Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa
Login
or
Register

COSTRUZIONI, convenzione tra CNA e DEI

Si aggiunge un altro tassello alla serie di convenzioni sottoscritte dalla CNA Nazionale con i principali marchi dei vari settori per offrire vantaggi esclusivi ai propri associati (scopri qui l’intera gamma disponibile a livello nazionale e qui quelle valide sul territorio regionale).

Nei giorni scorsi, infatti, è arrivato anche l’accordo siglato con la DEI, tipografia del Genio civile, leader nazionale nel mercato dei servizi agli operatori del mondo delle costruzioni attraverso la produzione e diffusione di pubblicazioni tecniche e prezzari.

Ricordiamo che il prezziario della DEI è tra quelli indicati dal Ministero per lo Sviluppo economico come riferimento per l’applicazione del Superbonus 110%.

Per illustrare tutte le sinergie attivabili e le modalità di funzionamento della convenzione, CNA ha organizzato un webinar gratuito

mercoledì 7 luglio 2021

dalle ore 16.00 alle ore 18.00

Clicca qui per informazioni sul webinar e per iscriverti all’evento.

Associarsi a CNA conviene! 


Per maggiori informazioni contatta:

Sticky
Giugno 30, 2021
Commenti disabilitati su COSTRUZIONI, convenzione tra CNA e DEI

A grande richiesta torna il SUPERBONUS in TV

 

superbonus tv

Dopo il successo della prima puntata dedicata al SUPERBONUS (vedi qui) torniamo in tv per continuare ad approfondire il tema parlando delle dinamiche finanziarie più rilevanti che sono state introdotte con il Decreto Rilancio, di come funzionano la CESSIONE DEL CREDITO e lo SCONTO IN FATTURA e di quali sono le esigenze finanziarie delle imprese.

In studio insieme a Noemi Campanella ci saranno PASQUALE TROTTOLINI – Responsabile CNA Costruzioni Umbria e PAOLA BIANCALANA – Direttore Fidimpresa Umbria, mentre in collegamento avremo MARCO FROSOLINI – BPER (Banca Popolare Emilia Romagna) e ELISA ZAGANELLA – Responsabile dell’ufficio CNA di Orvieto.
Vedremo anche nel dettaglio quali sono i servizi che offriamo e le soluzioni che BPER mette a disposizione dei cittadini ma soprattutto delle imprese,

Appuntamento imperdibile quindi con CNA INFORMA su UMBRIA TV per giovedì 11 marzo alle 20.30 sul canale 10 del digitale terrestre.

Tutte le info sul SUPERBONUS qui 

Sticky
Marzo 10, 2021
Commenti disabilitati su A grande richiesta torna il SUPERBONUS in TV

SUPERBONUS: giovedì sera su UMBRIA TV

 

SUPERBONUS 110%: opportunità e impatto sull’economia regionale.

Sarà questo il focus della nuova puntata su Umbria Tv che ci vedrà protagonisti giovedì 25 febbraio alle 20.30 sul canale 10 del digitale terrestre.

Quali sono gli interventi agevolabili, i beneficiari, le modalità di utilizzo e le ultime novità normative del superbonus? Quali le convenzioni sottoscritte? Qual è il ruolo dell’Agenzia delle Entrate ma anche il punto di vista del mondo delle professioni?

A rispondere ai tanti quesiti ci saranno sei ospiti:

in studio, insieme a PASQUALE TROTTOLINI  Responsabile CNA Costruzioni Umbria e MASSIMILIANO POLIMANTI – Responsabile Servizi fiscali CNA , ci saranno LUIGI GIGANTI e MARZIO GIOGLI – Area manager Unicredit, mentre in collegamento per l’Agenzia delle Entrate PIER ROBERTO SORIGNANI e LIVIO FARINA Coordinatore RPT Umbria (Rete professioni tecniche).

A moderare la discussione sarà la giornalista Noemi Campanella.

Appuntamento imperdibile, che apre anche la serie di 4 webinar di approfondimento tecnico dedicati al tema Superbonus semplice con CNA.

 

 

Sticky
Febbraio 24, 2021
Commenti disabilitati su SUPERBONUS: giovedì sera su UMBRIA TV

SUPERBONUS, ACCORDO tra CNA e UNICREDIT

“Dobbiamo essere tutti consapevoli che non esiste un’altra misura in grado di far ripartire l’economia nel breve periodo come quella del superbonus 110% e degli altri incentivi per la riqualificazione energetica e sismica degli edifici. Per questo, per fare in modo di agevolare la possibilità di sfruttare questo strumento, la nostra associazione ha firmato una convenzione con Unicredit che faciliterà l’accesso al credito e stretto altre utili collaborazioni. Ma non basta. Occorre che anche le istituzioni svolgano un ruolo attivo e semplificatore se vogliamo che tutte le potenzialità del superbonus possano esprimersi.”

Ne è convinto Renato Cesca, presidente di Cna Umbria, che ha sottoscritto un importante accordo con uno dei principali istituti di credito in Italia e in Europa e che, nei prossimi giorni, presenterà ufficialmente un progetto per fornire assistenza finanziaria e fiscale a tutti gli associati ma anche ai privati cittadini.

“La convenzione firmata con il partner Unicredit, prima a livello nazionale e poi anche regionale, rappresenta un passo importantissimo per far sì che il Superbonus 110% e gli altri incentivi similari vengano sfruttati pienamente dai cittadini interessati a fare lavori sugli immobili, che così potranno usufruire più facilmente della possibilità di cedere all’intermediario finanziario il credito maturato verso il fisco. Ma sappiamo tutti che, per quanti sforzi facessimo, tutto sarebbe inutile se da parte delle istituzioni non ci fosse un atteggiamento favorevole. Il ruolo che avranno la Regione e i Comuni in questa partita, infatti, sarà fondamentale. Da una parte stiamo chiedendo alla Regione di affiancare al Superbonus progetti di rigenerazione urbana nelle principali città dell’Umbria all’interno di strumenti già previsti dalla normativa nazionale, come ad esempio il Programma innovativo per la qualità dell’abitare. Se la Regione decidesse di svolgere un ruolo di regia per facilitare il coinvolgimento del maggior numero di enti locali sarebbe tutto più semplice. Dall’altra sollecitiamo i Comuni a semplificare e velocizzare le procedure burocratiche relative al superbonus. Sarebbe un ottimo punto di partenza – conclude Renato Cesca – per un progetto più ampio di semplificazione della pubblica amministrazione di cui c’è tanto bisogno.”

 

Scarica la rassegna

Sticky
Febbraio 17, 2021
Commenti disabilitati su SUPERBONUS, ACCORDO tra CNA e UNICREDIT

SUPERBONUS, un ACCORDO per SEMPLIFICARE le PROCEDURE

La burocrazia rischia di rendere impossibile l’utilizzo del superbonus.
Subito un accordo per semplificare le procedure

In una fase delicata come questa, sia dal punto di vista sanitario che da quello economico e sociale, bisogna lavorare assieme affinché si possano cogliere tutte le opportunità previste dalle misure nazionali ed europee. Magari sottoscrivendo un accordo regionale sulla semplificazione amministrativa che ne faciliti l’utilizzo, a cominciare dal superbonus 110%.”

Renato Cesca, presidente regionale di Cna, dà voce ai timori diffusi circa la concreta possibilità di fruire degli incentivi previsti in materia di adeguamento sismico e/o energetico del patrimonio immobiliare privato. Anche stavolta, infatti, la burocrazia si sta rivelando, di fatto, come un autentico tappo allo sviluppo e alla crescita.

“Mentre tutti parlano di mega progetti sulla semplificazione normativa e sulla riforma della pubblica amministrazione, siamo convinti che sarebbe più produttivo procedere con la politica dei piccoli passi, specialmente in una regione delle dimensioni dell’Umbria. Ora, per facilitare la vita di cittadini e imprese, quotidianamente alle prese con i meccanismi infernali della pubblica amministrazione, servono alcuni passi concreti verso la semplificazione. Per cominciare si potrebbero individuare velocemente procedure semplificate e preferenziali per l’accesso agli atti per la realizzazione dei lavori connessi al superbonus 110% e a gli altri incentivi in materia di adeguamento sismico ed energetico. L’occasione di queste misure è così preziosa per ridare fiato all’economia e ammodernare il patrimonio immobiliare che non possiamo permetterci di farla fallire per colpa di procedure lunghe e tortuose che, va detto, sono rese ancora più difficili dal fatto che moltissimi addetti delle pubbliche amministrazioni si trovano in regime di smart working.”

“In questo scenario – continua Cesca – abbiamo appreso dai mass media che tra i 654 grandi progetti presentati dalla Regione Umbria al Governo in vista del Recovery plan, ce n’è anche uno per sviluppare un software per le procedure di competenza degli sportelli unici per le attività produttive (S.U.A.P.E.) presenti in molti Comuni, sebbene il più delle volte lo siano solo sulla carta. Non essendoci mai stato un confronto in materia, ci chiediamo perché non sia possibile, nell’immediato, usare gli strumenti che il sistema delle Camere di commercio, attraverso Unioncamere nazionale, potrebbe mettere a disposizione della Regione e dei Comuni per l’ammodernamento dei S.U.A.P.E, come già fatto con successo e ormai da qualche anno in altre regioni, ad esempio il Veneto. Attualmente il mancato funzionamento di molti di questi sportelli è causa di lungaggini inaccettabili per il rilascio di una serie di autorizzazioni, tra cui le A.U.A. (autorizzazione unica ambientale), che la norma nazionale prevede debbano essere presentate al SUAPE del comune territorialmente competente, che a sua volta, deve inoltrarle alle Regioni. Spesso, però, queste richieste si arenano incomprensibilmente nei Comuni per mesi e mesi, addirittura anni. Una riorganizzazione immediata dei S.U.A.P.E., ad esempio, eliminerebbe le lungaggini nel rilascio delle A.U.A.

Inoltre – incalza il presidente – dovrebbero essere riviste anche le norme regionali sulle emissioni in atmosfera a carattere generale, che necessitano di una revisione e adeguamento sotto numerosi aspetti tecnici e formali. Allo stesso modo andrebbero concordate norme e procedure veloci e snelle per procedere agli ampliamenti di laboratori e capannoni delle imprese che, nonostante la pandemia, stanno comunque crescendo. Potremmo continuare con gli esempi, ma intanto si potrebbe partire dall’utilizzo delle risorse del sistema delle CCIAA per cominciare a riformare la pubblica amministrazione. L’ideale sarebbe poter avere in tempi brevi S.U.A.P.E. che funzionino nello stesso modo in tutti i Comuni – prevedendo a supporto anche un massiccio programma di formazione del personale addetto agli sportelli – per poi arrivare a regolamenti comunali standard, facilitando così la vita di cittadini, imprese e professionisti. Si tratta di temi così cruciali che riteniamo dovrebbero essere oggetto di un accordo regionale sulla semplificazione amministrativa che coinvolga gli enti locali, le associazioni di rappresentanza delle imprese e i sindacati dei lavoratori.

Noi – conclude Cesca – ci prendiamo la responsabilità di avanzare ufficialmente la proposta.”

Scarica la rassegna

Sticky
Gennaio 30, 2021
Commenti disabilitati su SUPERBONUS, un ACCORDO per SEMPLIFICARE le PROCEDURE

LEGGE di BILANCIO 2021 e decreto MILLEPROROGHE

legge bilancio

Ecco le principali misure contenute nella LEGGE di BILANCIO 2021 e nel DECRETO MILLEPROROGHE, in vigore dal 1° gennaio 2021.

MISURE FISCALI

Proroga Superbonus 110% e Bonus edilizi

  • Il termine ultimo per l’esecuzione degli interventi destinatari del Superbonus 110% è stato spostato al 30 giugno 2022 (5 rate annuali per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2021 e 4 rate annuali per quelle sostenute nel 2022). Per i condomini la detrazione è concessa anche per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2022, purché entro il mese di giugno sia stato effettuato almeno il 60% dei lavori;
  • Prorogate al 2021 le detrazioni sulle spese sostenute per interventi di:
    • riqualificazione energetica
    • ristrutturazione edilizia
    • acquisto di mobili di arredo e di grandi elettrodomestici a basso consumo energetico finalizzati all’arredo dell’immobile ristrutturato;
  • Proroga per il 2021 del bonus facciate;
  • Proroga per il 2021 del bonus verde

 

Proroga e rafforzamento dei crediti di imposta del Piano Nazionale Transizione 4.0.

  • Esteso a tutto il 2022 il credito d’imposta per gli investimenti in beni strumentali. Tale termine viene spostato fino al 30 giugno 2023 se, entro la fine del 2022, l’ordine risulta accettato dal venditore e sono stati pagati acconti per almeno il 20% del costo di acquisizione. Vengono inoltre aumentate le aliquote agevolative, l’ammontare delle spese ammissibili e inclusi i beni immateriali generici. Le nuove regole si applicano agli investimenti effettuati a partire dal 16 novembre 2020;
  • Il credito d’imposta per gli investimenti in ricerca e sviluppo, in transizione ecologica, in innovazione tecnologica 4.0 e in altre attività innovative, viene confermato fino al 31 dicembre 2022.
  • Il credito d’imposta per la formazione 4.0, viene esteso fino al 2022 con ampliamento dei costi ammissibili.

 

Per le perdite emerse nell’esercizio in corso al 31/12/2020 non viene applicata la causa di scioglimento della società per riduzione o perdita del capitale sociale. Il termine entro il quale la perdita deve ridursi di oltre due terzi è posticipato al quinto esercizio successivo.

 

Vengono inoltre confermati per gli anni 2021 e 2022:

  • il bonus pubblicità pari al 50% degli investimenti pubblicitari effettuati sui giornali quotidiani e periodici, anche online (spesa massima: 50 milioni di euro annui);
  • il credito d’imposta per le edicole e altri rivenditori al dettaglio di quotidiani, riviste e periodici;
  • il credito d’imposta per i servizi digitali riconosciuto alle imprese editrici di quotidiani e di periodici che occupano almeno un dipendente a tempo indeterminato.

 

Il termine previsto per l’utilizzo del Credito d’imposta per l’adeguamento dell’ambiente di lavoro è fruibile dal 1° gennaio al 30 giugno 2021 e non più per tutto il 2021; è possibile esercitare l’opzione della cessione del credito d’imposta entro il 30 giugno 2021.

 

Proroga di un anno per il credito d’imposta per le spese di consulenza relative alla quotazione delle Pmi;

 

Prorogata la possibilità di rideterminare il valore d’acquisto dei terreni e delle partecipazioni non negoziate in mercati regolamentati, posseduti alla data del 1° gennaio 2021, mediante pagamento dell’imposta sostitutiva dell’11%. Il versamento può essere rateizzato fino ad un massimo di 3 rate annuali di pari importo a decorre dalla data del 30 giugno 2021. Entro tale data devono anche essere effettuati la redazione e il giuramento della perizia.

 

Prevista l’esenzione della prima rata IMU 2021 per le seguenti tipologie di immobili:

  • stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali, nonché immobili degli stabilimenti termali;
  • immobili rientranti nella categoria catastale D/2 e relative pertinenze, immobili degli agriturismi, dei villaggi turistici, degli ostelli della gioventù, dei rifugi di montagna, delle colonie marine e montane, degli affittacamere per brevi soggiorni, delle case e appartamenti per vacanze, dei bed and breakfast, dei residence e dei campeggi, a condizione che i relativi soggetti passivi siano anche gestori delle attività in essi esercitate;
  • immobili della categoria catastale D utilizzati da imprese esercenti attività di allestimenti di strutture espositive nell’ambito di fiere o manifestazioni;
  • discoteche, sale da ballo, night club e simili, a condizione che i relativi soggetti passivi, siano anche gestori delle attività in essi esercitate.

 

Rinviata l’entrata in vigore della plastic tax al 1° luglio 2021 e della sugar tax al 1° gennaio 2022.

 

Modifica e proroga fino al 30 giugno 2021 di alcune delle agevolazioni per rafforzamento patrimoniale delle imprese di medie dimensioni. Le novità riguardano in particolare:

  • credito d’imposta sulle perdite risultanti dal bilancio relativo all’esercizio 2020: per gli aumenti di capitale deliberati nel primo semestre del 2021, viene aumentato dal 30 al 50% l’ammontare massimo del credito d’imposta a favore della società. Il credito può essere utilizzato in compensazione successivamente alla data di approvazione del bilancio 2020 ma entro il 30 novembre 2021, ferma restando la data d’inizio.
  • Fondo Patrimonio PMI: fissato a 1 miliardo di euro il limite specifico per le sottoscrizioni da effettuare nell’anno 2021.

 

Il tax credit locazioni relativo agli immobili destinati alle imprese turistico-ricettive viene esteso fino al 30 aprile 2021 e si applicherà anche ad agenzie di viaggio e tour operator.

 

Potenziamento del Fondo di garanzia per le Pmi.

 

Prevista l’erogazione in unica quota del contributo “Nuova Sabatini”, anche in caso di finanziamenti superiori a 200mila euro.

 

Istituzione di nuovi Fondi per sostenere investimenti produttivi ad alto contenuto tecnologico, per il sostegno alle Pmi creative, per il settore aeronautico, per le filiere della chimica verde, della componentistica per la mobilità elettrica e dell’energia da fonti rinnovabili.

 

Previsto esonero contributivo nel 2021 per i lavoratori autonomi e i professionisti più colpiti dalla pandemia Covid-19.

 

Istituita in via sperimentale per il triennio 2021-2023 un’indennità straordinaria di continuità reddituale e operativa (ISCRO), erogata dall’Inps previa domanda, in favore degli iscritti alla Gestione separata, che esercitano per professione abituale attività di lavoro autonomo in presenza di alcuni requisiti.

 

Incentivi per l’acquisto di veicoli elettrici e ibridi

 

MISURE PER IL LAVORO

Nuove Assunzioni a tempo indeterminato o trasformazioni di contratti a tempo indeterminato per il biennio 2021/2022

    • Riconosciuto il 100% dell’esonero contributivo (prima era il 50%)
    • Limite massimo annuale 6mila euro (prima era 3mila)
    • Età massima del lavoratore 36 anni non compiuti (prima era 35)
    • Il lavoratore non deve essere stato occupato a tempo indeterminato con lo stesso o altro datore di lavoro (ad eccezione dell’apprendistato, a determinate condizioni)

 

Contratti a termine

    • Fino al 31 marzo 2021 i contratti a termine possono essere prorogati / rinnovati per un periodo massimo di 12 mesi (24 mesi complessivi) e per una sola volta, anche in assenza delle causali previste dall’articolo 19, comma 1, D.Lgs. 81/Fino al 31 marzo 2021 i contratti a termine possono essere prorogati o rinnovati per un periodo massimo di 12 mesi (e nel limite complessivo di 24 mesi) e per una sola volta anche in assenza delle causali previste dall’articolo 19, comma 1, D.Lgs. 81/2015.

 

Cassa integrazione

    • I datori di lavoro che riducono o sospendono l’attività lavorativa per effetto del Covid possono richiedere trattamento ordinario di integrazione salariale, dell’assegno ordinario e del trattamento di integrazione salariale in deroga per un massimo di 12 settimane nel periodo compreso rispettivamente tra il 1° gennaio e il 31 marzo 2021 (Cigo), tra il 1° gennaio e il 30 giugno 2021 (assegno ordinario e Cigd).

 

Licenziamenti

    • Il divieto di procedere ai licenziamenti è prorogato fino al 31 marzo 2021.

 

MISURE AMBIENTE E SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO

Slitta al 31 dicembre 2021 l’obbligo di etichettatura ambientale degli imballaggi.

 

Prorogato fino alla fine dello stato di emergenza, e comunque non oltre il 31 marzo 2021, l’obbligo per i datori di lavoro che non sono tenuti a nominare un medico competente, di assicurare la sorveglianza sanitaria eccezionale per lavoratori fragili


Per saperne di più sulle misure contenute nella Legge di Bilancio 2021 e nel decreto Milleproroghe contatta i nostri uffici territoriali (consulta qui l’elenco)

Sticky
Gennaio 08, 2021
Commenti disabilitati su LEGGE di BILANCIO 2021 e decreto MILLEPROROGHE

SUPERBONUS ed EXPORT, intesa CNA-UNICREDIT

superbonus cna unicredit

“L’accordo sottoscritto a livello nazionale tra la Cna e Unicredit per gestire la cessione del credito al sistema bancario da parte di privati e imprese che utilizzeranno lo sconto in fattura è molto importante – dichiara Pasquale Trottolini, responsabile regionale di Cna Costruzioni -. Si tratta di un ottimo punto di partenza per garantire, come sistema Cna, un servizio a 360 gradi per quanto riguarda l’utilizzo del Superbonus, al quale sono legate anche tante aspettative per la ripresa del settore delle costruzioni e, più in generale, per risollevare il Paese, soprattutto in un momento in cui la crisi provocata dal Covid-19 sta mettendo a rischio la stessa tenuta del Paese.”

È questa la dichiarazione a caldo di Cna Umbria dopo il raggiungimento dell’intesa nazionale con l’istituto di credito. Intesa che si articolerà in diverse azioni.

Si partirà intanto con un webinar: COVID 19: Credito e Finanza Agevolata PMI, in programma il 5 novembre alle 16,30. Un’occasione di confronto tra banca, imprese e professionisti per illustrare le misure nazionali, regionali ed europee, e le soluzioni proposte dalla banca per sostenere il tessuto imprenditoriale del territorio nell’affrontare la crisi scatenata dalla pandemia. Tra i temi in evidenza, le opportunità legate al Superbonus 110% e gli strumenti di supporto all’export.

L’incontro rientra nel ciclo di otto webinar organizzati da UniCredit e CNA. Quello del 5 novembre sarà aperto dai saluti introduttivi di Andrea Burchi, Regional Manager Centro Nord UniCredit, e di Claudio Giovine, Direttore Divisione Economica e Sociale CNA Nazionale. Seguiranno gli interventi di Mario Pagani, Responsabile Nazionale Politiche Industriali CNA; di Lucia Belpusi, Responsabile Retail Business Management UniCredit, e di Marco Wallner, Responsabile Corporate Commercial Synergies UniCredit.

Per partecipare al webinar è sufficiente compilare la scheda di iscrizione a questo link.

“Supportare le imprese in un contesto normativo complesso, con un focus sulle misure regionali, è prioritario – sottolinea Andrea Burchi, Regional Manager Centro Nord UniCredit -. Per questo, in collaborazione con CNA, abbiamo organizzato questo incontro di approfondimento su temi attuali come il Superbonus, i bandi territoriali e le misure comunitarie attivate a sostegno dell’economia.  Un’iniziativa che costituisce l’occasione per una riflessione puntuale sugli strumenti di credito e finanza agevolata a supporto delle PMI, in una fase in cui è fondamentale comprendere i vari aspetti tecnici per accedere alle misure a sostegno delle imprese, identificando quali leve attivare e con quali modalità. Il nostro Gruppo conferma così il proprio impegno nel sostenere lo sviluppo del tessuto produttivo italiano, in prima linea anche come facilitatore di momenti di confronto e formazione con le aziende del territorio, mettendo a disposizione risorse e competenza su temi chiave per una ripresa produttiva sostenibile.”


Per maggiori informazioni contatta:

Sticky
Novembre 03, 2020
Commenti disabilitati su SUPERBONUS ed EXPORT, intesa CNA-UNICREDIT
  • CNA UMBRIA

    Via Angelo Morettini, 7
    06128 Perugia
    Tel: 075 505911 ||
    Fax: 075 5006279
    info@cnaumbria.it
    C.F. 94005590545

  • Generic selectors
    Affina la ricerca
    Cerca nel Titolo
    Cerca nei contenuti
    Cerca in Articoli
    Cerca nelle Pagine
    Cerca per Categorie
    AMBIENTE E SICUREZZA
    ATTIVITA' SINDACALE
    Bandi attivi
    BANDI ATTIVI START UP
    BANDI E INCENTIVI
    Bandi scaduti
    BENESSERE
    CINEMA
    CITTADINO
    CNA INFORMA
    CNA PER LE IMPRESE
    CNA RICONVERTITE
    COMUNICAZIONE
    COSTRUZIONI
    CREA LA TUA IMPRESA
    CREDITO
    DIGITALE
    DIH
    EVENTI
    faq ammortizzatori sociali
    FAQ FISCALI
    FAQ SALUTE E SICUREZZA
    FISCO
    FORMAZIONE
    GIOVANI IMPRENDITORI
    INDAGINI
    INDAGINI CNA
    INNOVAIMPRESA
    LEGISLAZIONE LAVORO
    MANIFATTURIERO
    NAZIONALE
    PENSIONATI
    PRATICHE AUTO _ FITACAR
    PROPOSTE CNA
    SERVIZI
    SERVIZI COMUNITÀ
    SERVIZI IMPRESE
    SERVIZI INNOVATIVI
    SERVIZIO ENERGIA
    SISTEMA CNA
    SMART ATTACK
    SMART WORKING
    SUPERBONUS
    TRASPORTI
    TURISMO E CULTURA
    ULTIME NOVITA'
    WEBINAR
  • Seguici sui nostri canali social