Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa
Login
or
Register

SUPERBONUS, la REGIONE intervenga per SEMPLIFICARE

Intanto continua l’indagine Cna sui tempi di risposta

dei Comuni della provincia di Terni

 

SUPERBONUS REGIONE UMBRIA

“Per non sprecare la straordinaria occasione rappresentata dal Superbonus per il rilancio dell’economia e la riqualificazione del patrimonio immobiliare, diventa indispensabile e urgente un atto di indirizzo della Regione che consenta di semplificare le procedure in tutti i Comuni dell’Umbria e velocizzare i tempi per l’espletamento delle pratiche.”

È la richiesta avanzata dalla Cna all’indomani dell’incontro tra Anci, rappresentanti degli ordini tecnici, associazioni di categoria delle imprese e la stessa Regione.

“Valutiamo positivamente che l’Anci Umbria e la Regione abbiano convocato l’incontro che avevamo richiesto – afferma Laura Dimiziani, responsabile Cna per l’area di Terni -. Visto l’enorme interesse che il Superbonus sta riscuotendo sia tra i proprietari degli immobili che tra le imprese esecutrici dei lavori, e viste le indiscrezioni che parlano di una probabile proroga al 2023 del Superbonus, la convocazione del tavolo è un primo passo importante. Ma adesso è il momento di abbandonare i condizionali e di passare all’operatività, superando le misure adottate finora che, oltre a essere insufficienti, anziché risolvere i problemi li moltiplicano.”

“Al momento, infatti, il rischio concreto è che la possibilità di avvalersi del Superbonus scada prima ancora che tutte le persone intenzionate ad utilizzarlo riescano a superare le pastoie burocratiche – aggiunge Dimiziani -. Lo diciamo con cognizione di causa avendo fatto una ricognizione sul campo per verificare quali siano i tempi di risposta dei Comuni della provincia di Terni alle richieste di accesso agli atti, passaggio imprescindibile per poter avviare un intervento su un immobile usufruendo del Superbonus.”

Tempi di risposta che tracciano una cartina della provincia a macchie di leopardo.

“Nelle settimane scorse avevamo già detto della situazione nei Comuni di Terni, Narni e Amelia. Stavolta ci siamo concentrati sugli altri Comuni. Tra i centri fino a 5mila abitanti dell’area intorno al capoluogo di provincia – continua Dimiziani -, quello di Acquasparta presenta un buon livello di digitalizzazione degli archivi e delle pratiche e ha adibito una persona esclusivamente all’evasione delle richieste di accesso agli atti, riducendo a venti giorni i tempi di risposta. Il Comune di Montecastrilli, invece, ha fascicoli tuttora cartacei e impiega un mese e mezzo per rispondere. Difficoltà anche a Stroncone, che ha archivi cartacei e non ha personale dedicato al Superbonus. Nei Comuni intorno ai 2mila abitanti le risposte sono sensibilmente più brevi – una settimana, massimo dieci giorni per una presa visione – ma la scansione ottica degli archivi è ancora un obiettivo lontano a Calvi dell’Umbria come ad Arrone, anche se in entrambi i Comuni c’è un buon livello di preparazione degli addetti e di organizzazione degli uffici, in particolare ad Arrone, dove l’archivio è stato riordinato in tempi non sospetti.”

“La situazione, invece, è migliore nell’Orvietano – aggiunge Claudio Pagliaccia, responsabile Cna per l’area che gravita attorno alla città della rupe – perlomeno nei tempi di risposta, che vanno dai 2/3 giorni di Castel Viscardo, ai 7 di Baschi, alle 2 settimane di Allerona e Porano, a 1-2 settimane di Orvieto. Ma se si guarda ai tempi per il rilascio della documentazione in copia conforme le cose cambiano e si arriva anche ai due mesi di attesa.”

Spesso manca del tutto anche la tecnologia idonea per la riproduzione di tavole di grandi dimensioni. Sia nel Ternano che nell’Orvietano, inoltre, la presenza o la mancanza di personale preparato e dedicato fa ovunque la differenza e spesso un tecnico comunale preparato, con esperienza e conoscenza del territorio, riesce a supplire, almeno in parte, alle carenze tecnologiche.

Se i tempi sono un problema, la difformità di procedure tra i vari Comuni costituisce un’ulteriore aggravante. “Un grosso problema è anche quello della difformità di procedure da Comune a Comune, che non semplifica il lavoro dei tecnici e rallenta la risposta ai privati che vogliano intraprendere i lavori, danneggiando tutti, anche le imprese. È indispensabile, quindi, un intervento normativo o un atto di indirizzo da parte della Regione nei confronti dei Comuni, senza margini di discrezionalità. Quello che ci auguriamo – conclude Claudio Pagliaccia – è che il Superbonus diventi anche l’occasione per l’avvio di un processo di semplificazione che investa tutta la pubblica amministrazione.”

Scarica la rassegna

Sticky
Marzo 19, 2021
Commenti disabilitati su SUPERBONUS, la REGIONE intervenga per SEMPLIFICARE

SUPERBONUS ed EXPORT, intesa CNA-UNICREDIT

superbonus cna unicredit

“L’accordo sottoscritto a livello nazionale tra la Cna e Unicredit per gestire la cessione del credito al sistema bancario da parte di privati e imprese che utilizzeranno lo sconto in fattura è molto importante – dichiara Pasquale Trottolini, responsabile regionale di Cna Costruzioni -. Si tratta di un ottimo punto di partenza per garantire, come sistema Cna, un servizio a 360 gradi per quanto riguarda l’utilizzo del Superbonus, al quale sono legate anche tante aspettative per la ripresa del settore delle costruzioni e, più in generale, per risollevare il Paese, soprattutto in un momento in cui la crisi provocata dal Covid-19 sta mettendo a rischio la stessa tenuta del Paese.”

È questa la dichiarazione a caldo di Cna Umbria dopo il raggiungimento dell’intesa nazionale con l’istituto di credito. Intesa che si articolerà in diverse azioni.

Si partirà intanto con un webinar: COVID 19: Credito e Finanza Agevolata PMI, in programma il 5 novembre alle 16,30. Un’occasione di confronto tra banca, imprese e professionisti per illustrare le misure nazionali, regionali ed europee, e le soluzioni proposte dalla banca per sostenere il tessuto imprenditoriale del territorio nell’affrontare la crisi scatenata dalla pandemia. Tra i temi in evidenza, le opportunità legate al Superbonus 110% e gli strumenti di supporto all’export.

L’incontro rientra nel ciclo di otto webinar organizzati da UniCredit e CNA. Quello del 5 novembre sarà aperto dai saluti introduttivi di Andrea Burchi, Regional Manager Centro Nord UniCredit, e di Claudio Giovine, Direttore Divisione Economica e Sociale CNA Nazionale. Seguiranno gli interventi di Mario Pagani, Responsabile Nazionale Politiche Industriali CNA; di Lucia Belpusi, Responsabile Retail Business Management UniCredit, e di Marco Wallner, Responsabile Corporate Commercial Synergies UniCredit.

Per partecipare al webinar è sufficiente compilare la scheda di iscrizione a questo link.

“Supportare le imprese in un contesto normativo complesso, con un focus sulle misure regionali, è prioritario – sottolinea Andrea Burchi, Regional Manager Centro Nord UniCredit -. Per questo, in collaborazione con CNA, abbiamo organizzato questo incontro di approfondimento su temi attuali come il Superbonus, i bandi territoriali e le misure comunitarie attivate a sostegno dell’economia.  Un’iniziativa che costituisce l’occasione per una riflessione puntuale sugli strumenti di credito e finanza agevolata a supporto delle PMI, in una fase in cui è fondamentale comprendere i vari aspetti tecnici per accedere alle misure a sostegno delle imprese, identificando quali leve attivare e con quali modalità. Il nostro Gruppo conferma così il proprio impegno nel sostenere lo sviluppo del tessuto produttivo italiano, in prima linea anche come facilitatore di momenti di confronto e formazione con le aziende del territorio, mettendo a disposizione risorse e competenza su temi chiave per una ripresa produttiva sostenibile.”


Per maggiori informazioni contatta:

Sticky
Novembre 03, 2020
Commenti disabilitati su SUPERBONUS ed EXPORT, intesa CNA-UNICREDIT

SUPER BONUS e RIGENERAZIONE URBANA

rigenerazione urbana

Massimiliano Sciattella, presidente di Cna Edilizia

“Stiamo attraversando un momento molto particolare per la tenuta del Paese, ma il settore delle costruzioni, attraverso un uso sapiente dei super bonus e l’avvio di un grande programma di rigenerazione urbana, può rappresentare una leva importante per rilanciare la domanda interna e compensare il rallentamento subito dall’economia e dalle esportazioni a causa della pandemia da Covid-19”.

Ne è convinto il presidente di Cna edilizia, Massimiliano Sciattella, che annuncia così l’iniziativa pubblicata organizzata per il 23 settembre alla Posta dei Donini, nel corso della quale attorno al tema della rigenerazione e ad altri che riguardano da vicino il settore delle costruzioni, si confronteranno, oltre allo stesso Sciattella, docenti universitari, esperti del settore e l’assessore regionale alle Infrastrutture, Enrico Melasecche.

“Sarebbe anche l’occasione per ridare smalto a un comparto, quello delle costruzioni, fortemente ridimensionato dalla crisi iniziata nel 2008 in termini di numero di imprese e di occupati, ma anche nelle dimensioni medie delle imprese stesse. Soprattutto se, come annunciato da vari esponenti di governo, la misura dei super bonus diventerà strutturale o, comunque, verrà confermata almeno per i prossimi tre anni.” A tale proposito, dal mese di ottobre, Cna attiverà uno sportello energia per assicurare assistenza a cittadini e imprese nell’utilizzo di tali incentivi.

Nel corso dell’incontro si parlerà anche di semplificazione delle procedure per l’affidamento degli appalti pubblici, tema che si inserisce in quello più ampio della semplificazione tout court, di cui l’Umbria ha un grande bisogno e che il settore delle costruzioni paga in modo particolare.

“Ne è la riprova – afferma Pasquale Trottolini, responsabile regionale di Cna Costruzioni – lo stallo dei lavori di ricostruzione nelle aree terremotate. In questo senso abbiamo accolto con molto interesse le semplificazioni introdotte dal commissario per la ricostruzione, Legnini, nelle ultime ordinanze emesse, perché potrebbero dare finalmente l’avvio al più grande cantiere d’Europa. Ma l’esperienza ci impone prudenza rispetto ai facili entusiasmi, dovremo vigilare affinché alle parole seguano i fatti.”

Altro tema sotto i riflettori sarà quello delle infrastrutture, con le sei opere indispensabili che Cna aveva già chiesto di inserire nel grande piano lanciato dal decreto governativo Semplificazione.

In merito a tutti i temi trattati Cna avanzerà anche delle proposte alla Regione “perché – conclude Sciattella – questo è il momento di prendere decisioni importanti che faranno la differenza rispetto al futuro di questo territorio.”

Sticky
Settembre 23, 2020
Commenti disabilitati su SUPER BONUS e RIGENERAZIONE URBANA

OPEN UMBRIA | 3 appuntamenti di CNA Umbria

Partecipa ai nostri incontri di approfondimento per parlare del futuro dell’Umbria. Ci occuperemo di rigenerazione urbana, di manifattura e di turismo esperienziale.

Prenotati per assicurarti un posto e, se lo  vorrai, per portare il tuo contributo di idee.

OPEN UMBRIA
23 settembre ore 17

COSTRUZIONI: RIGENERARE L’UMBRIA
c/o POSTA DEI DONINI
Via Deruta, 43, 06132 San Martino In Campo PG

Il settore costruzioni può dare un impulso importante per il rilancio dell’economia regionale. Nell’incontro, grazie al contributo di docenti universitari ed esperti del settore, affronteremo temi importanti e avanzeremo proposte alla Regione Umbria su: eco e sismabonus, rigenerazione urbana, infrastrutture, linee guida per la semplificazione degli appalti pubblici e ricostruzione post sisma.

La partecipazione sarà consentita solo alle prime 80 persone che si registreranno qui.
https://bit.ly/convegno_costruzioni

 

OPEN UMBRIA
30 settembre ore 17
INNOVARE LA MANIFATTURA
c/o POSTA DEI DONINI
Via Deruta, 43, 06132 San Martino in Campo PG

Il settore Manifatturiero ha un ruolo cruciale per la ripresa e il rilancio dell’economia regionale. Nell’incontro, grazie al contributo di docenti universitari e consulenti, avanzeremo proposte alle istituzioni locali in vista della prossima programmazione dei fondi strutturali 2021-27: trasformazione digitale, innovazione e  crescita dimensionale delle imprese saranno le linee guida dell’incontro di approfondimento.

La partecipazione sarà consentita solo alle prime 80 persone che si registreranno qui.
http://bit.ly/convegno_manifattura

 

OPEN UMBRIA
22 ottobre ore 17
FARE ARTIGIANO E TURISMO DELLE ESPERIENZE
 c/o POSTA DEI DONINI
Via Deruta, 43, 06132 San Martino In Campo PGTurismo e Artigianalità delle produzioni, a partire da quelle agro-alimentari, sono due asset che insieme possono darsi valore e dare valore all’economia umbra. Il tratto d’unione è il Brand Umbria, sul quale dovremo investire nei prossimi anni in modo coordinato, tutti verso la stessa direzione, per rilanciare la nostra regione.
Durante l’incontro affronteremo questi temi e avanzeremo le nostre proposte e le nostre richieste alla Regione Umbria.

La partecipazione sarà consentita solo alle prime 80 persone che si registreranno qui.
http://bit.ly/convegno_agroalim_turismo

Sticky
Settembre 01, 2020
Commenti disabilitati su OPEN UMBRIA | 3 appuntamenti di CNA Umbria

“RIGENERAZIONE URBANA e APPALTI SEMPLIFICATI”

rigenerazione urbana

Mirko Papa

“Cogliere al volo l’opportunità delle misure varate dal Governo, magari implementandole a livello regionale, per rilanciare le imprese delle costruzioni e la malmessa economia umbra.”

Dopo la presa di posizione dei giorni scorsi sulle infrastrutture regionali, Cna punta massicciamente sul rilancio del settore delle costruzioni che, decimato dai lunghi anni di crisi, oggi può trovare nuova linfa grazie ai provvedimenti contenuti negli ultimi decreti varati a livello nazionale per far fronte ai contraccolpi economici dell’emergenza Covid-19.

“Quello delle costruzioni è l’unico settore che può dare una forte spinta alla ripresa della domanda interna – dichiara Mirko Papa, presidente di Cna Costruzioni Umbria -, che in questo momento sarà fondamentale per sostituire le possibili perdite che potremmo avere sul fronte delle esportazioni e del turismo nel corso dei prossimi mesi. Perciò abbiamo chiesto all’assessore regionale ai lavori pubblici, Enrico Melasecche, la convocazione urgente del tavolo delle costruzioni, per arrivare alla costituzione di un vera e propria cabina di regia che ci permetta di calare sul territorio una serie di misure nazionali, a cui la Regione potrebbe affiancarne altre per dare un’ulteriore spinta.”

“Ci riferiamo – aggiunge Pasquale Trottolini, responsabile regionale di Cna Costruzioni – alla serie di provvedimenti nazionali già adottati o in via di definizione dal governo, che ci danno motivo di credere che proprio dalle imprese che hanno maggiormente sofferto negli ultimi dieci anni potrebbe arrivare una prima soluzione agli sconquassi provocati dal virus. Senza contare che queste misure consentiranno di riqualificare interi pezzi di città e territori. Quindi parliamo innanzitutto dei bonus per la riqualificazione energetica degli immobili e quelli per l’adeguamento sismico, che già conoscevamo, ma che ora sono stati potenziati e che prevedono una novità importante: la cessione del credito agli istituti bancari e ad altri intermediari finanziari, permettendo ai cittadini di monetizzare immediatamente le misure di incentivazione fiscale. Si tratta di un provvedimento voluto fortemente dalla Cna nazionale che, se verrà gestito con le giuste modalità e in tempi veloci, potrà avviare un forte processo di rigenerazione urbana.”

Per Trottolini “se a queste misure la Regione ne aggiungesse altre destinate agli enti locali per riqualificare gli spazi pubblici delle città, potremmo dare un nuovo volto alle città, dal centro alle periferie e garantire un effetto moltiplicatore importante dei consumi a livello regionale e locale.”

Ma c’è un altro tema che sta a cuore alla Cna, quello della semplificazione degli appalti e delle gare pubbliche.

“A livello nazionale se ne sta finalmente parlando – aggiunge Mirko Papa -. In particolare l’affidamento diretto dei lavori fino a 150mila euro e la negoziazione privata per tutti gli appalti con importi inferiori ai cinque milioni di euro, previsti dal decreto Semplificazioni, dovranno essere calati a terra per renderli facilmente fruibili alle imprese locali. In particolare riteniamo che la Regione potrebbe adottare per entrambi delle linee guida che spingano gli enti locali a utilizzare criteri volti a facilitare l’aggiudicazione dell’esecuzione dei lavori alle imprese locali, pur nel rispetto delle norme e delle procedure legislative. Perché far ripartire gli appalti pubblici e fare in modo, nel rispetto della legalità e della trasparenza, che tali lavori siano eseguiti dalle imprese del territorio, rappresentano due facce della stessa medaglia se si vuole davvero far ripartire l’economia regionale. Finora, l’evidenza dei fatti dimostra che molti appalti pubblici vengono aggiudicati a imprese extra regionali che non sempre sono in grado di realizzare lavori a regola d’arte e garantirne successivamente la manutenzione.”

Per questo, secondo noi, una cabina di regia regionale può svolgere un ruolo determinante. Unitamente – conclude Trottolini – a una forte condivisione degli obiettivi tra tutte le forze politiche e sociali, partendo dalle istituzioni regionali, come abbiamo già ribadito a proposito delle infrastrutture strategiche per l’Umbria.”

Scarica la rassegna

Sticky
Luglio 13, 2020
Commenti disabilitati su “RIGENERAZIONE URBANA e APPALTI SEMPLIFICATI”
  • CNA UMBRIA

    Via Angelo Morettini, 7
    06128 Perugia
    Tel: 075 505911 ||
    Fax: 075 5006279
    info@cnaumbria.it
    C.F. 94005590545

  • Generic selectors
    Affina la ricerca
    Cerca nel Titolo
    Cerca nei contenuti
    Cerca in Articoli
    Cerca nelle Pagine
    Cerca per Categorie
    AMBIENTE E SICUREZZA
    Bandi attivi
    BANDI ATTIVI START UP
    BANDI E INCENTIVI
    Bandi scaduti
    BENESSERE
    CINEMA
    CITTADINO
    CNA INFORMA
    CNA PER LE IMPRESE
    CNA RICONVERTITE
    COMUNICAZIONE
    COSTRUZIONI
    CREA LA TUA IMPRESA
    CREDITO
    DIGITALE
    DIH
    faq ammortizzatori sociali
    FAQ FISCALI
    FAQ SALUTE E SICUREZZA
    FISCO
    FORMAZIONE
    GIOVANI IMPRENDITORI
    INDAGINI
    INNOVAIMPRESA
    LEGISLAZIONE LAVORO
    MANIFATTURIERO
    NAZIONALE
    PENSIONATI
    PRATICHE AUTO _ FITACAR
    PROPOSTE CNA
    SERVIZI
    SERVIZI COMUNITÀ
    SERVIZI IMPRESE
    SERVIZI INNOVATIVI
    SISTEMA CNA
    SMART WORKING
    SUPERBONUS
    TRASPORTI
    TURISMO E CULTURA
    ULTIME NOVITA'
  • Seguici sui nostri canali social