Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa
Login
or
Register

BUONO PATENTE per GIOVANI AUTISTI

A giorni sarà finalmente operativa la piattaforma per richiedere il “buono patente”, consistente in un contributo fino a 2.500 euro a copertura parziale delle spese per ottenere le patenti superiori e la Carta di Qualificazione del Conducente.

Le risorse disponibili ammontano a oltre 25 milioni di euro nell’arco temporale 2022 – 2026 e potranno servire a incentivare i giovani ad avvicinarsi alla professione di autista, combattendo così la cronica carenza di personale di cui soffre questo settore.

A chi spetta il “Buono Patente” e come spenderlo?

Lo possono richiedere i cittadini italiani ed europei che, nel periodo compreso tra il 1° marzo 2022 e il 31 dicembre 2026, abbiano un’età tra i 18 e i 35 anni. Il buono copre le spese di formazione per conseguire le patenti professionali e le abilitazioni per la guida dei mezzi destinati al trasporto merci e trasporto persone:

  • C1, C1E, C, CE
  • D1, D1E, D, DE
  • CQC (merci e persone).

La spesa deve o dovrà essere sostenuta nel periodo compreso tra il 1° luglio 2022 e il 31 dicembre 2026, presso le autoscuole e soggetti accreditati per i corsi CQC registrati sulla piattaforma (a partire dal 6 febbraio) e attivato entro 60 giorni dall’ottenimento.

Il contributo è pari all’80% delle spese sostenute per la formazione (max 2.500 euro).

Come ottenerlo?

Bisogna registrarsi a partire dal 13 febbraio sulla piattaforma (clicca qui), alla quale si accede tramite SPID – CNS – CIE e compilare il modulo disponibile.

Il Ministero assegna il buono secondo l’ordine cronologico delle richieste e fino ad esaurimento dei fondi.


Per richiedere SPID e CNS rivolgiti ai nostri uffici (qui trovi il link alle sedi territoriali).

Per maggiori informazioni sul buono patente scarica il decreto (qui) oppure contatta:

Sticky
Febbraio 03, 2023
Commenti disabilitati su BUONO PATENTE per GIOVANI AUTISTI

SIAE SCF 2023, SCONTI per gli ASSOCIATI CNA

Si avvicina la scadenza del pagamento dell’abbonamento SIAE/SCF, fissata al 28 febbraio 2023 e anche quest’anno gli Associati CNA avranno sconti che vanno dal 10 al 40%:

In questi giorni la SIAE sta recapitando alle imprese i bollettini per i pagamenti. Gli Associati a CNA devono controllare che lo sconto sia stato effettivamente applicato.

Far valere la riduzione è molto semplice:

  • basta dimostrare ogni anno l’iscrizione alla CNA inviando per posta elettronica all’ufficio SIAE competente il modulo apposito (richiedilo presso i nostri uffici)
  • pagare entro la scadenza del 28/02

Per quanto riguarda le licenze SCF (diritti connessi a quelli d’autore), l’associazione a CNA permette di ottenere uno sconto del 15% (scarica qui la tabella).

  • I possessori di licenza SCF dovranno attendere l’arrivo della fattura e pagare entro la scadenza indicata sul documento
  • Chi non ha mai sottoscritto la licenza, invece, dovrà compilare un modulo apposito che sta arrivando via PEC. SCF provvederà successivamente a emettere la fattura di pagamento con relativa scadenza. Al momento questa modalità è valida solo per gli esercizi commerciali.

Per quanto riguarda invece

  • Pubblici Esercizi
  • Parrucchieri/Estetisti
  • Strutture Ricettive ed Agriturismi

il pagamento dei diritti SCF avverrà attraverso la stessa SIAE, e in questo caso la scadenza sarà il 31 maggio 2023.


Per maggiori informazioni contatta:

Sticky
Febbraio 02, 2023
Commenti disabilitati su SIAE SCF 2023, SCONTI per gli ASSOCIATI CNA

CREDITO di imposta GAS METANO anche per l’AUTOTRASPORTO

Il credito di imposta sul gas naturale a favore delle imprese non energivore può essere applicato anche alle ditte di Autotrasporto.

Lo chiarisce, anche su sollecitazione di CNA Fita,  una circolare dell’Agenzia delle Entrate (scaricala qui), che ha specificato che il beneficio riguarda sia il gas naturale liquido (CNG) che compresso (LNG), purché acquistato e utilizzato come carburante a partire dal secondo trimestre del 2022 e in particolare:

  • Secondo trimestre del 2022 – credito d’imposta del 25% – scadenza per la fruizione del credito il 31 dicembre 2022
  • Terzo trimestre del 2022 – credito d’imposta del 25% – scadenza per la fruizione del credito il 30 giugno 2023
  • Quarto trimestre del 2022 – credito d’imposta del 40% – scadenza per la fruizione del credito il 30 giugno 2023

Restano alcune difficoltà sulla modalità con la quale si determina l’ammontare del credito d’imposta, che dipende da calcoli precisi relativi al costo al quale si è acquistato il gas naturale nel corso del 2022, rapportato al prezzo del gas naturale nel 2019. Anche per questo motivo, per decidere se, e come, utilizzare il credito, se hai un’impresa di autotrasporto leggi attentamente la circolare e la normativa (scarica qui lo stralcio) e contatta il tuo fornitore, che potrà fornirti assistenza sulla determinazione dei prezzi.

NOTA BENE! Questo credito d’imposta si aggiunge a quello specifico per il settore del trasporto merci conto terzi (D.L. 17/2022), che permetterà di recuperare (attraverso una specifica richiesta sulla piattaforma già utilizzata per il credito d’imposta del gasolio e dell’Ad Blue) il 20% dei costi sostenuti per l’acquisto di gas naturale liquefatto dal 1° febbraio 2022. Sui tempi per presentare questa richiesta daremo conto appena verranno resi noti.


Hai bisogno di maggiori informazioni? Contatta:

Sticky
Dicembre 21, 2022
Commenti disabilitati su CREDITO di imposta GAS METANO anche per l’AUTOTRASPORTO

TRASPORTO MERCI, dal 01/12 TORNATO il RIMBORSO delle ACCISE

Trasporto merci, dal 1° dicembre è ritornato il rimborso delle accise, ma attenzione all’importo!

Come noto, fino al 30 novembre scorso il credito di imposta sulle accise sul gasolio professionale usato nel trasporto merci era stato annullato, in quanto il recupero che ne derivava era già stato garantito dal taglio generale delle accise disposto dal Governo per tutti i cittadini.

Dal 1° dicembre 2022 si torna alla situazione preesistente, ma le accise sono state rideterminate e ridotto lo sconto alla pompa (per il gasolio si passa a 0,15 centesimi anziché 0,25 centesimi in vigore fino al 30 novembre ). Le nuove aliquote di accisa sono:

  • benzina: da 478,40 euro a 578,40 euro per mille litri;
  • oli da gas o gasolio usato come carburante: da 367,40 euro a 467,40 euro per mille litri;
  • gas di petrolio liquefatto (GPL) usati come carburante: da 182,61 euro a 216,67 euro per mille chilogrammi.

Da questa rideterminazione deriva di fatto la possibilità di richiedere il rimborso delle accise per il gasolio consumato dal 1° dicembre al 31 dicembre 2022.

Il rimborso per questo periodo ammonta a 64,18 euro per 1000 litri, che deriva dalla differenza tra la nuova aliquota (467,40 euro/mille litri) e l’aliquota ridotta applicata al gasolio professionale (403,22 euro/1000 litri).


Per maggiori informazioni contatta:

Sticky
Dicembre 19, 2022
Commenti disabilitati su TRASPORTO MERCI, dal 01/12 TORNATO il RIMBORSO delle ACCISE

Tutti i CONTRIBUTI per il TRASPORTO TURISTICO

Se sei titolare di un’impresa di trasporto turistico ecco tutti i contributi a cui puoi accedere al momento:

  • 5 milioni di euro di ristori, riservati alle imprese del trasporto turistico mediante autobus coperti.
    • fino alle ore 16 del giorno 8 dicembre 2022 è possibile richiedere un contributo proporzionale alle perdite subite ( a condizione che la diminuzione del fatturato e dei corrispettivi nell’anno 2021 sia di almeno il 30% rispetto a quelli del 2019).
  • 50 milioni di euro, riservati all’acquisto di mezzi a elevata sostenibilità per le imprese del trasporto persone non soggette a obblighi di servizio pubblico
    • è imminente l’apertura della piattaforma (questo il link non ancora attivo) per richiedere un contributo per l’acquisito di bus turistici elettrici, ibridi, a metano, o a gasolio euro VI nuova generazione. Per approfondimenti vedi qui la news già pubblicata.
  • 15 milioni di euro come contributi per il caro-carburante per le imprese del trasporto persone non soggette a obblighi di servizio pubblico
    • è in apertura la piattaforma (questo il link https//carburantebus2022 non ancora attivo) per richiedere un contributo fino al 20% della spesa sostenuta nel secondo quadrimestre del 2022 per l’acquisto di carburante destinato a mezzi M2 o M3, alimentati a metano, a gas naturale liquefatto, ibridi, o euro VI.

Se vuoi maggiori informazioni contatta:

Sticky
Novembre 29, 2022
Commenti disabilitati su Tutti i CONTRIBUTI per il TRASPORTO TURISTICO

Decreto AIUTI QUATER, i punti principali

Dopo la pubblicazione del decreto AIUTI QUATER, vediamo quali sono i punti principali di interesse per le imprese e i cittadini.

 

Superbonus 

La detrazione viene ridotta al 90% per le spese sostenute dal 1° gennaio 2023.

Gli interventi su edifici condominiali possono continuare a fruire dell’aliquota al 110% per il 2023 a condizione che:

  • la CILA venga presentata entro il 25 novembre p.v.;
  • la delibera assembleare che abbia approvato l’esecuzione dei lavori risulti adottata prima del 25 novembre 2022;
  • l’istanza per l’acquisizione del titolo abilitativo per gli interventi comportanti la demolizione e la ricostruzione degli edifici sia stata presentata entro il 25 novembre 2022

Inoltre, viene riaperta la possibilità per le singole abitazioni di accedere al Superbonus anche per il 2023 a condizione che si tratti di prima casa e che i proprietari stessi non raggiungano un reddito di 15.000 euro l’anno, innalzato in base al quoziente familiare.

Per le villette unifamiliari che abbiano completato il 30% dei lavori entro il 30 settembre 2022, l’aliquota al 110% si applica fino al 31 marzo 2023.

 

Esenzione IMU 

Esentati dalla seconda rata IMU 2022 gli immobili destinati a spettacoli cinematografici, teatri e sale per concerti e spettacoli, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori dell’attività.

 

Tax credit acquisto energia e gas

Prolungate le misure introdotte con i precedenti decreti Aiuti e confermate le aliquote previste dal DL Aiuti ter.

I tax credit sono previsti anche sulle spese sostenute per l’acquisto di energia elettrica e gas naturale a dicembre 2022 .

Per le imprese “energivore” il contributo per le spese sostenute nel mese di dicembre 2022 è determinato con riguardo al prezzo convenzionale dell’energia elettrica (corrispondente alla media di Dicembre 2022 del prezzo unico nazionale dell’energia elettrica).

 

Proroga taglio accise

Prorogato fino al 31 dicembre 2022 il taglio delle accise su alcuni carburanti, con le aliquote rideterminate nel modo seguente:

  • benzina: 478,40 euro per mille litri;
  • oli da gas o gasolio usato come carburante: 367,40 euro per mille litri;
  • gas di petrolio liquefatti (GPL) usati come carburanti: 182,61 euro per mille chilogrammi;
  • gas naturale usato per autotrazione: zero euro per metro cubo.

Inoltre, per lo stesso periodo, l’aliquota IVA applicata al gas naturale usato per autotrazione è stabilita nella misura del 5 per cento.

 

Misure caro bollette

Le imprese italiane possono richiedere ai propri fornitori di energia elettrica e gas naturale la rateizzazione (max 36 mesi) delle bollette di luce e gas limitatamente agli importi in eccesso rispetto a quelli medi pagati nel 2021. La misura è applicabile ai consumi registrati nel periodo 1° ottobre 2022- 31 marzo 2023 e fatturati entro il 30 settembre 2023.

Le imprese interessate devono fare richiesta ai fornitori entro 15 giorni dal ricevimento della bolletta, dopodiché riceveranno una proposta di rateizzazione (importi dovuti, tasso di interesse eventualmente applicato, date di scadenza etc…).
SACE S.p.a. è autorizzata a concedere alle imprese, ad alcune condizioni, una garanzia pari al 90% per cento degli indennizzi generati dalle esposizioni relative ai crediti vantati dai fornitori di energia elettrica e gas naturale residenti in Italia.

 

Passaggio al mercato libero

L’obbligo di passaggio dal mercato di maggior tutela al mercato libero è spostato al 2024  per tutti i clienti domestici.

 

Registratori Telematici

Per il 2023 si prevede la concessione di un credito d’imposta riservato ai soggetti obbligati alla memorizzazione e la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi.

Il contributo è pari al 100%  della spesa sostenuta per l’adeguamento degli strumenti utilizzati per la memorizzazione e trasmissione ai fini delle nuove disposizioni in materia di lotteria degli scontrini, fino a 50 euro per ogni registratore telematico aggiornato.

 

Benefit aziendali esentasse 

Prevista una misura di welfare aziendale che punta a incrementare gli stipendi dei lavoratori, attraverso il rimborso anche delle utenze. Infatti, per il 2022 viene alzato fino a 3.000 euro il tetto dell’esenzione fiscale dei cosiddetti “fringe benefit” aziendali.


Per maggiori informazioni contatta i nostri uffici (link alle sedi)

Sticky
Novembre 22, 2022
Commenti disabilitati su Decreto AIUTI QUATER, i punti principali

AFRICA, per le IMPRESE è il MERCATO del FUTURO

“L’Italia potrebbe diventare un vero e proprio ponte nel Mediterraneo tra l’Europa e l’Africa, favorendo l’apertura di nuovi mercati per le tante imprese di micro, piccole e medie dimensioni dei due continenti, e in particolare per quelle italiane e umbre”.

Ne è convinta l’imprenditrice umbra Roberta Datteri, che ha rappresentato la CNA e le piccole e piccolissime imprese al dibattito di apertura della sesta edizione dell’Italia Africa business week, l’appuntamento annuale nato per facilitare, promuovere e sviluppare la collaborazione tra istituzioni, associazioni e imprese dell’Italia e del continente africano.

Il Forum, andato in scena a Roma nei giorni scorsi, è una piattaforma di incontro, di conoscenza, uno spazio dove costruire partnership economiche e commerciale di alto livello utili a favorire gli scambi commerciali e di competenze tra Italia e Africa, nell’ottica di creare un collegamento stabile tra le due sponde del Mediterraneo.

Agricoltura e agrobusiness, start-up innovative e nuove tecnologie, biomedicale, gestione dei rifiuti, energie rinnovabili, trasporti e logistica, tessile e moda, turismo e sicurezza: questi i settori di intervento del forum e le aree in cui possono aprirsi spazi interessanti per le imprese italiane, anche di piccole dimensioni.

Roberta Datteri, alle spalle una lunga storia all’interno della CNA regionale, è vice presidente nazionale dell’associazione da oltre cinque anni, con una delega all’internazionalizzazione delle imprese, forte dell’esperienza personale sul campo, che l’ha portata a proiettare l’impresa di ceramica fondata dal padre verso i mercati esteri, ai quali è destinata la quasi totalità della produzione di complementi d’arredo realizzati a Deruta.

Ed è in questa veste di esperta di export che Datteri è intervenuta alla prima giornata dell’evento.

“L’interscambio commerciale tra Italia e Africa nel 2021 è stato di circa 42miliardi di euro, in crescita del 42% sul 2020, l’anno della pandemia, e dell’8,6% sul 2019. Ma i margini di miglioramento sono ancora molto ampi, soprattutto se le attività delle imprese verranno supportate da iniziative istituzionali e dall’apertura di uffici dell’ICE nei Paesi africani. L’Italia, in particolare, potrebbe diventare un vero e proprio ponte nel Mediterraneo tra l’Europa e l’Africa, favorendo l’apertura di nuovi mercati per le tante imprese di micro, piccole e medie dimensioni dei due continenti, e in particolare per quelle italiane. Già oggi – aggiunge Datteri – dobbiamo immaginare percorsi di crescita integrata: le imprese europee potrebbero fornire conoscenze e competenze in tantissimi settori, permettendo all’Africa di creare le condizioni per migliorare le condizioni di vita della popolazione, la cui povertà è alla base degli enormi fenomeni migratori in corso. In Africa vi sono tantissime opportunità anche per le imprese umbre di diversi settori, dalle macchine agricole alla moda, all’arredo casa. Intanto, dopo due anni di lavoro, sta per aprire uno showroom di prodotti made in Italy a Kigali, in Ruanda, promosso e costruito anche con il supporto e la consulenza della CNA. Ma è solo la punta dell’iceberg: nel corso dei lavori dell’Italia Africa business week abbiamo stretto relazioni molto interessanti con lo Zambia e il Congo. Si aprono, quindi, tante opportunità – conclude Datteri -, sta a noi saperle cogliere e trasformarle in occasioni per le nostre imprese.”

Scarica qui la Rassegna Stampa!

Sticky
Novembre 18, 2022
Commenti disabilitati su AFRICA, per le IMPRESE è il MERCATO del FUTURO

TARGHE PROVA, occhio alla SCADENZA

C’è tempo fino al 31 dicembre per per ottenere il rinnovo delle targhe prova che avevano beneficiato delle proroghe legate alla pandemia da Covid.   

Dopo tale data, bisognerà chiedere una autorizzazione ex novo.

Lo ha chiarito una circolare ministeriale (scaricala qui), che è intervenuta sulle autorizzazioni per le targhe prova che avrebbero avuto la loro scadenza naturale tra il 31 gennaio 2020 e il 31 marzo 2022, ma che per effetto della pandemia erano state prolungate fino al giugno scorso.

La circolare richiama infatti quanto già stabilito in materia, e cioè che:

  • per le autorizzazioni in scadenza entro il 30 novembre, le richieste di rinnovo possono essere presentate fino al 31 dicembre dello stesso anno;
  • per le autorizzazioni in scadenza entro il 31 dicembre, le richieste di rinnovo possono essere presentate fino al 31 gennaio dell’anno successivo.

Nella circolare, inoltre, viene specificato che in virtù delle modifiche al Codice della Strada, l’utilizzo delle targhe prova è consentito per effettuare prove tecniche, anche a fini di vendita, su:

  • prototipi non ancora omologati
  • veicoli nuovi di fabbrica non ancora immatricolati
  • veicoli già immatricolati anche se non in regola con gli obblighi di revisione

 


Vuoi maggiori informazioni sul rinnovo delle targhe prova? Contatta:

Sticky
Novembre 10, 2022
Commenti disabilitati su TARGHE PROVA, occhio alla SCADENZA

AUTOTRASPORTO, arriva il CREDITO di IMPOSTA AD BLUE

Hai un’impresa di Logistica o Trasporto merci conto terzi? Dal 4 al 29 novembre puoi presentare la domanda per ottenere il credito di imposta del 15% sui costi per l’acquisto di Ad BLUE.

Vediamo meglio di cosa si tratta.

Per averne diritto le imprese devono;

  • avere sede in Italia
  • essere iscritte all’Albo nazionale degli autotrasportatori e al REN
  • utilizzare veicoli (di massa complessiva da 1,5 t) con motori diesel di categoria euro 5 o superiore

Il Credito d’imposta del 15%  è riconosciuto per le spese (IVA esclusa) per AD Blue sostenute a partire dal 1° gennaio 2022, da comprovare attraverso le fatture d’acquisto.

Il credito è cumulabile con altre agevolazioni sugli stessi costi, a condizione che non si superi il costo effettivamente sostenuto.

La domanda va presentata sulla stessa piattaforma dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli utilizzata per il credito d’imposta sul gasolio, attraverso la finestra “credito d’imposta AD BLUE”.

Valgono anche le stesse modalità operative:

  • accesso e registrazione tramite SPID/CNS/CIE;
  • compilazione e caricamento (formato .csv) del file targhe e del file fatture;

La piattaforma aprirà alle ore 10.00 del 4 novembre e chiuderà alle ore 24.00 del 29 novembre.
Le imprese che devono registrarsi per la prima volta alla piattaforma potranno accedere, ai soli fini della registrazione, dal 2 novembre.

Il credito, che viene assegnato in base all’ordine cronologico di arrivo delle domande, fino a esaurimento delle risorse, e nel rispetto dei limiti della normativa sugli aiuti di Stato,  può essere utilizzato esclusivamente in compensazione

Scarica qui il decreto del MIMS sul credito d’imposta 15% ADBLUE.


Per maggiori informazioni su come ottenere il credito di imposta AD BLUE contatta:

Sticky
Ottobre 28, 2022
Commenti disabilitati su AUTOTRASPORTO, arriva il CREDITO di IMPOSTA AD BLUE

AUTOBUS TURISTICI, ecco il CONTRIBUTO per l’ACQUISTO

Pubblicato il 20 ottobre scorso il decreto (qui) che stanzia 50 milioni di euro come contributo per acquistare autobus turistici ecologici.

Le richieste di contributo possono essere fatte da imprese del trasporto persone e valgono per l’acquisto (oppure locazione finanziaria o patto di riservato dominio) di:

  • autobus turistici M2 ed M3
  • di classe III o B
  • nuovi di fabbrica ad elevata sostenibilità ecologica
  • ad alimentazione alternativa (elettrico o metano)
  • a gasolio euro VI step E (come specificamente richiesto da CNA).

Le risorse sono ripartite nel seguente modo:

  • a) 20 milioni di euro per autobus M2 ed M3 di classe B ad alimentazione:
    • 1) elettrica (full electric) per un incentivo pari a euro 50mila euro;
    • 2) ibrida (diesel/elettrico) per un incentivo massimo pari a euro 40mila euro;
    • 3) CNG e LNG, per un incentivo massimo pari a euro 30mila euro;

 

  • b) 5 milioni di euro per autobus M3 di classe III ad alimentazione:
    • 1) elettrica (full electric), per un incentivo pari a euro 70mila euro;
    • 2) ibrida (diesel/elettrico), per un incentivo pari a euro 60mila euro;
    • 3) CNG e LNG, per un incentivo pari a euro 50mila euro;

 

  • c) 5 milioni di euro per autobus ad alimentazione a gasolio, con motore euro VI step E o categoria superiore:
    • 1) M2 di classe B con un incentivo pari a 20mila euro;
    • 2) M3 di classe B con un incentivo pari a 30mila euro.

 

  • d) 20 milioni di euro per autobus M3 di classe III ad alimentazione a gasolio, con motore euro VI step E o categoria superiore con un incentivo pari ad euro 40mila euro

Un contributo ulteriore di 5.000 euro è previsto per chi, acquistando un autobus delle tipologie a) e b),  proceda anche alla radiazione per rottamazione di un autobus di classe inferiore a euro VI.

Il contributo è concedibile solo per autobus acquistati dopo il 20 ottobre 2022.

In una prima fase le risorse vanno prenotate con una domanda (anche cumulativa per più autobus), FINO AD ESAURIMENTO DEI FONDI DISPONIBILI, sulla piattaforma raggiungibile a questo link , la cui data di apertura  non è stata ancora resa nota.

Per la prenotazione servirà una dichiarazione, firmata con FIRMA DIGITALE, contenente:

  • data del contratto di acquisto dell’autobus
  • importo del corrispettivo previsto nel contratto (o delle rate di finanziamento, o di atto di riservato dominio);
  • eventuale radiazione per rottamazione

In una seconda fase sarà necessario fornire le quietanze di pagamento e l’eventuale prova della rottamazione di un autobus di classe inferiore ad euro VI.


Per maggiori informazioni su come richiedere il contributo per acquistare autobus turistici ecologici contatta:

Sticky
Ottobre 26, 2022
Commenti disabilitati su AUTOBUS TURISTICI, ecco il CONTRIBUTO per l’ACQUISTO
  • CNA UMBRIA

    Via Angelo Morettini, 7
    06128 Perugia
    Tel: 075 505911 ||
    Fax: 075 5006279
    info@cnaumbria.it
    C.F. 94005590545

  • Generic selectors
    Affina la ricerca
    Cerca nel Titolo
    Cerca nei contenuti
    Cerca in Articoli
    Cerca nelle Pagine
    Cerca per Categorie
    AMBIENTE E SICUREZZA
    ATTIVITA' SINDACALE
    Bandi attivi
    BANDI ATTIVI START UP
    BANDI E INCENTIVI
    Bandi scaduti
    BENESSERE
    CINEMA
    CITTADINO
    CNA INFORMA
    CNA PER LE IMPRESE
    CNA RICONVERTITE
    COMUNICAZIONE
    COSTRUZIONI
    CREA LA TUA IMPRESA
    CREDITO
    DIGITALE
    DIH
    EVENTI
    faq ammortizzatori sociali
    FAQ FISCALI
    FAQ SALUTE E SICUREZZA
    FISCO
    FORMAZIONE
    GIOVANI IMPRENDITORI
    INDAGINI
    INDAGINI CNA
    INNOVAIMPRESA
    LEGISLAZIONE LAVORO
    MANIFATTURIERO
    NAZIONALE
    PENSIONATI
    PRATICHE AUTO _ FITACAR
    PROPOSTE CNA
    SERVIZI
    SERVIZI COMUNITÀ
    SERVIZI IMPRESE
    SERVIZI INNOVATIVI
    SERVIZIO ENERGIA
    SISTEMA CNA
    SMART ATTACK
    SMART WORKING
    SosCNA
    SUPERBONUS
    TRASPORTI
    TURISMO E CULTURA
    ULTIME NOVITA'
    WEBINAR
  • Seguici sui nostri canali social