanente (PMU).

Ne consegue che i produttori/distributori delle miscele impiegate per tatuaggi e PMU devono rispettare le nuove indicazioni e soprattutto devono utilizzare un’etichettatura nella quale, IN LINGUA ITALIANA, deve essere riportata OBBLIGATORIAMENTE la dicitura: “Miscela per tatuaggi o trucco permanente”

Dal 4 gennaio 2022, quindi, non è più possibile vendere, acquistare e utilizzare miscele che non riportino questa dicitura. Ciò vale anche per gli inchiostri già acquistati prima del 4 gennaio 2022, che non devono più essere impiegati.

Si precisa, inoltre, che qualora un operatore acquisti da Paesi extra UE inchiostri per tatuaggi o PMU, anche on line, l’operatore viene equiparato a un importatore e quindi diventa responsabile dell’immissione sul mercato di questi inchiostri ed è tenuto a rispettare la normativa in oggetto.

Poiché questa misura attiene alla sicurezza delle persone (alcune sostanze contenute negli inchiostri vietati sono nocive per la salute) e rientra nel più generale regolamento UE n° 1907/2006 denominato “REACH”, le sanzioni per chi non rispetta quanto previsto dal nuovo regolamento sono particolarmente severe: sono previste ammende da 40.000 a 150.000 euro o l’arresto fino a 3 mesi.

Spetterà ai servizi competenti delle ASL regionali il controllo sul rispetto di quanto sopra.

In considerazione dell’importanza dei temi trattati e in previsione degli interventi di controllo che le ASL pianificheranno, è molto importante partecipare al webinar organizzato dalla Regione Umbria.

Per farlo, è necessario iscriversi entro il 26 giugno 2022 accedendo all’indirizzo www.villaumbra.it e seguendo le indicazioni riportate qui. Per assistenza nella fase d’iscrizione potrete contattare Erica Cecili, 075/5159703, erica.cecili@villaumbra.it.


Se siete interessati ad avere maggiori informazioni in generale sul regolamento “REACH” e sulle procedure in esso previste, vi invitiamo a segnalarlo con una mail a:

Sticky
Maggio 30, 2022
Commenti disabilitati su INCHIOSTRI per TATUAGGI e TRUCCO PERMANENTE, un WEBINAR

CNA INFORMA TV: il FUTURO dell’AUTORIPARAZIONE

Con l’avvento delle auto elettriche e della diffusione della pratica del noleggio dell’automobile in alternativa all’acquisto del mezzo, quale sarà il futuro dell’autoriparazione? Se ne discuterà nella nuova puntata di CNA INFORMA TV in onda martedì 3 maggio 2022 alle ore 20:30 su UMBRIA TV (canale 10 del digitale terrestre).

Ospiti della trasmissione, condotta da Noemi Campanella, ci saranno:

  • MARINA GASPARRI – Responsabile regionale CNA Autoriparazione
  • MAURO MESCOLINI – Imprenditore, presidente regionale CNA Autoriparazione
  • ANTONELLO BACCAILLE – Imprenditore settore automotive, membro dell’Assemblea regionale CNA
  • ELISA SALANI – Romeo Auto

In collegamento ci sarà anche:

  • MARC AGUETTAZ – Country Manager GIPA ITALIA

Non perderti la puntata, sintonizzati alle 20.30 per guardare CNA INFORMA TV!

Sticky
Maggio 02, 2022
Commenti disabilitati su CNA INFORMA TV: il FUTURO dell’AUTORIPARAZIONE

SONDAGGIO sugli EFFETTI della GUERRA in UCRAINA

Il conflitto tra Russia e Ucraina sta producendo effetti significativi sulla crescita dell’economia italiana. 
Lo stiamo vedendo con gli aumenti dei prezzi dei prodotti energetici, che si sommano a quelli già registrati prima della guerra e che contribuiscono a far aumentare il tasso di inflazione e a rallentare la domanda interna, nonostante i tentativi del Governo di mitigarne gli effetti.

Anche le imprese manifatturiere risentono della guerra con le crescenti difficoltà a reperire le materie prime e la componentistica.

Sul fronte del commercio con l’estero, assistiamo alla diminuzione delle vendite verso i paesi in guerra, ma si potrebbe registrare anche un accorciamento delle filiere produttive.

Abbiamo preparato un sondaggio per analizzare meglio gli effetti della guerra sull’attività degli artigiani e delle piccole imprese italiane e le loro strategie di risposta. Partecipa rispondendo alle domande: ci aiuterai ad aiutarti!

Vai al sondaggio.

Sticky
Aprile 20, 2022
Commenti disabilitati su SONDAGGIO sugli EFFETTI della GUERRA in UCRAINA
  • CNA UMBRIA

    Via Angelo Morettini, 7
    06128 Perugia
    Tel: 075 505911 ||
    Fax: 075 5006279
    info@cnaumbria.it
    C.F. 94005590545

  • Generic selectors
    Affina la ricerca
    Cerca nel Titolo
    Cerca nei contenuti
    Cerca in Articoli
    Cerca nelle Pagine
    Cerca per Categorie
    AMBIENTE E SICUREZZA
    ATTIVITA' SINDACALE
    Bandi attivi
    BANDI ATTIVI START UP
    BANDI E INCENTIVI
    Bandi scaduti
    BENESSERE
    CINEMA
    CITTADINO
    CNA INFORMA
    CNA PER LE IMPRESE
    CNA RICONVERTITE
    COMUNICAZIONE
    COSTRUZIONI
    CREA LA TUA IMPRESA
    CREDITO
    DIGITALE
    DIH
    EVENTI
    faq ammortizzatori sociali
    FAQ FISCALI
    FAQ SALUTE E SICUREZZA
    FISCO
    FORMAZIONE
    GIOVANI IMPRENDITORI
    INDAGINI
    INDAGINI CNA
    INNOVAIMPRESA
    LEGISLAZIONE LAVORO
    MANIFATTURIERO
    NAZIONALE
    PENSIONATI
    PRATICHE AUTO _ FITACAR
    PROPOSTE CNA
    SERVIZI
    SERVIZI COMUNITÀ
    SERVIZI IMPRESE
    SERVIZI INNOVATIVI
    SERVIZIO ENERGIA
    SISTEMA CNA
    SMART ATTACK
    SMART WORKING
    SosCNA
    SUPERBONUS
    TRASPORTI
    TURISMO E CULTURA
    ULTIME NOVITA'
    WEBINAR
  • Seguici sui nostri canali social