Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa
Login
or
Register

CHIUSURA E45, SI INTERVENGA URGENTEMENTE

“Chiediamo un intervento immediato del ministro dei Trasporti Danilo Toninelli, della Regione Umbria e dei vertici di Anas per avere risposte certe in tempi.

Immagine presa da ANSA http://bit.ly/2GuTI8F

 

È l’appello delle associazioni degli autotrasportatori dell’Umbria, CNA Fita Umbria, FAI Umbria, Confartigianato Trasporti Umbria che, insieme a Confcommercio, esprimono una forte preoccupazione per il perdurare della chiusura del viadotto Puleto lungo la E45.

La chiusura dell’E45 sta arrecando danni gravissimi all’economia delle imprese di autotrasporto umbre, costringendole ad affrontare costi aggiuntivi e tempi di percorrenza dilatati. In mancanza di un intervento deciso saremo costretti ad assumere le iniziative del caso”.

Sticky
Febbraio 01, 2019
Commenti disabilitati su CHIUSURA E45, SI INTERVENGA URGENTEMENTE

LA CHIUSURA DELLA E45? UN TERREMOTO ECONOMICO

“La chiusura della E45?
Un autentico terremoto economico”

chiusura e45

Renato Cesca, presidente di CNA Umbria, commenta così il blocco del traffico sul viadotto Puleto dopo il sequestro preventivo dell’opera ordinato due giorni fa dalla procura di Arezzo per i rischi di crollo dei piloni di sostegno.

Dopo quanto successo a Genova lo scorso agosto – chiarisce Cesca – è sacrosanto prendere tutte le precauzioni possibili per evitare un’altra strage, ma il fattore tempo diventa determinante. La manutenzione necessaria deve avvenire entro l’inizio dell’estate se non vogliamo pregiudicare irreversibilmente l’economia della regione”.

A pagare il prezzo del blocco della viabilità sulla E45 sono, in particolare, le imprese dell’area tifernate, dove “negli anni si sono create filiere produttive strategiche per l’Umbria, dalla cartotecnica alle macchine agricole, fino all’automotive. Quest’ultima, tra l’altro, già sconta il rallentamento del settore e potrebbe essere definitamente travolta dalle difficoltà di collegamento con le imprese committenti del nord Italia e della Germania.

Ma il blocco – aggiunge Cesca – inciderà anche sulle imprese di trasporto, molte delle quali usano l’arteria stradale in alternativa all’A1, spesso più congestionata dal traffico rispetto alla superstrada e che adesso rischia concretamente la paralisi. Più in generale tutte le imprese umbre che nella E45 trovavano il canale naturale di collegamento con i propri mercati di riferimento, e che ora saranno costrette ad utilizzare vie alternative molto più lunghe, risentiranno negativamente del blocco in termini di tempo e di costi. Ecco perché è estremamente urgente avviare le opere di manutenzione indispensabili e ripristinare, entro l’inizio dell’estate, le condizioni di sicurezza e la viabilità sul viadotto sequestrato”.

Rassegna Stampa

Sticky
Gennaio 18, 2019
Commenti disabilitati su LA CHIUSURA DELLA E45? UN TERREMOTO ECONOMICO

TRASPORTO CONTO TERZI, LE DEDUZIONI FORFETARIE SALGONO A 51 EURO

Con un comunicato uscito ieri, il Ministero dell’economia e delle finanze ha stabilito che le deduzioni forfetarie di spese non documentate delle imprese che effettuano personalmente i trasporti oltre il Comune dove ha sede l’impresa, per il periodo di imposta 2017 salgono a 51 euro dai precedenti 38.

Grande la soddisfazione di CNA Fita, perché i 51 euro accordati corrispondono esattamente a quanto richiesto dalle imprese.

Il Governo, che inizialmente sosteneva di non poter riconoscere la cifra richiesta per l’esiguità delle risorse originariamente stanziate, ad ottobre aveva messo sul piatto ulteriori 26,4 milioni di euro, che il comunicato del Mef pubblicato ieri ha finalmente sbloccato

Il comunicato, inoltre, stabilisce che per i trasporti effettuati personalmente dall’imprenditore all’interno del Comune in cui ha sede l’impresa, la deduzione spettante passa da 13,3 euro a 17,85 per ogni trasporto (pari al 35% di 51 euro).

Con l’incremento riconosciuto, si stima che gli aventi diritto potranno beneficiare di un minor aggravio, tra IRPEF ed INPS, che va dagli 800 ai 2mila euro ad impresa.

Per maggiori informazioni e assistenza contatta gli uffici territoriali della CNA.

 

Sticky
Gennaio 16, 2019
Commenti disabilitati su TRASPORTO CONTO TERZI, LE DEDUZIONI FORFETARIE SALGONO A 51 EURO

TRASPORTO PERSONE, a Roma è andata in scena la PROTESTA

C’erano anche le imprese umbre del trasporto persone alla manifestazione di protesta che la scorsa settimana ha visto sfilare a Roma rappresentanti di tutte le associazioni di categoria dei noleggiatori auto e bus con conducente in rappresentanza di circa 80mila operatori e 200mila addetti.

Una delegazione ristretta è stata ricevuta al ministero dei Trasporti. Al vice capo di Gabinetto del ministro, Teresa Di Matteo, e al responsabile dell’Osservatorio sindacale, Francesco Guarente, la delegazione ha rappresentato le difficoltà della categoria, per sensibilizzare e sollecitare il Governo a una soluzione definitiva della vicenda, ormai annosa, che rischia di emarginare dal mercato del trasporto persone l’intero comparto del noleggio con conducente.

La delegazione è riuscita ad ottenere un incontro sulle tematiche specifiche con il vice ministro Edoardo Rixi, che si svolgerà giovedì 6 dicembre.

Nell’attesa di una evoluzione della trattativa le associazioni di categoria hanno deciso di mantenere lo stato di agitazione.

Sticky
Dicembre 03, 2018
Commenti disabilitati su TRASPORTO PERSONE, a Roma è andata in scena la PROTESTA

Qual è il VALORE della PICCOLA IMPRESA in Umbria?

Qual è il valore della piccola impresa in Umbria? Quanto contano nel sistema economico regionale le imprese con meno di 10 dipendenti?

Per saperne di più venerdì 30 novembre 2018, alle ore 15:00, presso il Salone d’Onore di Palazzo Donini, a Perugia, si terrà una conferenza stampa di presentazione della ricerca, realizzata per CNA, Confartigianato e Confcommercio Umbria, dal Centro studi Sintesi, su “Il valore della piccola impresa in Umbria”

Saranno presenti:

Alberto Cestari – Centro studi Sintesi

Renato Cesca – Presidente Cna Umbria

Mauro Franceschini – Presidente Confartigianato Imprese Umbria

Giorgio Mencaroni – Presidente Confcommercio Umbria

Catiuscia Marini – Presidente Giunta regionale dell’Umbria

 

Sticky
Novembre 28, 2018
Commenti disabilitati su Qual è il VALORE della PICCOLA IMPRESA in Umbria?

AUTOTRASPORTO MERCI: ecco le QUOTE 2019 per l’iscrizione all’ALBO

Definite le quote di iscrizione all’Albo nazionale degli autotrasportatori merci conto terzi per l’anno 2019.

Il pagamento della quota può essere effettuato telematicamente attraverso il sito www.alboautotrasporto.it oppure tramite bollettino postale precompilato.

In mancanza del pagamento l’iscrizione verrà sospesa. La quota da versare è:

  • 30 euro per tutte le imprese per l’anno 2019;
  • una seconda quota è dovuta in relazione alla dimensione del proprio parco veicolare, indipendentemente dalla massa con cui si esercita l’attività
  • una terza quota è dovuta da ogni impresa per ogni veicolo posseduto di massa complessiva superiore a 6 tonnellate.

Per maggiori informazioni e assistenza contatta

 

Sticky
Novembre 07, 2018
Commenti disabilitati su AUTOTRASPORTO MERCI: ecco le QUOTE 2019 per l’iscrizione all’ALBO

TRASPORTATORI, TAGLI del 25% alle DEDUZIONI FORFETARIE

Disattendendo le richieste di conferma avanzate dalle associazioni di categoria dei trasportatori, il Mise ha reso noti con molto ritardo gli importi delle deduzioni forfetarie di spese non documentate per il periodo di imposta 2017, che prevedono un taglio di oltre il 25% dei valori applicati negli anni scorsi. Infatti, per ciascun trasporto effettuato personalmente dall’imprenditore entro il comune sede d’impresa, la deduzione prevista è di 13,3 euro, mentre per quelli effettuati fuori tale area è fissata in 38 euro.

“Le aspettative delle imprese – afferma Fabiano Coletti, responsabile Cna Fita Umbria erano ben diverse. Avevamo chiesto che gli importi restassero quelli applicati a partire dal 2016, e cioè di 17,85 euro in ambito comunale e 51 euro oltre il comune. Con le nuove deduzioni ci saranno maggiori imposte, che potranno arrivare fino a 2mila euro ad impresa”.

La Fita ha richiesto con la massima urgenza un incontro al ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, ad oggi ancora non concesso, per avviare il dialogo con la categoria ed ascoltare i problemi che affliggono quotidianamente le imprese e frenano il rilancio dell’economia.

Ci sono temi molto importanti da affrontare – prosegue Coletti – tra cui gli elevati costi di gestione: gasolio, personale dipendente, pedaggi autostradali, il dumping dei trasportatori stranieri, l’inefficienza delle revisioni, il dissesto delle strade, i divieti di circolazione. Sono problemi che rappresentano un grosso ostacolo per il settore dei trasporti stradali, dei quali vorremmo parlare con il nuovo Ministro Toninelli per trovare soluzioni condivise. Ma se non sarà possibile – conclude Coletti – è già stato proclamato il fermo nazionale dell’autotrasporto merci dal 6 al 9 agosto”.

Sticky
Luglio 19, 2018
Commenti disabilitati su TRASPORTATORI, TAGLI del 25% alle DEDUZIONI FORFETARIE

CARBURANTI, RINVIATA al 1° gennaio 2019 la FATTURAZIONE ELETTRONICA

L’entrata in vigore della fatturazione elettronica per le cessioni di carburante ai soggetti titolari di partita Iva presso gli impianti stradali di distribuzione è stata rinviata al 1° gennaio 2019.

Fino alla fine dell’anno, quindi, si potrà continuare ad utilizzare la scheda carburante per documentare le spese sostenute e poter effettuare la deduzione dei costi e la detrazione dell’Iva, fermo restando l’obbligo di pagare gli acquisti di carburante con mezzi tracciabili diversi dal contante.

La proroga non riguarda però le prestazioni dei subappaltatori che operano in una filiera di imprese con contratto di subappalto con la Pubblica Amministrazione, che entra in vigore come previsto il 1° luglio 2018.

Sticky
Luglio 10, 2018
Commenti disabilitati su CARBURANTI, RINVIATA al 1° gennaio 2019 la FATTURAZIONE ELETTRONICA

#stopdumping, basta a forme di concorrenza sleale nell’Autotrasporto

“Bloccare il tentativo di apertura indiscriminata ai trasportatori esteri sul territorio nazionale che praticano forme di concorrenza sleale nei confronti delle imprese italiane”. È l’allarme lanciato da al Governo e alla politica da Cna Fita, che lancia la campagna #stopdumping.

I dati forniti da Cna Fita sono allarmanti. Negli ultimi anni l’autotrasporto Italiano ha perso importanti quote di mercato per colpa di una concorrenza con la quale è impossibile poter competere. A farne le spese sono state soprattutto le piccole e medie imprese artigiane dell’autotrasporto, che in Umbria dal 2008 sono diminuite di 600 unità (25mila a livello nazionale).

“Le imprese di autotrasporto italiane – afferma Fabiano Coletti, responsabile Cna Fita Umbria -, che fino al 2008 avevano un ruolo in Europa, in quasi dieci anni hanno visto perdere competitività e capacità di aggredire il mercato del trasporto, sia nazionale che internazionale, assistendo anno dopo anno ad una vera e propria invasione di operatori che stanno occupando importanti spazi nel mercato italiano attraverso forme di cabotaggio non regolare, spesso effettuato da imprese italiane che hanno delocalizzato la propria attività nei Paesi comunitari dell’est. In questi giorni, a Bruxelles, con il dibattito sulle norme contenute nel pacchetto mobilità, si stanno determinando le sorti ed il futuro delle imprese di autotrasporto. Per la sopravvivenza delle imprese di un comparto strategico come quello del trasporto e della logistica, è necessario che si adottino urgentemente misure in grado di arginare fenomeni distorsivi della concorrenza: non possiamo competere con chi, in nome della libera circolazione delle merci, esegue trasporti con un costo del lavoro a 8 euro all’ora (in Italia è di almeno 28 euro), con costi di gestione e una tassazione nettamente più bassi che in Italia. Non intervenire – conclude Coletti – vuol dire mettere l’autotrasporto Italiano nelle mani di altri”.

Sticky
Febbraio 26, 2018
Commenti disabilitati su #stopdumping, basta a forme di concorrenza sleale nell’Autotrasporto

TRASPORTO MERCI, domande per l’IDONEITÀ professionale ENTRO il 16/02

Le domande per il conseguimento dell’idoneità professionale del trasporto merci dovranno pervenire alla Provincia di Perugia entro e non oltre il 16 febbraio 2018. Il timbro di spedizione postale non farà fede.

La relativa sessione d’esami si svolgerà giovedì 19 aprile.

Per informazioni contattare fabiano.coletti@cnaumbria.it 

Sticky
Febbraio 07, 2018
Commenti disabilitati su TRASPORTO MERCI, domande per l’IDONEITÀ professionale ENTRO il 16/02
  • CNA UMBRIA

    Via Angelo Morettini, 7
    06128 Perugia
    Tel: 075 505911 ||
    Fax: 075 5006279
    info@cnaumbria.it
    C.F. 94005590545

  • Generic selectors
    Affina la ricerca
    Cerca nel Titolo
    Cerca nei contenuti
    Cerca in Articoli
    Cerca nelle Pagine
    Cerca per Categorie
    AMBIENTE E SICUREZZA
    ATTIVITA' SINDACALE
    Bandi attivi
    BANDI ATTIVI START UP
    BANDI E INCENTIVI
    Bandi scaduti
    BENESSERE
    CINEMA
    CITTADINO
    CNA INFORMA
    CNA PER LE IMPRESE
    CNA RICONVERTITE
    COMUNICAZIONE
    COSTRUZIONI
    CREA LA TUA IMPRESA
    CREDITO
    DIGITALE
    DIH
    faq ammortizzatori sociali
    FAQ FISCALI
    FAQ SALUTE E SICUREZZA
    FISCO
    FORMAZIONE
    GIOVANI IMPRENDITORI
    INDAGINI
    INNOVAIMPRESA
    LEGISLAZIONE LAVORO
    MANIFATTURIERO
    NAZIONALE
    PENSIONATI
    PRATICHE AUTO _ FITACAR
    PROPOSTE CNA
    SERVIZI
    SERVIZI COMUNITÀ
    SERVIZI IMPRESE
    SERVIZI INNOVATIVI
    SISTEMA CNA
    SMART ATTACK
    SMART WORKING
    SUPERBONUS
    TRASPORTI
    TURISMO E CULTURA
    ULTIME NOVITA'
  • Seguici sui nostri canali social