Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa
Login
or
Register

“BANDI REGIONALI, un’OTTIMA NOTIZIA”

bandi regionali

“Una manovra regionale che impegna 25,5 milioni di euro a sostegno degli investimenti delle imprese sulla digitalizzazione va nel senso da noi auspicato. Pertanto possiamo dirci pienamente soddisfatti.”

Sono le parole di Renato Cesca, presidente di CNA Umbria, subito dopo l’annuncio fatto  stamattina dalla presidente della giunta regionale Donatella Tesei e dall’assessore Michele Fioroni,  alla presenza dei presidenti di Gepafin e Sviluppumbria, Carmelo Campagna e Michela Sciurpa (qui trovi la sintesi della conferenza stampa).

“In particolare, la previsione di due bandi specifici per le micro e piccole imprese e di un bando con maggiori risorse per le imprese più strutturate, cui si aggiungono i due bandi sulle aree di crisi Terni-Narni e area ex Merloni, risponde alle esigenze manifestate dalle imprese negli ultimi mesi. Siamo convinti che il sostegno alla trasformazione digitale delle imprese possa contribuire in maniera importante al riposizionamento del nostro sistema economico-produttivo. Inoltre, nei bandi più corposi, è stata inserita la possibilità di unire agli investimenti digitali anche quelli relativi alle opere murarie ad essi collegate: anche questa è una novità importante in quanto gli immobili produttivi devono essere riqualificati al pari di quelli privati e pubblici. Adesso ci auguriamo che le misure annunciate vengano pubblicate velocemente perché la rapidità è fondamentale. Il lavoro fatto in stretta sinergia con la giunta e con le agenzie regionali – conclude Cesca – rappresenta un fatto importante per la nostra associazione e per tutto il sistema imprenditoriale.”

Scarica qui le slide presentate durante la conferenza stampa

Sticky
Aprile 30, 2021
Commenti disabilitati su “BANDI REGIONALI, un’OTTIMA NOTIZIA”

RISTORI CERTI e ADEGUATI AI TAXI

ristori taxi

Subito sostegni economici specifici, certi e adeguati a garanzia dell’equilibrio finanziario e della sopravvivenza di un importante numero di imprese del servizio di taxi, anche attraverso misure locali come l’istituzione di buoni viaggio comunali per taxi e Ncc a favore delle categorie più deboli.

Sono le parole d’ordine con cui è andata in scena anche in Umbria la mobilitazione nazionale delle imprese che svolgono il servizio di trasporto persone non di linea, con decine di taxi da tutta la regione che hanno stazionato in piazza Italia a Perugia e due delegazioni ricevute dalle prefetture di Perugia e Terni.

“Abbiamo chiesto che ristori ad hoc vengano assegnati anche alle imprese del servizio taxi – dichiara Marina Gasparri, responsabile regionale di Cna Fita Trasporto persone -, che da oltre un anno stanno subendo un vero e proprio crollo della domanda a causa della riduzione forzata della mobilità delle persone determinata dal Covid.”

La piattaforma nazionale, sottoscritta da Cna Fita e da altre sigle di categoria prevede anche l’istituzione di un fondo di 800 milioni di euro per l’anno 2021 per il sostegno dell’intero settore trasporto persone in servizio pubblico non di linea; la sospensione e proroga di mutui, leasing e finanziamenti; l’anno bianco fiscale e contributivo per gli anni 2021 e 2022; la semplificazione delle procedure da parte dei Comuni per l’utilizzo dei voucher taxi e il loro ampliamento a favore del personale sanitario e della popolazione da vaccinare; un ecobonus per l’acquisto di autovetture elettriche sul modello del superbonus 110% e la reintroduzione della detassazione delle accise sui carburanti.

Accanto alle rivendicazioni nazionali ne abbiamo altre da avanzare alle istituzionali locali – aggiunge Gasparri -. In particolare chiediamo di concertare e sviluppare l’utilizzo dei buoni viaggio previsti tra le diverse misure assunte per fronteggiare la crisi. Per questo motivo stiamo chiedendo ai Comuni di Perugia e Terni, cui spetterà concretamente l’erogazione di questi buoni viaggio per taxi e Ncc a favore delle categorie più deboli, un incontro sul tema.”

Lo stato di difficoltà, purtroppo, non riguarda solo i taxi.

“È tutto il settore del trasporto persone a soffrire pesantemente le conseguenze della pandemia. Abbiamo già denunciato più volte cosa abbia significato per queste imprese il fermo del turismo, dei congressi, delle fiere, le limitazioni complessive alla mobilità delle persone e le aperture/chiusure delle scuole in presenza, che in Umbria purtroppo, per scelta della giunta regionale, sono più chiusure che aperture. Per questi motivi le misure di sostegno assunte a livello governativo e a livello regionale, seppur utili a tamponare una situazione al limite della sostenibilità, non possono essere ritenute in alcun modo sufficienti a garantire la sopravvivenza di un settore che in Umbria è fatto di circa 370 operatori tra noleggio con conducente, taxi e imprese di bus turistici, per un totale di circa 1200 addetti.”

Scarica qui la rassegna stampa dei quotidiani.

Sticky
Aprile 29, 2021
Commenti disabilitati su RISTORI CERTI e ADEGUATI AI TAXI

CNA INFORMA TV e i PERCORSI DIGITALI per le IMPRESE

Giovedì 29 aprile alle 20.30 su Umbria TV, canale 10 del digitale terrestre, va in onda una nuova puntata di CNA INFORMA TV.

Nell’ultimo appuntamento dedicato alla transizione digitale delle imprese si parlerà di percorsi digitali degli artigiani e delle piccole imprese, con un focus su cloud computing, connettività e, nuovamente, e-commerce.

In studio, insieme alla giornalista NOEMI CAMPANELLA, ci saranno BARBARA FERRIER, del Digital Innovation Hub di CNA Umbria, e FABRIZIO MINELLI, di CONNESI. In video-collegamento, invece, ci saranno CARLO BATTISTELLI, Responsabile acquisizione clienti AMAZON AWS,  e TOMMASO BETORI, Ceo di THINKING ABOUT

Sintonizzati per scoprire tutte le suggestioni e i consigli!

SCOPRI ANCHE  IL CALEDARIO DEI NOSTRI WEBINAR GRATUITI SULLA TRASFORMAZIONE DIGITALE 

Sticky
Aprile 29, 2021
Commenti disabilitati su CNA INFORMA TV e i PERCORSI DIGITALI per le IMPRESE

CNA INFORMA TV e la TRANSIZIONE 4.0

Pronti per una nuova puntata di CNA INFORMA TV?

Stavolta si parlerà di transizione 4.0 e delle agevolazioni disponibili per le piccole e medie imprese per affrontare questo passaggio fondamentale.

La trasmissione andrà in onda giovedì 22 aprile alle 20.30 su Umbria TV, canale 10 del digitale terrestre.

In studio, insieme alla giornalista NOEMI CAMPANELLA, ci saranno BENEDETTA TRIBOLATI, Responsabile del Digital Innovation Hub di CNA Umbria, ed ELISA CINFRIGNINI, anche lei del Digital Innovation Hub di CNA Umbria. In video-collegamento, invece, ci saranno MARCO BOSCHETTO, consulente fiscale,  e SILVIA VIGNAROLI, sempre del Digital Innovation Hub di CNA Umbria.

Sintonizzatevi per scoprire tutte le opportunità disponibili!

VEDI IL CALEDARIO DEI WEBINAR GRATUITI SULLA TRASFORMAZIONE DIGITALE 

Sticky
Aprile 22, 2021
Commenti disabilitati su CNA INFORMA TV e la TRANSIZIONE 4.0

Gli ARTIGIANI tra BIG DATA e REALTÀ VIRTUALE

 

In arrivo una nuova puntata di CNA INFORMA TV, che andrà in onda giovedì 15 aprile 2021 su Umbria TV, canale 10 del digitale terrestre.

Questa volta si parlerà di “ARTIGIANI, TRA BIG DATA E REALTÀ VIRTUALE”. 

Cosa sono i big data e perché sono tanto importanti? La cosiddetta realtà virtuale come può aiutare le imprese a trasformare il proprio modo di comunicare o di offrire servizi? Su questi e altri concetti si svilupperà il dibattito che,  coordinato dalla giornalista NOEMI CAMPANELLA, vedrà confrontarsi:

  • in studio: BARBARA FERRIER, del Digital Innovation Hub di CNA Umbria, e PAOLO TROMBONI, Responsabile informatico di CNA Umbria.
  • in video-collegamento: FABIO CUPPOLONI e DAVID CIABATTA di E21,  e TOMMASO VICARELLI e FRANCESCO ZUCCACCIA di Jupitech.

Sintonizzatevi!

VEDI IL CALEDARIO DEI WEBINAR SULLA TRASFORMAZIONE DIGITALE ORGANIZZATI DA CNA 

 

 

Sticky
Aprile 15, 2021
Commenti disabilitati su Gli ARTIGIANI tra BIG DATA e REALTÀ VIRTUALE

BANDO per l’AREA di CRISI COMPLESSA TERNI-NARNI

bando area crisi terni narni

Pubblicato dalla Regione Umbria un bando che assegna contributi a fondo perduto per gli investimenti effettuati dalle micro, piccole e medie imprese in contabilità ordinaria ubicate nell’area di crisi complessa Terni – Narni.

Gli investimenti finanziabili, da un minimo di 50mila a un massimo di 1,5 milioni di euro, devono riguardare la costruzione di nuove unità produttive, la riqualificazione di quelle esistenti o essere utilizzati per consulenze.

Tra le spese ammissibili ci sono:

  • a) opere murarie e assimilate e infrastrutture specifiche (purché compatibili con gli obiettivi del progetto presentato) fino a un massimo del 30% dei costi totali ammissibili;
  • b.1) macchinari impianti ed attrezzature funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese ma NON rientranti nel modello “Impresa 4.0”;
  • b.2) macchinari impianti ed attrezzature funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese secondo il modello Impresa 4.0;
  • c.1) programmi informatici funzionali all’automazione e gestione tecnica del ciclo produttivo;
  • c.2) programmi informatici connessi ad investimenti in beni materiali «Impresa 4.0» esclusivamente correlati alle esigenze di automazione e gestione tecnica del ciclo produttivo;
  • d) investimenti per la digital transformation ; CRM; software di business intelligence; smart place;
  • e. 1) spese di consulenza per le tecnologie di cui al comma b.1 e c.1);
    e. 2) spese di consulenza per le tecnologie di cui al comma b.2, c.2, d e spese di consulenza per la digital assessment e l’integrazione di sistemi produttivi tra aziende.

Le spese relative alle voci e.1 ed e.2 possono raggiungere un massimo del 10% della spesa totale ammissibile.

L’investimento complessivo non potrà essere relativo soltanto alle voci di spesa di cui alle lettere a)  e/o e).

L’intensità del contributo sarà distribuita nel modo seguente:

  • Agevolazioni per beni materiali/immateriali
    • • 25% per le imprese in regime de minimis;
    • • 20% per le micro /piccole imprese in regime ordinario / 10% per le medie imprese in regime ordinario;
    • • 30% per le micro e piccole imprese /20% per le medie imprese di Narni e Terni, ubicate in determinate particelle NUTS3 (aree 107 3.c.)
  • Agevolazioni per servizi di consulenza
    • 50% regime ordinario

Sono escluse le spese diverse dall’acquisto diretto o effettuate prima dell’invio della domanda.

La graduatoria terrà conto dei seguenti criteri ai quali vengono assegnati diversi punteggi:

  • Incremento occupazionale
  • Rilevanza investimento 4.0, Digital transformation e consulenza sugli investimenti totali
  • Investimento 4.0 appartenente a sezione “Assicurazione della qualità e della sostenibilità” All. 12 – voci A14-A22
  • Valutazione indici soggetto proponente: indici finanziari, di redditività, capitale sociale
  • Settori primari: premialità per le imprese manifatturiere dell’agroalimentare, della chimica verde, della meccanica e della metallurgia (C10-11-13-20-22-23-24-25) e della fornitura acqua E-38 (solo rifiuti origine industriale e commerciale (Punteggio 10);

Il progetto dovrà essere portato a termine entro 12 messi dalla data di ammissione al contributo e rendicontato entro il 30/09/2023

Le domande potranno essere inoltrate esclusivamente tramite la piattaforma informatica a partire dalle ore 10.00 del 5 maggio e fino alle ore 12.00 del 15 giugno 2021.


Se vuoi maggiori informazioni e assistenza alla predisposizione del progetto di investimento consulta il nostro servizio Bandi e Incentivi ai seguenti recapiti:

Clicca qui per vedere tutti i bandi attivi

Sticky
Aprile 14, 2021
Commenti disabilitati su BANDO per l’AREA di CRISI COMPLESSA TERNI-NARNI

BANDO per l’AREA di CRISI EX MERLONI

bando area crisi ex merloni

Approvato dalla Regione Umbria un bando a sostegno delle micro, piccole e medie imprese di produzione e servizi alla produzione ubicate nell’area di crisi ex Merloni (comuni di: Assisi, Bastia Umbra, Bevagna, Campello sul Clitunno, Costacciaro, Foligno, Fossato di Vico, Gualdo Tadino, Gubbio, Nocera Umbria, Scheggia e Pascelupo, Sigillo, Spello, Spoleto, Trevi, Valfabbrica, Valtopina)

Il bando prevede contributi a fondo perduto per sostenere gli investimenti destinati a:

  • realizzazione di nuove unità produttive
  • ampliamento e/o riqualificazione di quelle esistenti
  • spese di consulenza.

Gli investimenti devono andare da un minimo di 50mila a un massimo 1.5 milioni di euro.

Tra le spese ammissibili ci sono:

  • a) opere murarie e assimilate e infrastrutture specifiche (purché compatibili con gli obiettivi del progetto presentato) fino a un massimo del 30% dei costi totali ammissibili;
  • b.1) macchinari impianti ed attrezzature funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese ma NON rientranti nel modello “Impresa 4.0”;
  • b.2) macchinari impianti ed attrezzature funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese secondo il modello Impresa 4.0;
  • c.1) programmi informatici funzionali all’automazione e gestione tecnica del ciclo produttivo;
  • c.2) programmi informatici connessi ad investimenti in beni materiali «Impresa 4.0» esclusivamente correlati alle esigenze di automazione e gestione tecnica del ciclo produttivo;
  • d) investimenti per la digital transformation ; CRM; software di business intelligence; smart place;
  • e. 1) spese di consulenza per le tecnologie di cui al comma b.1 e c.1);
    e. 2) spese di consulenza per le tecnologie di cui al comma b.2, c.2, d e spese di consulenza per la digital assessment e l’integrazione di sistemi produttivi tra aziende.

Le spese relative alle voci e.1 ed e.2 possono raggiungere un massimo del 10% della spesa totale ammissibile.

L’investimento complessivo non potrà essere relativo soltanto alle voci di spesa di cui alle lettere a)  e/o e).

L’intensità del contributo sarà distribuita nel modo seguente:

  • Agevolazioni per beni materiali/immateriali
    • • 25% per le imprese in regime de minimis;
    • • 20% per le micro /piccole imprese in regime ordinario / 10% per le medie imprese in regime ordinario;
    • • 30% per le micro e piccole imprese /20% per le medie imprese di Narni e Terni, ubicate in determinate particelle NUTS3 (aree 107 3.c.)
  • Agevolazioni per servizi di consulenza
    • 50% regime ordinario

Sono escluse le spese diverse dall’acquisto diretto o effettuate prima dell’invio della domanda.

La graduatoria terrà conto dei seguenti criteri ai quali vengono assegnati diversi punteggi:

  • Incremento occupazionale
  • Rilevanza investimento 4.0, Digital transformation e consulenza sugli investimenti totali
  • Investimento 4.0 appartenente a sezione “Assicurazione della qualità e della sostenibilità” All. 12 – voci A14-A22
  • Valutazione indici soggetto proponente: indici finanziari, di redditività
  • Importo del capitale sociale sottoscritto e versato

Il progetto dovrà essere portato a termine entro 12 mesi dalla data di ammissione al contributo (e per un importo ammissibile minimo non inferiore al 70% della spesa ammessa a contributo e comunque non inferiore a 50mila euro)  e rendicontato entro il 30/09/2023

Le domande potranno essere inoltrate esclusivamente tramite la piattaforma informatica a partire dalle ore 10.00 del 5 maggio e fino alle ore 12.00 del 15 giugno 2021.


Se vuoi maggiori informazioni e assistenza alla predisposizione del progetto di investimento consulta il nostro servizio Bandi e Incentivi ai seguenti recapiti:

Clicca qui per vedere tutti i bandi attivi

Sticky
Aprile 14, 2021
Commenti disabilitati su BANDO per l’AREA di CRISI EX MERLONI

PIANI AZIENDALI per le VACCINAZIONI

piani aziendali vaccinazioni

 

Sottoscritti dalla Cna insieme alle altre parti sociali due protocolli in materia di lotta al Covid-19 e per la realizzazione di piani aziendali per le vaccinazioni con l’obiettivo di accelerare i tempi di un ritorno alla normalità e alla ripresa delle attività economiche nel Paese.

Nel primo protocollo sono stati aggiornati gli accordi sottoscritti nell’aprile 2020 per contrastare la diffusione del contagio, apportando correzioni minime che tengono conto delle conoscenze scientifiche sul Covid-19 acquisite in oltre un anno di convivenza con il virus e le evoluzioni normative intervenute

Nel secondo protocollo sono state definite le modalità per la realizzazione di punti per la somministrazione dei vaccini anti Covid-19 anche all’interno delle sedi aziendali, nel rispetto assoluto delle priorità definite a livello nazionale dal Commissario Figliuolo. Potranno candidarsi a diventare hub vaccinali tutte le imprese a prescindere dalle caratteristiche e dalle dimensioni. Per le imprese più piccole, tuttavia, la CNA  potrà assumere un ruolo di coordinamento, anche attraverso una eventuale sottoscrizione di convenzioni con strutture mediche in possesso dei requisiti per la somministrazione dei vaccini. Anche se a questo riguardo la vera incognita resta quella della disponibilità delle dosi.

Per CNA, per far ripartire tutte le attività velocemente è prioritario vaccinare subito gli anziani e le categorie fragili.


Per maggiori informazioni sui protocolli anti Covid-19 e sui piani aziendali per le vaccinazioni contatta i nostri esperti in materia di ambiente e Sicurezza presenti in tutti gli  uffici territoriali CNA (trovi qui l’elenco)

Sticky
Aprile 09, 2021
Commenti disabilitati su PIANI AZIENDALI per le VACCINAZIONI

FIDARSI è BENE….in CNA è MEGLIO!

 

Ansia da detrazioni??? Se vuoi essere certo che il tuo 730 non contenga errori, avere la sicurezza di non dimenticare nulla, recuperare fino all’ultimo centesimo di detrazioni e usufruire di tutte le opportunità disponibili nel 2021, rivolgiti alle professioniste del Caf CNA: riceverai in cambio competenza, professionalità, cortesia e soprattutto affidabilità!

E se vuoi possiamo aiutarti per: 730, modelli ISEE, verifiche contributive, domande di pensione, RED, successioni, IMU, permessi di soggiorno, denunce di infortuni, malattie professionali e altro ancora.

Cosa aspetti? Fidarsi è bene….in CNA è meglio!

Fissa un appuntamento presso uno dei nostri uffici ai recapiti che trovi qui sotto:

Sticky
Aprile 09, 2021
Commenti disabilitati su FIDARSI è BENE….in CNA è MEGLIO!

RIAPRIRE le SCUOLE e le IMPRESE

riaprire scuole e imprese

Bene la riapertura delle scuole medie, ma deve essere allargata sin da subito anche alle superiori, come primo segnale per una veloce ripresa di tutte le attività.”

Ad avanzare la richiesta è Enrico Ceccarelli, imprenditore del trasporto persone ed esponente di punta di Cna Trasporti Umbria.

“Fermo restando che solo una campagna di vaccinazioni più serrata ci farà tornare alla normalità, vanno riaperte sia le scuole di ogni ordine e grado che le imprese rimaste finora completamente ferme o aperte a singhiozzo – dichiara Ceccarelli -, come quelle del trasporto persone, ma anche i bar e le pizzerie, che beneficerebbero subito delle lezioni in presenza degli studenti. Tanto più che i dati epidemiologici che riguardano l’Umbria sono più che buoni e che tali riaperture possono avvenire in completa sicurezza, anche alla luce degli ulteriori accorgimenti introdotti nei protocolli anti-Covid dall’accordo nazionale sottoscritto recentemente dal governo e dalle parti sociali.”

Quanto all’auspicato avvio di una campagna vaccinale serrata, la Cna si sta attivando affinché a tutte le imprese e ai lavoratori vengano garantiti in tempi certi gli stessi diritti di altre categorie, pur nel rispetto dei criteri individuati all’interno dell’ulteriore accordo raggiunto tra il ministero, le associazioni di categoria e i sindacati dei lavoratori.

“In particolare, ci stiamo adoperando in favore di un accordo di sistema che coinvolga il maggior numero possibile di attori, anziché lasciare che la campagna vaccinale si frammenti eccessivamente e rischi di disperdersi. Probabilmente – aggiunge Ceccarelli – siamo arrivati finalmente a intravedere una piccola luce in fondo a un tunnel nel quale siamo entrati oltre un anno fa e che ha finito per soffocare tantissime imprese. Pensiamo, ad esempio, a quelle del trasporto persone, che lo stop lo hanno subìto sin dal febbraio 2020 con l’annullamento di tutte le gite scolastiche, a cui hanno fatto seguito la chiusura delle scuole, il blocco dei congressi, delle fiere, del turismo – fatta eccezione per la fiammata dell’estate scorsa – e le limitazioni complessive alla mobilità delle persone. Le casse di queste imprese sono a secco, mentre sul piatto poggiano alcune questioni spinose ancora irrisolte, come quella dei ristori per i danni subiti dalle imprese del trasporto persone a seguito dell’interruzione dei contratti con il fermo della scuola nel precedente anno. Nonostante non ci siano più dubbi sulla legittimità della procedura, i Comuni non hanno ancora provveduto al riguardo, tranne alcune eccezioni. Quindi, si proceda velocemente verso la liquidazione di tali ristori e, soprattutto, si ridia la possibilità alle imprese di lavorare. Nelle stesse condizioni sono anche i titolari di bar, ristoranti, palestre, ma anche acconciatori ed estetiste o autoriparatori, colleghi imprenditori che si guadagnano da vivere lavorando a fianco dei dipendenti. Non chiediamo la luna, ma solo di poter lavorare. Le condizioni ci sono tutte – conclude Enrico Ceccarelli – basta averne la volontà politica.”

Scarica la rassegna stampa.

Sticky
Aprile 08, 2021
Commenti disabilitati su RIAPRIRE le SCUOLE e le IMPRESE
  • CNA UMBRIA

    Via Angelo Morettini, 7
    06128 Perugia
    Tel: 075 505911 ||
    Fax: 075 5006279
    info@cnaumbria.it
    C.F. 94005590545

  • Generic selectors
    Affina la ricerca
    Cerca nel Titolo
    Cerca nei contenuti
    Cerca in Articoli
    Cerca nelle Pagine
    Cerca per Categorie
    AMBIENTE E SICUREZZA
    Bandi attivi
    BANDI ATTIVI START UP
    BANDI E INCENTIVI
    Bandi scaduti
    BENESSERE
    CINEMA
    CITTADINO
    CNA INFORMA
    CNA PER LE IMPRESE
    CNA RICONVERTITE
    COMUNICAZIONE
    COSTRUZIONI
    CREA LA TUA IMPRESA
    CREDITO
    DIGITALE
    DIH
    faq ammortizzatori sociali
    FAQ FISCALI
    FAQ SALUTE E SICUREZZA
    FISCO
    FORMAZIONE
    GIOVANI IMPRENDITORI
    INDAGINI
    INNOVAIMPRESA
    LEGISLAZIONE LAVORO
    MANIFATTURIERO
    NAZIONALE
    PENSIONATI
    PRATICHE AUTO _ FITACAR
    PROPOSTE CNA
    SERVIZI
    SERVIZI COMUNITÀ
    SERVIZI IMPRESE
    SERVIZI INNOVATIVI
    SISTEMA CNA
    SMART WORKING
    SUPERBONUS
    TRASPORTI
    TURISMO E CULTURA
    ULTIME NOVITA'
  • Seguici sui nostri canali social