Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa
Login
or
Register

TRASPORTO CONTAINER, siglato un ACCORDO

Definita per la prima volta in Italia la stipula di un accordo volontario di diritto privato tra le associazioni di categoria dell’autotrasporto (tra cui la FITA CNA) e della committenza. Obiettivo: regolare meglio il trasporto del settore container.

La norma che lo prevede (l’art. 5 del Decreto Legislativo n. 286/2005) stabilisce che quanto contenuto nell’accordo dovrà essere recepito dai contratti di trasporto scritti tra autotrasportatori e committenti, anche in sub-vezione. Le parti firmatarie hanno concordato che a partire dal 1 luglio 2021 sono entrati in vigore i contenuti prevedendo, come citato dalla normativa, l’obbligatorietà della forma scritta dei contratti di trasporto stipulati tra le parti, in conformità degli accordi stessi.

In fase di stipula dell’accordo sono state assunte alcune decisioni, tra le quali quella di riavviare l’operatività del cosiddetto Distanziere RT Ores che definisce convenzionalmente la distanza chilometrica dei tracciati dei trasporti, e discussi molti temi specifici (tra cui gli indennizzi per soste oltre la franchigia e la regolamentazione delle attese di carico/scarico) che saranno oggetto di successive regolamentazioni.

Scarica qui il testo dell’accordo.


Per maggiori informazioni contatta:

Marina Gasparri – 075 5059160 – marina.gasparri@cnaumbria.it

Sticky
Agosto 04, 2021
Commenti disabilitati su TRASPORTO CONTAINER, siglato un ACCORDO

ODONTOTECNICI e QUALIFICA professionale

Arrivare velocemente all’istituzione della qualifica professionale sanitaria per gli odontotecnici!

Lo chiedono a gran voce le migliaia di professionisti iscritti alla Cna SNO e alla Confartigianato, che hanno incontrato in videoconferenza la vicepresidente della commissione sanità del Senato, Paola Boldrini, firmataria di un disegno di legge in attesa di arrivare proprio all’esame della Commissione.

Gli odontotecnici attendono da tempo che la loro qualifica professionale venga riconosciuta. La normativa che regolamenta la professione, infatti, è ferma addirittura al 1928. Diventa quindi urgente che al più presto si avvii l’esame parlamentare necessario ad introdurre nell’ordinamento le modifiche legislative non più rinviabili.

La conversione in legge restituirebbe, come da nuovo regolamento europeo, il giusto riconoscimento della qualifica professionale ad una figura che presenta un elevato livello di formazione oltre che di responsabilità.


Iscriversi a CNA conviene! Rivolgiti ai nostri uffici territoriali (trovi qui l’elenco delle sedi) oppure contatta:

Sticky
Luglio 30, 2021
Commenti disabilitati su ODONTOTECNICI e QUALIFICA professionale

Nuovo DIGITALE TERRESTRE, spostate le SCADENZE

Per l’entrata in vigore del nuovo digitale terrestre c’è ancora da attendere.

Il Governo e le Emittenti, infatti, si sono resi conto delle difficoltà nel rispettare le scadenze previste inizialmente, per cui il 1° settembre non ci sarà l’annunciato passaggio dei canali nazionali alla codifica MPEG4.

Il progetto del Mise in via di approvazione che ha rimodulato la road map sembrerebbe fissare due tempi:

  • passaggio a MPEG4 (previsto per settembre 2021) rinviato al 2022 (forse gennaio-marzo)
  • passaggio al DVB-T2 a partire dal 2023.
  • unica conferma rimarrebbe la cessione della banda 700 MHz alla telefonia, fissata per il1° luglio 2022.

Secondo il nuovo cronoprogramma, il passaggio a MPEG4 non dovrebbe iniziare prima del 15 ottobre, anche se solo come semplice invito alle emittenti ad anticipare volontariamente il passaggio in MPEG4 per i primi canali.

La Rai ha confermato di voler passare i canali “specialistici” in MPEG4  il 15 ottobre, mentre gli altri resterebbero in MPEG2 fino a data da destinarsi.

L’obbligo di spegnimento di MPEG2 sarà affidato a un successivo provvedimento da emanarsi entro fine 2021.


Per maggiori informazioni sul nuovo digitale terrestre contatta:

  • Pasquale Trottolini – 075 5059187 – pasquale.trottolini@cnaumbria.it
Sticky
Luglio 29, 2021
Commenti disabilitati su Nuovo DIGITALE TERRESTRE, spostate le SCADENZE

Nasce CNA INDUSTRIA Umbria

La tornata assembleare che nelle scorse settimane ha coinvolto la Cna dell’Umbria nelle sue varie articolazioni ha portato al rinnovo di tutti gli organismi dirigenti dell’associazione, eleggendo non solo il nuovo presidente regionale, Michele Carloni, ma anche i rappresentanti delle macro unioni di categoria in cui sono organizzate le imprese iscritte e, al loro interno, dei mestieri più rappresentativi.

Novità assoluta nella storia dell’associazione è la nascita del raggruppamento di CNA Industria Umbria, per dare una rappresentanza alle imprese strutturate che ormai guardano alla CNA con crescente interesse.

Priorità dell’associazione: la crescita dimensionale delle imprese.

Per la macro unione del Manifatturiero  eletto Giampaolo Cicioni, chiamato a rappresentare anche il mestiere della meccanica; gli altri mestieri organizzati e i relativi presidenti sono quelli della moda (Emanuele Furia), l’artigianato artistico (Roberto Fugnanesi), l’agroalimentare (Giuliano Martinelli), la grafica e comunicazione (Federico Sabbioni) e l’arredo casa (Giovan Battista Simonetti).

La macro unione delle Costruzioni ha scelto come proprio rappresentante Emanuele Bertini, che ricopre anche il ruolo di presidente del mestiere edilizia; gli altri presidenti sono Giuliano Montanucci per gli impiantisti termoidraulici e Silvano Scoscia per gli impiantisti elettrici-elettronici.

La macro unione dei Servizi, che raggruppa imprese molto eterogenee, sarà rappresentata da Simone Cecchetti. Tra i mestieri figurano l’acconciatura (di nuovo Simone Cecchetti), l’estetica (Piera Santicchia), il trasporto merci (Marcello Volpi), il trasporto persone (Paolo Calistroni) e l’autoriparazione (Mauro Mescolini).

Infine sono stati costituiti o confermati i cosiddetti raggruppamenti di interesse. Come detto la novità assoluta è la costituzione di CNA Industria, che ha eletto come suo presidente l’imprenditore Luca Malincarne. Di nuova costituzione anche il raggruppamento di CNA Digitale, che raccoglie le imprese a maggior contenuto tecnologico e sarà rappresentato da Alessandro Ricci. I giovani imprenditori e le donne imprenditrici sono stati uniti nel raggruppamento CNA Giovani e Donne e saranno coordinati da Tommaso Vicarelli e Camilla Andreani. Una fusione anche per turismo e cinema, con la nascita di CNA Turismo, Cultura e Cinema (presidente Michele Benemio, coordinatori Paolo Ercolani e Alberto Fabi). Confermato, infine, il raggruppamento di CNA Pensionati, presieduto da Fabiano Coletti.

Scarica qui la Rassegna Stampa

Sticky
Luglio 29, 2021
Commenti disabilitati su Nasce CNA INDUSTRIA Umbria

GREEN PASS OBBLIGATORIO

Green Pass obbligatorio dal 6 agosto per accedere in numerosi luoghi e spazi aperti al pubblico.

Lo ha stabilito il Governo nel decreto che ha prorogato lo stato di emergenza a tutto il 2021 e ha fissato i nuovi parametri per definire il colore delle Regioni e delle varie restrizioni che ne derivano.

In particolare, il Green Pass sarà obbligatorio per:

  • consumare al tavolo in bar e ristoranti al chiuso (nessun obbligo per chi consuma al banco o all’aperto);
  • spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportive;
  • musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre;
  • frequentare piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, per le attività che si svolgono al chiuso;
  • sagre, fiere, convegni e congressi;
  • centri termali, parchi tematici e di divertimento;
  • centri culturali, centri sociali e ricreativi (sempre al chiuso) ed esclusi i centri educativi per l’infanzia, i centri estivi e le relative mense;
  • attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò;
  • partecipare a concorsi pubblici.

Il controllo dei requisiti dovrà essere fatto dai proprietari/gestori delle attività attraverso l’utilizzo dell’app di verifica nazionale VerificaC19, installata su un dispositivo mobile, che garantisce  l’autenticità e la validità delle certificazioni. Sarà necessario verificare anche il documento d’identità del possessore del Green Pass.

Le sanzioni per gli esercenti e i clienti inadempienti prevedono il pagamento di una multa che va dai 400 ai 1.000 euro. In caso di violazione ripetuta si rischia la chiusura dell’attività fino a 10 giorni.

Il possesso della certificazione può essere verificato anche da:

  • forze dell’ordine e pubblici ufficiali
  • personale addetto ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e di spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi iscritto nell’elenco di cui all’articolo 3, comma 8, della legge 15 luglio 2009, n. 94
  • i titolari delle strutture ricettive e dei pubblici esercizi o i loro delegati
  • proprietari o gestori di locali presso i quali si svolgono eventi e attività che richiedono il green pass, o i loro delegati
  • i gestori delle strutture che erogano prestazioni sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali per l’accesso alle quali in qualità di visitatori sia prescritto il possesso di certificazione verde, nonché i loro delegati.

Cambiano anche i parametri per determinare il colore delle Regioni, che dal 1° agosto non saranno più stabiliti in base al numero di contagi, bensì in base a:

  • tasso di occupazione dei posti letto in area medica per pazienti affetti da Covid-19
  • tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva per pazienti affetti da Covid-19

Per maggiori informazioni contatta gli uffici della CNA (consulta qui l’elenco)

Sticky
Luglio 28, 2021
Commenti disabilitati su GREEN PASS OBBLIGATORIO

PREZZARI “DEI”, come ottenere lo SCONTO

Hai un’impresa nel settore delle Costruzioni (edilizia, impiantistica, serramentisti) e sei interessato a usufruire della convenzione sottoscritta con DEI, la tipografia del Genio Civile che realizza e diffonde pubblicazioni tecniche dedicate al mondo delle costruzioni, in particolare PREZZARI, utilizzabili per il Superbonus 110%?

Cliccando qui potrai generare il codice necessario per ottenere lo sconto riservato agli associati CNA (che vanno da un minimo del 5% a un massimo del 48%) sull’acquisto dei prezzari.

Allo stesso link potrai trovare anche la registrazione del webinar del 7 Luglio scorso in cui è stata presentata la convenzione CNA-DEI  e illustrata la struttura dei prezziari, anche con esempi e casi pratici per chiarire dubbi ed interpretazioni.


Per maggiori informazioni contatta:

Sticky
Luglio 27, 2021
Commenti disabilitati su PREZZARI “DEI”, come ottenere lo SCONTO

Eletto il nuovo presidente CNA Umbria

Michele Carloni, 35 anni, una laurea in relazioni internazionali, tre lingue estere parlate all’attivo, direttore generale di un’impresa innovativa e internazionalizzata del settore della meccanica con oltre 70 dipendenti, è il nuovo presidente della CNA dell’Umbria, che ha ricevuto il testimone direttamente dalle mani di Renato Cesca nel corso dell’assemblea elettiva dell’associazione tenutasi il 16 luglio scorso.

Con l’elezione di Carloni CNA sceglie di puntare decisamente sui giovani. Il neo presidente, infatti, sarà affiancato da una squadra di 10 imprenditori la cui età media si è sensibilmente abbassata rispetto all’organismo di presidenza uscente. Oltre alle riconferme di Leonardo Santarelli, Ciro Schiaroli e Luigi Silvestrini, sono stati eletti anche Claudio Floritelli, Leonardo Faccendini, Mirko Papa, Simone Cipiccia, Massimiliano Sciattella, Elisa Ferrucci e Michelangelo Faluomi, in rappresentanza dei diversi settori di attività delle imprese associate e dei territori in cui la CNA è presente nella regione.

“Il primo impegno della neo presidenza – afferma Carloni – sarà quello di contribuire alla programmazione dei nuovi fondi strutturali 2021/2027 attraverso le proposte che usciranno dal tavolo di coordinamento delle dieci maggiori associazioni d’impresa dell’Umbria, che nelle scorse settimane hanno sottoscritto un patto al riguardo con l’obiettivo di fornire un supporto alla Regione e facilitare la crescita di tutte le imprese con progetti innovativi, a prescindere dalla loro dimensione, perché solo così si potrà creare nuova occupazione e favorire la crescita del Pil regionale. Infatti, il teorema secondo il quale la crescita delle grandi imprese comporti, a cascata, anche lo sviluppo di quelle più piccole, non ha funzionato. Puntiamo quindi al sostegno delle migliaia di micro e piccole imprese italiane e umbre che continuano a costituire l’ossatura del sistema produttivo (99%) e a garantire più del 70% dell’occupazione del settore privato.

Cna, insieme alle associazioni firmatarie del patto di coordinamento, lavorerà sui temi della transizione ecologica e digitale, sull’innovazione, sui nuovi investimenti, sulla ricerca, sull’internazionalizzazione, sulla formazione delle competenze e sull’accesso al credito.

Per Carloni “ci sono tutte le condizioni per fare un buon lavoro perché i prossimi anni saranno ricchi di opportunità grazie alle ingenti risorse a sostegno dello sviluppo provenienti dal PNRR e dai fondi strutturali. Ma non basteranno se non saranno accompagnate dalle indispensabili riforme, in primis quella della pubblica amministrazione, e da temi cruciali quali quello delle infrastrutture. L’obiettivo deve essere quello di costruire un habitat favorevole alla nascita e alla crescita dell’attività d’impresa.”

Michele Carloni ha voluto ringraziare con particolare calore il presidente uscente Renato Cesca, “che ci ha consegnato un’associazione sana e fortemente radicata e sul cui prezioso contributo spero di poter continuare a contare.” Un ringraziamento il neo presidente lo ha rivolto anche alla presidente della giunta regionale, Donatella Tesei, e al segretario generale della CNA, Sergio Silvestrini, che hanno partecipato con lui alla tavola rotonda seguita all’assemblea elettiva.

“L’Italia – ha affermato Silvestrini – è di fronte a una sfida epocale, forse la più grande da sessant’anni a questa parte perché arriveranno risorse che non si sono mai viste prima. Il primo atto di politica economica dovrà essere quello di tornare a guardare al futuro con ottimismo. Si parla sempre delle piccole imprese come un vizio capitale dell’Italia, poi però vediamo che nel 2021 l’Italia ottiene la miglior performance in materia di export e allora, forse, dovremmo riconoscere che questo modello italiano fatto di micro e piccole imprese non è poi così male. Dobbiamo essere consapevoli che non ci saranno altre occasioni per far tornare l’Italia al centro e che si tratta di una sfida che chiama tutti al massimo impegno, alla capacità di stare insieme, di unire le forze e la capacità creativa del nostro popolo. Sono sicuro che la CNA dell’Umbria, con il suo gruppo dirigente, saprà fare ottimamente la sua parte.”

Sticky
Luglio 19, 2021
Commenti disabilitati su Eletto il nuovo presidente CNA Umbria

“INSIEME PER INNOVARE”

NASCE IN UMBRIA IL TAVOLO DI COORDINAMENTO

TRA LE MAGGIORI ASSOCIAZIONI D’IMPRESA 

Nasce INSIEME PER INNOVARE, un tavolo di coordinamento per ragionare insieme sulle principali leve per lo sviluppo, portare a sintesi le proposte da avanzare alla Regione in vista della programmazione dei nuovi fondi strutturali 2021/2027 e dell’attuazione del PNRR, e ridisegnare un modello di sviluppo per l’Umbria teso a favorire la crescita, a migliorare la quantità e qualità dell’occupazione e accrescere le tutele sociali e sanitarie. Senza dimenticare le indispensabili riforme della pubblica amministrazione, la riorganizzazione del servizio di trasporto pubblico e dello smaltimento dei rifiuti e la questione infrastrutturale.

A sottoscriverlo le 10 maggiori associazioni di categoria dell’Umbria della piccola industria, dell’artigianato, del commercio, della cooperazione e dell’agricoltura, che il 9 luglio 2021 lo hanno presentato nel corso di una conferenza stampa digitale. A illustrare il progetto è stato Renato Cesca, presidente della CNA, a nome e per conto dei presidenti delle altre associazioni firmatarie: Mauro Franceschini per Confartigianato, Carlo Salvati di Confapi, Giorgio Mencaroni della Confcommercio, Giuliano Granocchia per Confesercenti, Carlo Di Somma di Confcooperative, Dino Ricci della Legacoop, Albano Agabiti per Coldiretti, Matteo Bartolini della CIA e Anna Ciri, vicepresidente di Confagricoltura.

“Con INSIEME PER INNOVARE, pur nel rispetto dei rispettivi ruoli, vogliamo portare il contributo del mondo delle piccole e medie imprese all’importante sforzo programmatico e semplificativo a cui sarà chiamata la Regione nei prossimi mesi, avanzando proposte condivise in un momento particolarmente difficile e al tempo stesso ricco di opportunità da cogliere per introdurre finalmente nel sistema-Umbria quelle innovazioni che non si possono più rimandare. Per questo chiediamo che l’assunzione di decisioni da parte della Regione sia preceduta da un ampio confronto sul modello di sviluppo che si intende perseguire e sugli strumenti con i quali attuarlo.”

Nel patto vengono individuati i principali driver per la crescita: transizione ecologica e digitale, economia circolare, formazione, internazionalizzazione, ricerca, sostegno al credito, rigenerazione urbana, infrastrutture etc… “Pensiamo che il confronto debba prevedere approfondimenti specifici su ciascuno di questi driver, la cui diversa combinazione potrà portare alle innovazioni che tutti auspichiamo.”

Le ultime stime economiche per l’Italia prevedono un PIL in crescita del 5% nel 2021 e la possibilità di tornare ai livelli pre-Covid entro il 2022.

“Per l’Umbria ci potrebbe volere più tempo a recuperare i punti di PIL persi negli anni. Proprio per questo crediamo che il confronto sia utile e necessario per realizzare una programmazione pluriennale basata su innovazioni importanti per tutti. Su alcuni temi specifici, come quello delle infrastrutture, auspichiamo un accordo bipartisan tra le forze politiche affinché si possano adottare piani di investimento la cui attuazione sia garantita in tempi che sicuramente vanno al di là delle singole legislature.”

Il coordinamento delle associazioni sottolinea ancora una volta la composizione articolata del sistema produttivo regionale. Da qui la necessità di politiche e strumenti diversificati per dimensione di impresa per sostenere la crescita di tutte le imprese che abbiano progetti innovativi.

Questo tavolo è aperto alla partecipazione di tutte le associazioni e alla massima condivisione delle proposte e nei prossimi mesi intendiamo allargare il confronto anche alle maggiori forze sindacali dei lavoratori presenti in Umbria. Perché il momento è troppo importante per rischiare di disperdere le risorse attese inseguendo interessi particolari.”

SCARICA LA RASSEGNA

Sticky
Luglio 09, 2021
Commenti disabilitati su “INSIEME PER INNOVARE”

COSTRUZIONI, convenzione tra CNA e DEI

Si aggiunge un altro tassello alla serie di convenzioni sottoscritte dalla CNA Nazionale con i principali marchi dei vari settori per offrire vantaggi esclusivi ai propri associati (scopri qui l’intera gamma disponibile a livello nazionale e qui quelle valide sul territorio regionale).

Nei giorni scorsi, infatti, è arrivato anche l’accordo siglato con la DEI, tipografia del Genio civile, leader nazionale nel mercato dei servizi agli operatori del mondo delle costruzioni attraverso la produzione e diffusione di pubblicazioni tecniche e prezzari.

Ricordiamo che il prezziario della DEI è tra quelli indicati dal Ministero per lo Sviluppo economico come riferimento per l’applicazione del Superbonus 110%.

Per illustrare tutte le sinergie attivabili e le modalità di funzionamento della convenzione, CNA ha organizzato un webinar gratuito

mercoledì 7 luglio 2021

dalle ore 16.00 alle ore 18.00

Clicca qui per informazioni sul webinar e per iscriverti all’evento.

Associarsi a CNA conviene! 


Per maggiori informazioni contatta:

Sticky
Giugno 30, 2021
Commenti disabilitati su COSTRUZIONI, convenzione tra CNA e DEI

L’UMBRIA finalmente in ZONA BIANCA

Dal 7 giugno 2021 l’Umbria finalmente è in zona bianca!

Innanzitutto va premesso che restano in vigore:

  • il divieto di assembramento
  • la distanza interpersonale minima di 1 metro
  • l’obbligo di utilizzo delle mascherine
    • al chiuso
    • nei luoghi pubblici
    • all’aperto se non è possibile rispettare la distanza
    • ogni qualvolta si debba stare vicino a persone non conviventi
    • nei luoghi di lavoro

Cosa cambia concretamente per cittadini e imprese? Vediamo in sintesi le principali novità.

Coprifuoco

  • Il coprifuoco è eliminato, non ci sono più limiti orari per il rientro alla propria abitazione e la mobilità delle persone, tranne se ci si sposta verso regioni in zona gialla (o altro colore): senza motivi validi vanno rispettate le restrizioni orarie in vigore

Bar, ristoranti etc…

  • Non ci sono più distinzioni tra tavoli all’aperto o al chiuso, né limiti orari. Vincoli numerici continuano a esserci per quanto riguarda il numero massimo di persone che possono sedere allo stesso tavolo al chiuso:
    • nei posti al chiuso possono sedersi al massimo 6 persone
    • all’aperto nessun vincolo, salvo il rispetto della distanza tra i tavoli

Cerimonie, fiere etc…

  • Può riprendere lo svolgimento di fiere
  • Si possono celebrare matrimoni e cerimonie in generale (nel rispetto delle distanze, delle linee guida approvate dalla Conferenza delle Regioni, e se in possesso del green pass)

Piscine, parchi tematici, sale da gioco, eventi sportivi

  • Possono riaprire anche le piscine al chiuso, i parchi tematici, le sale da gioco
  • Permessi gli eventi sportivi nei palazzetti al chiuso (max 500 spettatori e capienza limitata a 1/4)

Per maggiori informazioni contatta i nostri uffici territoriali.

Sticky
Giugno 07, 2021
Commenti disabilitati su L’UMBRIA finalmente in ZONA BIANCA
  • CNA UMBRIA

    Via Angelo Morettini, 7
    06128 Perugia
    Tel: 075 505911 ||
    Fax: 075 5006279
    info@cnaumbria.it
    C.F. 94005590545

  • Generic selectors
    Affina la ricerca
    Cerca nel Titolo
    Cerca nei contenuti
    Cerca in Articoli
    Cerca nelle Pagine
    Cerca per Categorie
    AMBIENTE E SICUREZZA
    ATTIVITA' SINDACALE
    Bandi attivi
    BANDI ATTIVI START UP
    BANDI E INCENTIVI
    Bandi scaduti
    BENESSERE
    CINEMA
    CITTADINO
    CNA INFORMA
    CNA PER LE IMPRESE
    CNA RICONVERTITE
    COMUNICAZIONE
    COSTRUZIONI
    CREA LA TUA IMPRESA
    CREDITO
    DIGITALE
    DIH
    EVENTI
    faq ammortizzatori sociali
    FAQ FISCALI
    FAQ SALUTE E SICUREZZA
    FISCO
    FORMAZIONE
    GIOVANI IMPRENDITORI
    INDAGINI
    INDAGINI CNA
    INNOVAIMPRESA
    LEGISLAZIONE LAVORO
    MANIFATTURIERO
    NAZIONALE
    PENSIONATI
    PRATICHE AUTO _ FITACAR
    PROPOSTE CNA
    SERVIZI
    SERVIZI COMUNITÀ
    SERVIZI IMPRESE
    SERVIZI INNOVATIVI
    SISTEMA CNA
    SMART ATTACK
    SMART WORKING
    SUPERBONUS
    TRASPORTI
    TURISMO E CULTURA
    ULTIME NOVITA'
  • Seguici sui nostri canali social